La sonda giapponese Lunar Sniper atterra sulla Luna ma soffre di problemi di alimentazione

La sonda giapponese Lunar Sniper atterra sulla Luna ma soffre di problemi di alimentazione

La navicella spaziale robotica SLIM è atterrata sulla Luna questa mattina (19 gennaio), ed è stato un enorme successo per il Giappone: è il quinto paese ad atterrare dolcemente sul vicino più vicino alla Terra. Notizie dall'Azerbaigian Citato da space.com.

“Prima di tutto, l'atterraggio è stato un successo”, ha detto Yamakawa Hiroshi, capo della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA), durante una conferenza stampa post-atterraggio (in giapponese; traduzione inglese fornita da un traduttore durante la conferenza stampa). .

“Andando avanti, dovremmo essere in grado di raggiungere la superficie della Luna”, ha aggiunto Hiroshi. “Penso che ora ci sia una strada aperta verso questo.”

Altri paesi nel club degli sbarchi sulla Luna sono l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti, che hanno effettuato i loro primi voli sulla superficie lunare durante la corsa allo spazio della Guerra Fredda; la Cina, il cui declino iniziale si è verificato nel dicembre 2013; L’India, il cui doppio aereo Chandrayaan-3 è atterrato lo scorso agosto.

Ma non ci sono solo buone notizie per SLIM: i pannelli solari della sonda non generano elettricità come previsto sulla superficie lunare, hanno detto oggi i funzionari della Japan Aerospace Exploration Agency durante una conferenza stampa. Se il problema non verrà risolto presto, SLIM potrebbe rimanere in silenzio per sempre. La sua batteria può supportare le operazioni sulla Luna solo per poche ore.

SLIM (abbreviazione di “Smart Lander for Investigating Moon”) è stato lanciato lo scorso settembre, insieme a un telescopio spaziale a raggi X chiamato XRISM. Il telescopio è stato schierato nell'orbita terrestre bassa poco dopo il decollo (e recentemente ha inviato a casa le sue prime immagini di prova), ma SLIM è decollato verso lidi celesti più lontani.

READ  Impostazione record (temperatura) direttamente nei Territori del Nordovest

La sonda ha intrapreso un percorso lungo e tortuoso verso la Luna, raggiungendo infine l'orbita lunare il giorno di Natale. La sua orbita iniziale era altamente ellittica, portando SLIM entro 373 miglia (600 km) dalla superficie lunare nel punto più vicino e 2.485 miglia (4.000 km) nel punto più lontano.

Domenica mattina presto (14 gennaio), SLIM ha eseguito un'accensione critica del motore, che ha ruotato la sua orbita fino a un'altitudine di 373 miglia e ha posto le basi per le operazioni di atterraggio e atterraggio.

Questi processi si sono intensificati con un'altra esplosione questa mattina, facendo cadere l'orbita di SLIM a circa 9 miglia (15 km) sopra la superficie lunare. L'operazione è culminata in un tentativo di atterraggio, iniziato oggi intorno alle 10:00 EST (15:00 GMT; mezzanotte JST) e terminato 20 minuti dopo.

Tutto sembrava andare liscio: SLIM ha raggiunto i suoi vari traguardi durante l'atterraggio e il lander ha comunicato con i suoi assistenti durante tutto il percorso storico dell'atterraggio e oltre. Tuttavia, la Japan Aerospace Exploration Agency non è stata in grado di confermare lo status di SLIM immediatamente dopo l'atterraggio. Circa un'ora dopo, l'agenzia ci ha aggiornato tramite conferenza stampa, spiegando i problemi di alimentazione della sonda.

I funzionari della Japan Aerospace Exploration Agency hanno affermato che non è chiaro il motivo per cui le celle solari non funzionassero. Ma è improbabile che sia stato danneggiato durante l'atterraggio, perché altri dispositivi SLIM hanno un bell'aspetto e sono funzionanti. Secondo la Japan Aerospace Exploration Agency, probabilmente il lander non sarà puntato verso il sole come previsto.

SLIM mirava ad atterrare entro 330 piedi (100 metri) dalla posizione target sul bordo del cratere Shiuli, spiegando il soprannome di “cecchino lunare” del lander.

READ  Il perseverante rover della NASA ha catturato un'eclissi solare su Marte

“Sebbene impressionanti di per sé, le ambizioni di atterraggio di questa missione sono anche fondamentali per il futuro dell’esplorazione scientifica della Luna”, ha scritto la Planetary Society in una descrizione della missione.

“L’interesse globale per la Luna sta crescendo, con molti paesi ed entità commerciali che entrano in campo”, ha aggiunto il gruppo no-profit, guidato da Bill Nye. “Con l'avanzare dell'esplorazione lunare, aumenterà la necessità di puntare a luoghi specifici per affrontare questioni scientifiche in sospeso. L'architettura della missione SLIM spera di cambiare i parametri delle missioni di atterraggio lunare, dall'atterraggio dove è facile all'atterraggio esattamente dove è necessario.”

I funzionari della Japan Aerospace Exploration Agency hanno affermato durante la conferenza stampa che SLIM sembra aver raggiunto la precisione di atterraggio richiesta, anche se potrebbe volerci circa un mese prima che il team della missione confermi tale conclusione.

SLIM mira anche a dimostrare che i veicoli spaziali piccoli e relativamente economici sono capaci di imprese esplorative impressionanti. Secondo la Planetary Society, la sonda pesa solo 440 libbre (200 chilogrammi) senza propellente e lo sviluppo della missione è costato circa 18 miliardi di yen (120 milioni di dollari).

SLIM trasportava anche due piccoli rover: una piccola tramoggia chiamata LEV-1 e un veicolo a forma di palla noto come LEV-2. (“LEV” è l'abbreviazione di “Lunar Excursion Vehicle”.) Questi piccoli robot sono progettati per schierarsi dalla nave madre SLIM, raccogliere alcuni dei propri dati e scattare foto.

Funzionari della Japan Aerospace Exploration Agency hanno affermato oggi che i dati indicano che sia LEV-1 che LEV-2 sono stati schierati come previsto. È noto che LEV-1 è operativo, aumentando i risultati della missione.

READ  Prossima passeggiata spaziale per la NASA venerdì. Ecco come guardare

Seguici su Twitter @AzerNewsAz

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x