Il lutto di Maradona mostra ancora una volta la devozione latinoamericana allo sport e alle arti | Gli sport

BUENOS AIRES (Reuters) – La folla che giovedì ha salutato Diego Maradona a Buenos Aires era in linea con la dedizione mostrata dall’America Latina alla morte delle sue stelle sportive e tecniche, dal grande brasiliano della Formula 1 Ayrton Senna al Premio Nobel colombiano vincitore. Gabriel Gracia Marquez.

Il corpo di Maradona, morto mercoledì per un infarto, giaceva nel palazzo presidenziale di Buenos Aires e decine di migliaia di suoi compatrioti hanno sfidato la pandemia di Coronavirus per il loro rispetto per uno dei migliori calciatori del mondo che ha portato l’Argentina a vittoria. Nella Coppa del Mondo 1986.

Altri avrebbero dovuto allineare le strade per salutare la bara mentre si recava al cimitero di Bella Vista, alla periferia della capitale, giovedì più tardi.

Un tale sfogo generale di dolore è comune in America Latina, dove lo sport e le arti sono sopravvalutati.

“Penso che in parte ci sia la sensazione che scrittori e calciatori incarnino lo spirito delle nazioni e del continente latinoamericano in un modo che nessun altro fa, e certamente non i leader politici”, ha detto Laurent Dubois, professore alla Duke Università. Scrive di sport e America Latina.

“Sono personaggi patriottici perché le persone sentono di afferrare l’essenza di ciò che dovrebbe essere dall’Argentina o dal Brasile, ad esempio. Questo è in parte perché incarnano un profondo senso di umanità, a causa della loro natura imperfetta”.

Dubois ha detto che i rituali cattolici del dolore, la vita all’aria aperta e la popolarità estremamente popolare di questo sport sono fattori aggiuntivi.

Quando il calciatore Garrincha morì di cirrosi causata dall’abuso di alcol nel 1983, il Brasile fu interrotto. Centinaia di migliaia di persone hanno percorso le strade per vedere la sua bara mentre viaggiava per 40 miglia (64 chilometri) da Rio de Janeiro alla sua città natale dei Magi.

READ  Calciatori da tenere d’occhio a Euro 2020

Undici anni dopo, ci furono disordini diffusi dopo che il pilota di Formula 1 Senna rimase ucciso in un incidente al Gran Premio di San Marino.

Grandi folle hanno affollato le strade di San Paolo per salutare la sua bara mentre veniva trasportato attraverso la città sul retro di un camion dei pompieri.

E non solo le star dello sport. Altri artisti creativi sono quasi ugualmente venerati.

In Uruguay, migliaia di persone sono venute a salutare il poeta Mario Benedetti nel 2009; Le strade del Messico e della Colombia erano piene di tristi lettori di Garcia Marquez quando è morto nel 2014; I fan hanno singhiozzato e hanno percorso le strade della città brasiliana di Goiania nel 2015 dopo che il cantante country Cristiano Araujo è morto in un incidente stradale.

“Sono i produttori culturali che comprendono la condizione umana, quindi quando qualcuno tocca la tua vita che dà forma alla tua visione del mondo, sei fuori per strada”, ha detto Brenda Elsie, una famosa professoressa all’Università Hofstra. Cultura e politica in America Latina nel ventesimo secolo.

(Preparato da Andrew Downey, montaggio di Ed Osmond)

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x