Il rinato Lukaku è tornato al Chelsea all’apice del suo potere

ROMA: Romelu Lukaku è un volto familiare per gli spettatori della Premier League, ma il giocatore che giovedì ha completato un ritorno al Chelsea di 97,5 milioni di sterline (134,7 milioni di dollari USA) non è, per sua stessa ammissione, lo stesso che ha lasciato l’Inghilterra due anni fa.

“L’Italia mi ha portato ad un altro livello. Non mi ero mai sentito così forte prima. Ho raggiunto un altro livello, sia fisicamente che mentalmente”, ha detto Lukaku a maggio.

Il belga ha raggiunto il suo apice in due anni con l’Inter dopo aver lasciato il Manchester United, ed è stato fondamentale nel primo titolo di Serie A del club italiano in 11 anni la scorsa stagione.

In Italia, è diventato uno dei marcatori più pericolosi e affidabili del calcio europeo, sottolineando le sue capacità di creatore e leader.

Antonio Conte desiderava disperatamente aggiungere Lukaku ai suoi ranghi dopo essere stato nominato allenatore dell’Inter nel 2019.

L’italiano non avrebbe accettato un no e alla fine è stato concordato un contratto record di 74 milioni di sterline, aprendo la strada a una relazione che è venuta fuori nella migliore forma di allenatore e giocatore.

Lukaku ha dichiarato a Sky Sports ad aprile: “Parliamo della Premier League come del campionato più difficile fisicamente, ma i corsi che facciamo – nessuno si allena duramente come noi. Mai. Sei davvero al tuo meglio”.

Lukaku ha cambiato la sua dieta e lo ha smagrito. Ha avuto un impatto immediato, segnando 10 gol nelle sue prime 13 partite di Serie A per eguagliare il record stabilito dal 71enne Istvan Nyers come il miglior inizio di una stagione d’esordio all’Inter. Ma anche allora, la sua posizione non era certa.

READ  A Wimbledon, la finale maschile passa in secondo piano all'Inghilterra contro l'Italia

“Conte mi ha detto molto direttamente: ‘Se non lavori in allenamento non giocherai, è fondamentale saper giocare spalle alla porta'”, ha detto il belga a La Tribune.

“È importante incontrare persone che ti dicono la verità assoluta per aiutarti a stare meglio”.

Alla fine della stagione 2019-20, Lukaku ha eguagliato il superbo record brasiliano di Ronaldo di 34 gol nella sua stagione d’esordio con l’Inter in tutte le competizioni, e ha licenziato il Milan per finire secondo in Serie A ed Europa League.

uomo nato di nuovo

Nella seconda stagione di Lukaku, la sua collaborazione con l’attaccante argentino Lautaro Martinez ha portato frutti ancora più grandi con l’Inter che ha conquistato lo scudetto.

Il 28enne ha segnato 24 gol in campionato ed è stato nominato giocatore dell’anno in Serie A, ma il suo miglioramento generale di forma è sottolineato dai suoi 10 assist, secondo solo all’Atalanta Ruslan Malinovsky.

“Non ho dimenticato quante persone hanno alzato il naso quando abbiamo firmato Lukaku e hanno detto che era esagerato”, ha detto Conte.

“Ho sempre detto che è arrivato qui con del potenziale e che se lavora duro può fare cose straordinarie. Lukaku ha fatto miglioramenti straordinari e può ottenere di più”.

Ha segnato anche nei grandi momenti. Lukaku ha segnato due gol e ha assistito nella vittoria casalinga per 3-1 sulla Lazio lo scorso febbraio, portando l’Inter in vetta per la prima volta in questa stagione.

Nel derby di Milano della settimana successiva, ha preparato Martinez per la partita di apertura prima di correre per metà del campo per finire terzo per l’Inter.

READ  Il conteggio delle medaglie olimpiche conta ancora anche nel mezzo dei Giochi pandemici

“Non dipende solo dal suo corpo. Lukaku ha capacità tecniche che non abbiamo visto molto a Manchester. È un uomo rinato all’Inter”, ha detto l’ex attaccante dell’Inter Karl-Heinz Rummenigge.

L’Inter mancherà molto a un giocatore che ha raggiunto il picco in Italia, tornando in Premier League sicuro di un posto nell’élite.

“Ha fatto un grande passo. Si parlava di Robert) Lewandowski, (Karim) Benzema e (Harry) Kane come attaccanti di livello mondiale”, ha detto Lukaku durante Euro 2020.

“Beh, ora sono anch’io di livello mondiale. Questo era il mio obiettivo personale. “

(dollaro = 0,7240 sterline)

(Segnalazione di Alasdair Mackenzie; Montaggio di Toby Davies)

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x