La Russia allontana i giochi di guerra navale dalla costa irlandese tra le tensioni con l’Occidente sull’Ucraina

La Russia afferma che trasferirà le esercitazioni navali al largo delle coste irlandesi dopo che Dublino ha sollevato preoccupazioni al riguardo nel mezzo di una tesa disputa con l’Occidente sull’espansione dell’alleanza NATO e dei timori che la Russia si stia preparando a invadere l’Ucraina.

Il febbraio 3-8 esercitazioni avrebbero dovuto svolgersi a 240 chilometri al largo dell’Irlanda sudoccidentale, in acque internazionali ma all’interno della zona economica esclusiva dell’Irlanda. L’Irlanda è un membro dell’Unione Europea a 27 nazioni ma non un membro della NATO.

Il ministro degli Esteri irlandese Simon Coveney questa settimana si è opposto ai giochi di guerra, dicendo: “Questo non è il momento di aumentare l’attività militare e la tensione nel contesto di ciò che sta accadendo con e in Ucraina. Il fatto che stiano scegliendo di farlo in Occidente confini, se volete, dell’UE, al largo delle coste irlandesi, è qualcosa che, a nostro avviso, semplicemente non è il benvenuto”.

Sabato l’ambasciata russa in Irlanda ha pubblicato una lettera su Facebook dell’ambasciatore Yuriy Filatov in cui affermava che le esercitazioni sarebbero state trasferite al di fuori della zona economica irlandese “con l’obiettivo di non ostacolare le attività di pesca”.

La decisione è stata una rara concessione in mezzo alle crescenti tensioni che circondano l’ammassamento di circa 100.000 soldati da parte della Russia vicino al confine con l’Ucraina e le sue richieste che la NATO prometta di non consentire mai all’Ucraina di unirsi all’alleanza, fermare il dispiegamento di armi della NATO vicino ai confini russi e ritirarsi le sue forze dall’Europa orientale.

USA, NATO respingono le richieste di Mosca

Gli Stati Uniti e la NATO hanno formalmente respinto queste richieste questa settimana, sebbene Washington abbia delineato le aree in cui sono possibili discussioni, offrendo la speranza che ci possa essere un modo per evitare la guerra.

READ  Il tribunale cinese condanna il canadese a 11 anni per spionaggio notizie di politica

Il presidente russo Vladimir Putin non ha fatto commenti pubblici sulla risposta occidentale. Il ministro degli Esteri Sergey Lavrov ha affermato che lascia poche possibilità di raggiungere un accordo, anche se dice anche che la Russia non vuole la guerra.

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin ha dichiarato venerdì che Putin potrebbe usare qualsiasi parte delle sue forze per impadronirsi di città e “territori significativi” ucraini o per compiere “atti coercitivi o atti politici provocatori” come il riconoscimento di territori separatisti all’interno dell’Ucraina.

Due territori nell’Ucraina orientale sono sotto il controllo dei ribelli sostenuti dalla Russia dal 2014, dopo che la Russia ha annesso la penisola di Crimea dall’Ucraina.

GUARDA | Gli Stati Uniti avvertono che un’invasione russa in Ucraina sarebbe “orribile”:

Gli Stati Uniti avvertono che un’invasione russa in Ucraina sarebbe “orribile”

Alti funzionari statunitensi stanno esortando la Russia a fare marcia indietro dall’escalation della tensione con l’Ucraina, avvertendo che un’invasione comporterebbe conseguenze significative. 1:56

Un legislatore russo sta incoraggiando i residenti di quelle aree dell’Ucraina ad arruolarsi nell’esercito russo, segno che Mosca sta continuando a cercare di integrare il più possibile quei territori. Viktor Vodolatsky ha detto sabato che i residenti nelle aree controllate dai ribelli nell’Ucraina orientale temono gli assalti delle forze ucraine e che coloro che sono in possesso di passaporti russi sarebbero i benvenuti nell’esercito russo.

“Se i cittadini russi residenti nel [territories] vogliono entrare a far parte delle forze armate russe, il commissariato militare regionale di Rostov le registrerà e le arruolarà”, ha detto all’agenzia di stampa statale Tass Vodolatsky, vicepresidente della commissione parlamentare per le relazioni con i vicini.

READ  Il suo diploma di scuola superiore è stato trattenuto a causa delle tasse della biblioteca. Dopo 60 anni finalmente ce l'ha fatta

La Russia ha concesso passaporti a più di 500.000 persone nei territori controllati dai ribelli. Vodolatsky ha detto che le reclute avrebbero servito in Russia, ma ciò lascia aperta la possibilità che possano unirsi a qualsiasi futura forza di invasione.

GUARDA | Alcuni russi scettici Putin invaderanno l’Ucraina:

Alcuni russi scettici Putin invaderanno l’Ucraina

Alcuni cittadini russi sono scettici sul fatto che il presidente Vladimir Putin ordinerà un’invasione dell’Ucraina poiché il Cremlino accusa gli Stati Uniti di ignorare le sue preoccupazioni sulla NATO. 2:10

Un alto funzionario dell’amministrazione del presidente Joe Biden ha affermato che gli Stati Uniti hanno accolto favorevolmente i commenti di Lavrov secondo cui la Russia non vuole la guerra, “ma questo deve essere sostenuto con l’azione. Abbiamo bisogno di vedere la Russia ritirare alcune delle truppe che hanno lontano dal confine ucraino e facendo altri passi di de-escalation”. Il funzionario ha parlato in condizione di anonimato perché non autorizzato a parlare pubblicamente.

Lavrov ha affermato che gli Stati Uniti hanno suggerito che le due parti potrebbero parlare di limiti al dispiegamento di missili a raggio intermedio, restrizioni alle esercitazioni militari e regole per prevenire incidenti tra navi da guerra e aerei. Ha detto che i russi hanno proposto di discutere di questi problemi anni fa, ma Washington ei suoi alleati non li hanno mai affrontati.

Ha anche affermato che tali questioni sono secondarie rispetto alle principali preoccupazioni della Russia sulla NATO. Ha detto che gli accordi internazionali affermano che la sicurezza di una nazione non deve avvenire a spese di altre e ha detto che avrebbe inviato lettere alle sue controparti occidentali chiedendo loro di spiegare il loro mancato rispetto di tale impegno.

READ  Accordo sul ripristino dell'accordo nucleare iraniano "a portata di mano" | Notizie dal Medio Oriente
Membri delle forze di difesa territoriale ucraine, unità militari volontarie delle forze armate, si allenano vicino a Kiev sabato. (Efrem Lukatsky/Associated Press)

Washington ha messo in guardia contro la deterrenza in caso di invasione dell’Ucraina, comprese sanzioni contro alti funzionari russi e settori economici chiave. Lavrov ha detto che Mosca aveva avvertito Washington che le sanzioni equivarrebbero a una completa rottura dei legami.

La NATO, nel frattempo, ha affermato che stava rafforzando la sua deterrenza nella regione del Mar Baltico.

La Russia ha lanciato esercitazioni militari che coinvolgono unità di fanteria e artiglieria motorizzate nel sud-ovest della Russia, aerei da guerra a Kaliningrad sul Mar Baltico e dozzine di navi da guerra nel Mar Nero e nell’Artico. Le truppe russe sono anche in Bielorussia per esercitazioni congiunte, sollevando i timori occidentali che Mosca possa organizzare un attacco all’Ucraina da nord dalla Bielorussia. La capitale ucraina dista solo 75 chilometri dal confine con la Bielorussia.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x