Il CEO di Binance detenuto in Nigeria per un caso di criptovaluta sfugge alla detenzione | Notizie di criminalità

Il CEO di Binance detenuto in Nigeria per un caso di criptovaluta sfugge alla detenzione |  Notizie di criminalità

Il CEO di Binance è stato arrestato al suo arrivo in Nigeria in seguito alla repressione della società.

Un dirigente dell'exchange di criptovalute Binance è sfuggito alla custodia in Nigeria, dove secondo le autorità è stata avviata un'indagine penale contro la piattaforma accusata di utilizzarla per riciclaggio di denaro.

Nadeem Angarwala, direttore regionale di Binance per l'Africa, “è fuggito dalla Nigeria utilizzando un passaporto di contrabbando”, ha dichiarato lunedì l'Ufficio del consigliere per la sicurezza nazionale della Nigeria in una dichiarazione.

La Nigeria è la più grande economia crittografica dell’Africa in termini di volume degli scambi, con molti cittadini che utilizzano criptovalute poiché il paese soffre di un’elevata inflazione e di un calo della valuta locale.

“Il personale responsabile della detenzione del sospettato è stato arrestato ed è in corso un'indagine approfondita per scoprire le circostanze che hanno portato alla sua fuga dalla custodia legale”, ha detto in una nota Zachary Miginyawa, portavoce dell'Ufficio del consigliere per la sicurezza nazionale della Nigeria. dichiarazione.

Il quotidiano Premium Times con sede ad Abuja, che ha riportato la fuga di Angarwala, ha riferito che è fuggito da una pensione nella capitale dopo che le guardie gli hanno permesso di entrare in una moschea vicina per pregare.

Il CEO di Binance, che possiede la doppia cittadinanza britannica e keniota, è stato arrestato insieme a un altro collega il 26 febbraio, quando sono arrivati ​​in Nigeria in seguito alla repressione della società.

Tigran Gambaryan, collega di Angurala e cittadino statunitense, rimane in detenzione.

READ  Gli incendi boschivi in ​​Algeria uccidono decine di persone e costringono centinaia a fuggire dalle loro case | Notizie sul clima

I dirigenti di Binance avrebbero dovuto comparire in tribunale il 4 aprile.

Binance ha interrotto le negoziazioni in naira nigeriana sulla sua piattaforma all'inizio di marzo dopo che le autorità l'hanno accusata di utilizzarla per il riciclaggio di denaro e il finanziamento del “terrorismo”.

Le autorità non hanno fornito pubblicamente prove delle accuse.

Nel frattempo, l'Agenzia fiscale nigeriana ha presentato un'accusa di evasione fiscale con quattro capi di imputazione contro l'exchange di criptovalute, accusandolo anche di “complicità nell'aiutare i clienti a evadere le tasse attraverso la sua piattaforma”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x