― Advertisement ―

spot_img
HomesportIl Connacht "non corre rischi" nella selezione della squadra mentre si dirige...

Il Connacht “non corre rischi” nella selezione della squadra mentre si dirige in Italia – The Irish Times

European Challenge Cup Ottavi di finale: Benetton – Connacht

Sabato 1 aprile, alle 15:00, Comedy Stadium di Monego

Nemici familiari URC, Connacht e Benetton si incontrano per la prima volta in una competizione a eliminazione diretta in Europa. Treviso avrà un vantaggio in casa allo Stade Monego nella sfida di European Challenge Cup di sabato, con le vincitrici che avanzeranno ai quarti di finale.

Sulla carta, c’è poco tra questi due campioni familiari: il Connacht potrebbe essere in vantaggio di tre posizioni nella classifica URC, ma la differenza è di soli quattro punti.

L’allenatore Pete Wilkins sa che questa competizione non sarà vinta facilmente poiché entrambe le squadre mirano a qualificarsi dagli ottavi di finale, e non corre rischi nello scegliere la squadra che include alcuni dei suoi giocatori più esperti, nonostante l’assenza di Jack Carty e Dennis. Buckley a causa di infortuni.

La linea di fondo è collaudata, con Tiernan O’Halloran, John Porch, Tom Farrell e i vincitori del Grande Slam Bundee Aki e Mack Hansen tutti titolari. Il campione della trilogia della scorsa settimana, Kaolin Blade, guida la squadra, insieme a David Hawkshaw, che continua in assenza di Carty e Connor Fitzgerald.

Il gruppo è esperto e mobile, con Peter Dooley e Dave Heffernan che si uniscono a Jacques Unger in testa, mentre Leiva Fifita è affiancato da Niall Murray in seconda fila. Cian Prendergast, Conor Oliver e Paul Boyle costituiscono un’ultima fila che può infastidire e disturbare se stessi.

Cahill Ford potrebbe sentirsi un po’ triste dopo la sua prestazione per la squadra URC la scorsa settimana in panchina, ma lui, insieme all’esperto Kieran Marmion, sono giocatori perfetti per aggiungere slancio quando necessario.

READ  Anteprima partita Italia vs San Marino, consigli e suggerimenti - Sportingpedia

Il direttore del rugby Andy Friend afferma che l’esperienza dei sei internazionali che si sono riposati lo scorso fine settimana aumenterà le prospettive della squadra in Italia.

“È un’ottima posizione per ritrovarci perché possiamo portare in rosa sei nazionali esperti per questa partita.Quell’esperienza sarà estremamente importante nel rugby ad eliminazione, soprattutto contro una squadra Benetton che riaccoglierà anche alcuni giocatori importanti.

“Sono molto fiducioso che abbiamo abbastanza profondità per la squadra per sfidare su entrambi i fronti in questa serie finale di partite. Ciò che è importante ora è sfruttare le nostre recenti prestazioni mentre proviamo a progredire nella fase successiva di questa competizione”.

Entrambe le squadre si sono qualificate dalla fase a gironi con una sola sconfitta: la Benetton ha perso in casa del Paris, il Connacht in trasferta contro il Newcastle United, mentre nella squadra italiana il record del Connacht è stato schiacciante, con 16 vittorie in 22 confronti.

Tuttavia, gli italiani hanno tradizionalmente reso la vita difficile ai Connacht nel loro luogo di residenza, e questo incontro non sarebbe diverso. Si sono qualificati dal Gruppo B nel Gruppo B con 15 punti: la sconfitta amaramente deludente del Connacht per 35-21 a Kingston Park significava che ora dovevano andare in Italia piuttosto che godersi il vantaggio in casa.

Andy Friend ricorderà alla sua squadra questo fallimento e le sue conseguenze nel perseguimento di una prestazione contro una squadra con un obiettivo altrettanto chiaro di qualificarsi per i playoff URC e andare il più lontano possibile nella Challenge Cup.

L’allenatore della Benetton Marco Bortolami ha selezionato la squadra più forte possibile con circa 280 presenze, l’esperto sudafricano Dewaldt Dovenage, il centrocampista argentino Nacho Brix, ora in nazionale con l’Italia, e l’esperto difensore della nazionale Nahuel Tetaz con circa 70 presenze in più. per l’Argentina.

READ  Colton: Sindrome di Szymański e Warzychy Szymański?!

E con l’ex allenatore di forza e condizionamento del Connacht Jim Moloney ora alla Benetton, il Connacht può aspettarsi che questa squadra sia ai massimi livelli di forma fisica.

L’allenatore Pete Wilkins è diffidente nei confronti della sfida italiana in casa, ma afferma che è una partita che il Connacht può vincere.

“La Benetton farà tornare i suoi nazionali, una squadra che prospera in casa. C’è un’enorme differenza davanti a loro in Italia. Sono una grande squadra fisicamente, affrontano bene, sono assolutamente al top per vincere la linea e hanno affrontare il successo in difesa, quindi sono difficili da battere. Metti in viaggio, fa un po’ più caldo di quanto siamo abituati qui, quindi ci sono molte sfide da affrontare”.

Benetton: R Smith, E Padovani, N Brex, T Menoncello, M Watson, J Umaga, D Duvenage (c), N Tetaz, G Nicotera, T Pasquali, N Cannone, F Ruzza, S Negri Da Oleggio, M Lamaro, H Stowers. alternative: S Maile, T Augustin Gallo, F Alongi, R Favretto, M Zuliani, A Izekor, A Garbisi, T Albornoz.

CONNETTI: T O’Halloran, J Porch, T Farrell, B Aki, M Hansen, D Hawkshaw, C Blade (c), P Dooley, D Heffernan, J Aungier, S Fifita, N Murray, C Prendergast, C Oliver, P Boyle. Alternative: DI Tierney Martin, J Duggan, S Elo, O Dowling, S Hurley-Langton, K Marmion, C Forde, S Jennings.

governare: Christoph Ridley (Inghilterra)