La nostra galassia si sta dirigendo verso una collisione Vita

“Clash of Galaxies” suona come un buon titolo in un film incredibilmente disastroso.

In effetti, molte cose nell’universo dipendono da cose che entrano in collisione, comprese le galassie.

Arp 299 è, infatti, due galassie in collisione. I due, denominazioni NGC 3690 e IC 694, che si trovano a circa 134 milioni di anni luce da noi, si sono scontrati circa 700 milioni di anni fa. L’immagine del telescopio spaziale Hubble può essere trovata su en.wikipedia.org/wiki/Arp_299.

L’immagine è pixelata con molte stelle blu luminose. Questo è interessante perché ci sono solo due tipi di stelle blu brillante.

Una di queste specie sono le giovani stelle che diminuiranno un po ‘quando si stabilizzeranno. L’altro tipo sono stelle che hanno raccolto una quantità eccezionalmente grande di idrogeno quando si sono formate.

Queste stelle brillano intensamente, esauriscono rapidamente il carburante, quindi collassano ed esplodono.

Queste esplosioni sono chiamate supernovae. Ad ogni modo, queste stelle blu non potrebbero essere molto vecchie. Questo si riferisce a un altro aspetto interessante di questa coppia di galassie: il numero stranamente elevato di esplosioni di supernova. Cosa ha prodotto queste condizioni straordinarie?

Se guardassi una galassia a spirale vicina, come la nostra vicina Galassia di Andromeda, vedresti le braccia a spirale brillare di piccoli nodi rosa, scintillanti di stelle giovani.

La Via Lattea apparirà simile da lontano. Il motivo è che i bracci a spirale delle galassie sono carichi di gas idrogeno, l’ingrediente principale per la creazione delle stelle.

Se guardiamo da vicino, vedremo che queste nuvole non sono uniformi; Alcune aree sono più dense di altre. A volte, qualcosa fa collassare una di queste regioni più dense, formando una o più stelle.

READ  Questo aprile, una gigantesca luna rosa è pronta ad abbagliare il cielo del principe George

Questi piccoli sono caldi e blu e la loro elevata emissione di raggi UV fa brillare di rosa le nuvole circostanti.

Questo colore rosa, che è una delle proprietà dell’idrogeno, è noto come emissione di idrogeno alfa. Quindi, quando guardiamo una galassia lontana, quei bagliori rosa significano due cose: c’è l’idrogeno che brilla e le stelle blu calde lo fanno brillare.

Tuttavia, la quintessenza del quadrato delle stelle blu brillante che vediamo nella coppia di galassie Arp 299 è insolita. Alcuni eventi importanti hanno causato massicci crolli di nubi di idrogeno, formando piogge di nuove stelle.

Siamo sicuri che questa esplosione di formazione stellare sia stata causata dalla collisione delle due galassie.

Ironia della sorte, una collisione intergalattica non è del tutto catastrofica. Porta alla formazione di nuove stelle e pianeti.

Ingresso video youtube.com/

orologio? v = J_UwUuJFT3Q è un buon esempio di ciò che pensiamo sembrerà una collisione tra due galassie.

La stella più vicina al nostro sole è a circa quattro anni luce di distanza. Questa distanza è abbastanza tipica della distanza interstellare. Quindi la possibilità che stelle passino attraverso galassie in collisione ravvicinate è scarsa.

Quando i frammenti volano e le galassie si uniscono, gli abitanti dei mondi in quelle galassie vedranno solo l’equivalente della Via Lattea, cambiando la sua forma nel corso di milioni di anni. Ma è diverso per le nuvole di gas interstellare. Questi si scontreranno e collasseranno, formando nuove stelle.

La Via Lattea e Andromeda stanno correndo l’una verso l’altra a 110 km / se si scontreranno tra circa quattro miliardi di anni.

L’unico pianeta che può essere facilmente visto è Marte, che può essere trovato nella parte superiore del sud-ovest durante la sera. La luna raggiungerà il primo quarto mercoledì.

READ  La squadra di atterraggio su Marte è "sbalordita" dalla foto del rover in discesa

Ken Tabing è un astronomo del Dominion Astrophysical Observatory.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x