La Federal Trade Commission accusa Microsoft di aver travisato i piani di Activision Blizzard dopo i licenziamenti

La Federal Trade Commission accusa Microsoft di aver travisato i piani di Activision Blizzard dopo i licenziamenti

Una settimana dopo che Microsoft aveva licenziato quasi 2.000 dipendenti nella sua divisione giochi, la Federal Trade Commission ha accusato Microsoft di aver violato la sua promessa di consentire ad Activision Blizzard di operare in modo indipendente dopo l'acquisizione. Commissione federale del commercio Presenta un reclamo mercoledì in una corte d'appello federale, sostenendo che il ridimensionamento della scorsa settimana, che ha colpito i dipendenti di Activision Blizzard, “contraddice le dichiarazioni di Microsoft in questa causa”. La Federal Trade Commission (FTC) chiede una sospensione temporanea dell'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft mentre indaga su potenziali problemi antitrust.

Nelle sue argomentazioni alla FTC negli ultimi due anni, Microsoft ha affermato che avrebbe trattato Activision Blizzard come un'acquisizione verticale e ha suggerito che non avrebbe avuto bisogno di licenziare i lavoratori, perché non ci sarebbero stati licenziamenti. Il 30 gennaio, Microsoft ha annunciato che avrebbe tagliato 1.900 posti di lavoro tra Activision Blizzard, ZeniMax e Xbox dopo aver identificato specificamente “aree di sovrapposizione” tra Microsoft e Activision Blizzard. Questa discrepanza è al centro della denuncia della FTC.

“Il piano recentemente segnalato da Microsoft di eliminare 1.900 posti di lavoro nella sua divisione videogiochi, inclusa la sua unità Activision recentemente acquisita, non è coerente con le precedenti dichiarazioni presentate a questa corte”, si legge nella denuncia della FTC. “In particolare, Microsoft ha affermato che i licenziamenti facevano parte di un 'piano di implementazione' che ridurrebbe le 'aree di sovrapposizione' tra Microsoft e Activision, il che è incoerente con la proposta di Microsoft a questo tribunale secondo cui le due società avrebbero operato in modo indipendente dopo la fusione.”

READ  Cosa non aspettarsi all'evento Apple "Performance Sneak" della prossima settimana

Sebbene l'Autorità britannica per la concorrenza e i mercati abbia approvato l'acquisizione da 69 miliardi di dollari di Activision Blizzard da parte di Microsoft in ottobre, la Federal Trade Commission non è stata soddisfatta delle sue preoccupazioni antitrust. La FTC sta ancora contestando l'acquisizione, il che significa che esiste la possibilità che Microsoft possa essere costretta a cedere tutta o parte di Activision Blizzard.

Nella denuncia presentata mercoledì, la FTC ha sostenuto che i recenti licenziamenti minano anche la sua capacità di chiedere sollievo per i dipendenti colpiti negativamente dall'acquisizione.

I licenziamenti di Microsoft si aggiungono a un torrente di licenziamenti di massa nel settore dei videogiochi, in particolare negli ultimi mesi. Si stima che circa 10.500 persone nel settore dei videogiochi abbiano perso il lavoro nel 2023 – e già nel 2024, 6.000 lavoratori sono stati licenziati.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x