― Advertisement ―

spot_img
HomeTechIl capo di Microsoft va in Europa per plasmare il dibattito sulla...

Il capo di Microsoft va in Europa per plasmare il dibattito sulla regolamentazione dell’intelligenza artificiale

Scritto da Fu Yunqi

BRUXELLES (Reuters) – Il capo di Microsoft Brad Smith, parlando giovedì dei vantaggi della regolamentazione dell’intelligenza artificiale e di come il gigante del software statunitense può aiutare, ha fatto eco a un messaggio al pubblico a Bruxelles che ha inviato a Washington il mese scorso.

Insieme al proprietario di Twitter e CEO di Tesla, Elon Musk, Smith ha cercato di adire le autorità di regolamentazione e i legislatori chiedendo di regolamentare l’intelligenza artificiale, una tecnologia che ha attirato un enorme interesse pubblico con l’arrivo di ChatGPT supportato da Microsoft.

Big Tech ha condiviso suggerimenti su come regolamentare al meglio l’IA, che potrebbe aiutare a mitigare parte dell’impatto di queste regole sulla sua attività.

L’Unione Europea sta elaborando i dettagli delle regole note come AI Act, la prima legge globale che potrebbe stabilire uno standard per altri paesi.

“Intendiamo dare contributi costruttivi per aiutare a informare il lavoro futuro”, ha detto Smith in un post sul blog. Ha poi ripetuto il suo messaggio in una conferenza a Bruxelles.

Ha affermato che il piano in cinque punti di Microsoft per la governance dell’IA, che include quadri di sicurezza dell’IA guidati dal governo, freni di sicurezza per i sistemi di intelligenza artificiale che controllano le infrastrutture critiche e garantisce l’accesso accademico all’IA, è in linea con la proposta di legislazione dell’UE.

Smith ha inoltre esortato l’Unione Europea, gli Stati Uniti, i paesi del G7, l’India e l’Indonesia a lavorare insieme sulla governance dell’IA in linea con i loro valori e principi condivisi.

(Segnalazione di Fu Yun Che; Montaggio di Barbara Lewis)

READ  La roadmap di Hitman 3 Anno 2 ottobre rivela nuove missioni, abiti, obiettivi sfuggenti e una banana