Il servizio di accesso SMS peer-to-peer di Telegram è un incubo per la privacy

Il servizio di accesso SMS peer-to-peer di Telegram è un incubo per la privacy

Crediti immagine: Bryce Durbin/TechCrunch

Telegram ha introdotto una nuova controversa funzionalità che offre agli utenti un abbonamento premium gratuito in cambio della possibilità per l'app di messaggistica istantanea di utilizzare i propri numeri di telefono come trasmettitore per inviare password SMS monouso ad altri utenti che tentano di accedere alla piattaforma, sollevando preoccupazioni su potenziali rischi per la privacy e esposizione delle informazioni personali.

La caratteristica, che è stata notata per la prima volta da TGInfoEn Canale Telegram (tramite reverse engineering AssembleDebug), è in fase di lancio in paesi selezionati per Telegram per gli utenti Android. Se accetti che Telegram utilizzi il tuo numero come inoltro una tantum (OTP), la società ti invierà un codice trasferibile per Telegram Premium.

Termini di servizio per questo Note sul software di accesso peer-to-peer L'azienda invierà un massimo di 150 messaggi una tantum al mese. Gli utenti partecipanti, a cui potranno essere addebitati anche gli SMS locali e internazionali, dovranno raggiungere una determinata quota per poter beneficiare dell'abbonamento gratuito. Dal punto di vista monetario, potresti finire per pagare di più sulla bolletta telefonica rispetto al valore di un abbonamento premium a Telegram.

Poi c'è il grande problema della privacy, che consente agli estranei di cercare il tuo numero e usarlo per spam e frodi. Telegram consente agli utenti di nascondere i propri numeri di telefono agli sconosciuti, ma utilizzare il tuo numero come relè potrebbe consentire loro di cercare il tuo account Telegram.

I termini stabiliscono che le persone che partecipano al programma non riterranno Telegram responsabile per eventuali danni e garantiranno alla società un risarcimento assoluto per tutti i reclami relativi all'accesso peer-to-peer.

READ  Le presunte specifiche del chipset Snapdragon 775 che mostra l'architettura a 5 nm sono trapelate

“Riconosci e accetti che Telegram non avrà alcuna responsabilità per eventuali costi, spese, danni o qualsiasi altra conseguenza negativa o imprevedibile che potresti subire come risultato diretto o indiretto della tua partecipazione attuale o passata al programma P2PL”, si legge .

Telegram dice agli utenti di non interagire con persone che ricevono un codice OTP dai loro numeri, ma non c'è modo di imporlo.

Due anni fa l'azienda ha lanciato un servizio in abbonamento con funzionalità come copie, adesivi esclusivi, reazioni e altre personalizzazioni. Telegram ha introdotto funzionalità come Storie per gli utenti a pagamento. Tuttavia, gli utenti che scelgono un sistema di accesso peer-to-peer devono considerare se vale la pena dare il proprio numero di telefono a sconosciuti per risparmiare qualche soldo.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x