Il centrocampista dell’Inghilterra Calvin Phillips insiste che la fatica non gioca un ruolo

Calvin Phillips insiste che nessuno nella squadra inglese sia stanco quando i Tre Leoni hanno pareggiato nel sorteggio della Nations League italiana.

Lo 0-0 in casa del Molino ha lasciato l’Inghilterra in fondo al Gruppo A3, dopo aver raccolto appena due punti nelle prime tre partite e segnato un solo gol in quel tempo.

Con quattro partite della Nations League arrivate alla fine di una stagione difficile, molti hanno ipotizzato che la stanchezza potrebbe influenzare le prestazioni della squadra di Gareth Southgate.

Ma Phillips, che sabato è uscito dalla panchina dopo essere stato costretto a ritirarsi nell’ultimo pareggio per 1-1 in Germania, ha confutato le accuse secondo cui la squadra stava perdendo terreno.

Alla domanda se i giocatori soffrissero per la stanchezza, il centrocampista del Leeds ha risposto: “No, non proprio.

“Penso che se potessi guardarci allenarci ogni giorno, vedere come stiamo facendo in allenamento, il livello di intensità in allenamento non ci guarderesti e diresti che siamo stanchi.

“Non credo che nelle partite sembravamo troppo stanchi, è stato un girone difficile contro avversari forti e alcune squadre avranno più possesso palla di quanto avremmo voluto.

“Ma questo è il tipo di squadre contro cui stiamo gareggiando, non ci sentiamo sopraffatti e speriamo di non guardarci neanche”.

L’unica volta in cui l’Inghilterra è riuscita a segnare nell’attuale pausa per la nazionale è stato grazie al rigore nel finale di Harry Kane, il suo 50esimo gol in nazionale, a Monaco la scorsa settimana.

Southgate ha ammesso che era una “preoccupazione” perché la sua squadra faceva molto affidamento su Kane, così come su Raheem Sterling, per segnare gol.

READ  Stasera in tv la partita Germania-Italia? L'ora di inizio, il canale e come guardare la partita della Nations League

Tuttavia, Phillips crede che i giocatori d’attacco a disposizione dell’Inghilterra inizieranno presto a tirare.

“(Un gol in tre partite) non è nulla di cui preoccuparsi per essere corretti”, ha detto.

“Gli attaccanti che conosciamo sono attaccanti prolifici e dobbiamo solo creare occasioni e finché continuiamo a giocare insieme e cerchiamo di creare quante più occasioni possibili, i gol arriveranno.

“Penso che l’Italia abbia fatto più volte nel primo tempo, ma penso che il secondo tempo sia sempre stata la squadra migliore e non abbiamo creato un’ultima occasione per segnare, ma l’Italia è una squadra tosta e penso che abbiamo giocato ragionevolmente”.

L’Ungheria è la prossima per l’Inghilterra, e ancora a Molyneux, mentre i padroni di casa cercano di vendicare la sconfitta per 1-0 a Budapest all’inizio dell’attuale turno di partite.

L’Ungheria neopromossa in Lega A avrebbe dovuto lottare in un girone difficile, ma sembrava buono e la Germania ha pareggiato 1-1 domenica sera.

Alla domanda se la visita in Ungheria è una partita che deve essere vinta per mantenere vive le ambizioni della Nations League, Phillips ha aggiunto: “Penso che vogliamo sempre vincere ogni partita che giochiamo, abbiamo visto il risultato stasera con Germania e Ungheria.

Il calcio internazionale contro qualsiasi squadra dimostra che la Germania deve pareggiare con l’Ungheria quando perdiamo contro di loro, dimostra che è una competizione difficile.

“Ci sono molte squadre difficili e vogliamo giocare con l’Ungheria nella prossima partita e ottenere i tre punti e ci concentreremo su questo”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x