La rara “stella di Natale” appare il 21 dicembre: questo è ciò che dice l’astrologia sulla biblica “Stella di Betlemme”

La rara “stella di Natale” appare il 21 dicembre: questo è ciò che dice l’astrologia sulla biblica “Stella di Betlemme”

In pochi giorni, puoi assistere a un raro evento nel cielo notturno che non si vedeva da quasi otto secoli.

I pianeti più grandi del nostro sistema solare, Giove e Saturno, si allineeranno il 21 dicembre per creare quella che a volte viene chiamata la “stella di Natale”.

Quando i pianeti si allineano nel giorno che segna l’inizio del solstizio d’inverno, sembreranno formare un doppio pianeta. È un evento raro che non vediamo dal Medioevo, secondo Rick Larson del documentario The Star of Bethlehem. In realtà, i pianeti non sarebbero affatto vicini. Apparirà così solo agli spettatori sul campo.


Credito: NASA / JPL-Caltech

“Quello che succede il 21 dicembre, nonostante la sua bellezza, non è la star di Betlemme”, ha detto Larson a CBN News.

Larson ha svolto molte ricerche sull’argomento, rintracciando gli effettivi moti celesti dei pianeti e delle stelle fino al tempo di Cristo. Spiega che “la Stella di Betlemme è una congiunzione tra Giove e Venere”. “L’accoppiamento, che significa vicinanza, era così vicino che fondamentalmente erano impilati come nella Figura 8 e nessuno dei due oscurava la luminosità dell’altro e il risultato era la stella più brillante che qualcuno avesse mai visto.”

Teorie sulla “Stella di Betlemme”

Come riportato da CBN News, mentre ci sono state molte teorie sull’identità della stella biblica di Betlemme emerse alla nascita di Cristo, una combinazione di ricerca storica, intuizione astronomica e comprensione biblica si è combinata per fornire una spiegazione plausibile, miracolosa e comprensibile.

Come sottolinea Larson, questa teoria ha rilevato che Giove fa parte di questa stella. Nel mondo antico, tutti i corpi celesti erano considerati “stelle”.

READ  Il telescopio spaziale Hubble cattura una vista straordinaria dell'eterea "galassia perduta"

I Magi oi Tre Re Magi erano, molto probabilmente, consiglieri della corte di Babilonia che usavano le stelle per guidare il sovrano. Perché Dio guida gli astrologi di tutte le persone dal Re dei Re? Questo esempio, secondo alcuni scrittori, è stato il primo servizio umano di Cristo ai non credenti.

Chi sono esattamente i Magi?

Ma chi sono questi misteriosi saggi? Se ne parla da un antico scrittore ebreo Filone.

Larson, Un esperto della biblica Stella di Betlemme, una volta disse a CBN News che Filone “descrive una particolare scuola di Magi, la chiama Scuola Orientale, e loda questi Magi. Dice che questi uomini capivano l’ordine naturale e potevano spiegare l’ordine naturale agli altri. E lo erano, secondo Filone. Probabilmente ciò che chiameremmo i primi studiosi “.

Gli storici della chiesa primitiva menzionavano la nascita di Cristo intorno al 3 aC, anche se altri studiosi dicevano il 7 aC a causa di quello che sembra essere un malinteso della morte del re Erode tra queste due date.

Larson spiega che ciò che probabilmente videro i Magi furono cinque casi di congiunzioni astronomiche che si verificarono in un periodo di tempo dal 3 agosto al 2 giugno a.C. Quando un pianeta passa accanto a un altro, e visti dalla Terra, si allineano – e questo sarebbe stato di grande importanza per questi astrologi consiglieri.

Ora sappiamo cosa significano queste coniugazioni per questi Magi come se avessero osservato dalla loro terra lontana. Le congiunzioni includevano Leone, Leone, Venere, Giove e la stella Regolo.

Per i babilonesi, il leone rappresentava Israele. Venere era la maternità. Giove simboleggia la genitorialità o la regalità. E Regulus simboleggia i re.

READ  Delta Aquarids, meteore Perseidi a Novi, DC: date di punta

Mettili insieme nella mentalità babilonese e cosa ottieni? Un messaggio chiaro e ripetuto che un grande re è nato in Israele.

Perché il 25 dicembre?

Larson ha utilizzato strumenti astronomici computerizzati per tracciare la convergenza di questi segni celesti che includono Giove, Venere, Leone e Regolo e risalire a quando si sono verificati.

“Nove mesi dopo questa prima congiunzione – nove mesi – il periodo di una gravidanza umana. Vediamo Giove e Venere unirsi per formare la stella più luminosa che si sia mai visto”, ha detto Larson.

Era la metà del 2 giugno aC, di nuovo vicino a Regolo in Leone. Alla fine, Larson fa risalire tutto a una conclusione il 25 dicembre 2 aC.

“Certo, non hanno usato il nostro calendario – sai che il 25 dicembre non significa nulla per loro. Non hanno mai sentito parlare di dicembre, ma per noi, questo potrebbe essere un segno e, cosa abbastanza interessante, il regalo è avvenuto il 25 dicembre”, ha detto.

I cieli dichiarano la gloria di Dio

Grazie ai telescopi odierni, la maestosità del cielo è più visibile che mai. Anche ad occhio nudo, il cantore dichiarò: “I cieli predicano la gloria di Dio”.

Come può farlo? La Stella di Betlemme può essere un esempio nell’annuncio di Cristo? O è una specie di astrologia fuorviante?

“La Bibbia è fortemente influenzata dall’astrologia. L’astrologia, l’idea che le stelle comandino la tua vita o ti guidino o qualsiasi altra cosa – sapevi che si trattava di un omicidio nell’Antico Testamento?” Ha detto Larson.

Ma la Bibbia dice anche che Dio pose miracoli in cielo. Forse la stella di Betlemme era come un termometro.

READ  L'esposizione ai cambiamenti climatici destabilizza o fa collassare le comunità di mammiferi e uccelli nel deserto

“Un termometro può dirti se fa caldo o freddo ma non può renderti caldo o freddo – perché non è un fattore attivo. Le stelle sono così. Secondo la Bibbia, possono dirti delle cose; possono essere segni di un potere superiore, da parte di Dio.” In alto … ma non possono costringerti a fare nulla, bruciano palline di gas, sai “, ha detto Larson.

I romani credevano che la stella fosse tutt’intorno a loro – invece, fu proclamato Re dei re

Naturalmente, i romani che governavano la maggior parte del mondo conosciuto all’epoca credevano che la stella ruotasse attorno a loro e persino la misero su una delle loro monete con l’immagine di Cesare Augusto, che rappresenta quanto sia ammirata la stella. Una specie di stella di Roma, non di Betlemme. Questo era molto probabilmente ciò che spinse i Magi a cavalcare verso Israele.

Mentre l’umano Augusto è storia passata, milioni di persone in tutto il mondo adorano Gesù come l’Alfa e l’Omega, l’inizio e la fine, l’eterno che ha creato i cieli ei segni della sua venuta – che ha detto che anche un giorno tornerà.

Così i Magi andarono a cercare questo re bambino nella capitale degli ebrei, Gerusalemme, e gli ebrei li mandarono a Betlemme, il luogo dove le scritture giudaiche predicevano che sarebbe venuto un re. Il resto è storia.

Nota del redattore: CBN News scrive da anni sulla vera stella biblica di Betlemme. Gran parte del materiale per questa storia è stato originariamente studiato e scritto da Gailon Totheroh quasi due decenni fa.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x