Serbia e Kosovo criticano le relazioni diplomatiche tra Israele e Kosovo | Israel News

Mentre la Serbia critica il riconoscimento del Kosovo da parte di Israele, la Turchia afferma che il piano del Kosovo di spostare l’ambasciata a Gerusalemme viola il diritto internazionale.

Il ministro degli Esteri serbo ha espresso la sua insoddisfazione per la decisione di Israele di riconoscere il Kosovo, una ex provincia serba che Belgrado nega di istituire, dicendo che i funzionari “non sono soddisfatti” di questo sviluppo.

La reazione è arrivata il giorno dopo l’instaurazione di relazioni diplomatiche tra Israele e Kosovo in base a un accordo mediato dagli Stati Uniti, segnando una vittoria per gli sforzi di Pristina per ottenere il pieno riconoscimento globale dell’indipendenza dichiarata nel 2008 a seguito della guerra con la Serbia negli anni ’90. .

“Abbiamo investito seri sforzi nelle nostre relazioni con Israele negli ultimi anni e non siamo contenti di questa decisione”, ha detto martedì il ministro degli Esteri serbo Nikola Celakovic al canale pubblico di RTS.

Ha detto che la mossa israeliana “influenzerà senza dubbio le relazioni tra Serbia e Israele”.

La maggior parte dei paesi occidentali ha riconosciuto il Kosovo, ma il suo rifiuto da parte dei principali alleati della Serbia, Russia e Cina, ha portato alla sua esclusione dall’appartenenza alle Nazioni Unite.

Da lunedì, Israele era un’altra grande roccaforte della parte di Belgrado.

Da quando hanno stabilito relazioni nel 1991, i due paesi hanno mantenuto buoni rapporti con i crescenti investimenti israeliani nella piccola nazione balcanica.

La Turchia sta studiando il piano dell’ambasciata

In cambio del riconoscimento di Israele, il Kosovo ha riconosciuto Gerusalemme come la capitale di Israele, diventando la prima regione a maggioranza musulmana a farlo.

READ  Le difese aeree siriane intercettano l'aggressione israeliana contro Damasco | Notizie di conflitto

Lunedì, il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi ha confermato di aver accettato la “richiesta ufficiale del Kosovo di aprire un’ambasciata” nella città.

Finora solo Stati Uniti e Guatemala hanno aperto ambasciate a Gerusalemme, mentre Serbia, Malawi e Honduras si sono già impegnate a fare lo stesso.

I piani dell’ambasciata del Kosovo hanno attirato critiche dalla Turchia, con Ankara che afferma che la mossa proposta viola le risoluzioni delle Nazioni Unite e il diritto internazionale.

“È chiaro che qualsiasi passo in questa direzione non servirà alla causa palestinese e minerà la visione di una soluzione a due Stati”, ha detto lunedì il portavoce del ministero degli Esteri Hami Aksoy in una dichiarazione scritta.

Accordi diplomatici mediati dagli Stati Uniti

Gerusalemme rimane al centro del decennale conflitto israelo-palestinese, con l’Autorità Palestinese che insiste sul fatto che Gerusalemme est – occupata illegalmente da Israele dal 1967 – dovrebbe essere la capitale dello stato palestinese.

Esiste un consenso globale contro il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele fino a quando il conflitto palestinese non sarà risolto.

Nel 2017, l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scioccato gli osservatori dicendo che gli Stati Uniti avrebbero spostato la loro ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme e avrebbero riconosciuto quest’ultima come capitale di Israele.

Il trasferimento dell’ambasciata è stato celebrato nel maggio dell’anno successivo in Israele, ma è stato duramente criticato altrove.

La nuova amministrazione della Casa Bianca guidata dal presidente Joe Biden ha detto che manterrà l’ambasciata americana in Israele a Gerusalemme e continuerà a riconoscere la città come capitale di Israele.

Sotto Trump, gli Stati Uniti hanno anche mediato una serie di accordi per stabilire relazioni diplomatiche tra Israele e diversi paesi arabi, tra cui Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Marocco e Sudan.

READ  Assalto al Campidoglio, quindi la polizia ha rifiutato di aiutare l'FBI e il Pentagono

Molti paesi a maggioranza musulmana hanno condannato questi accordi, noti collettivamente come gli accordi di Abraham.

Tuttavia, a differenza del Kosovo, i partiti arabi negli accordi di Ibrahim hanno confermato che le loro missioni diplomatiche in Israele sarebbero state a Tel Aviv.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x