La vedova di Navalny, Yulia, si impegna a continuare la sua lotta per una “Russia libera” | Notizie su Vladimir Putin

La vedova di Navalny, Yulia, si impegna a continuare la sua lotta per una “Russia libera” |  Notizie su Vladimir Putin

La lettera di Navalnaya arriva mentre le autorità russe affermano che le indagini sulla morte di Navalny sono state estese e la causa rimane “sconosciuta”.

Yulia Navalnaya ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di aver ucciso suo marito, Alexei Navalny, e si è impegnata a continuare la lotta del defunto leader dell'opposizione per una “Russia libera”.

“Tre giorni fa, Vladimir Putin ha ucciso mio marito, Alexei Navalny”, ha detto la vedova in un video di nove minuti pubblicato lunedì.

“Uccidendo Alexei, Putin ha ucciso metà di me, metà del mio cuore e metà della mia anima… Ma ho ancora l'altra metà, e lui mi dice che non ho il diritto di rinunciarvi. Continuerò il lavoro di Alexei Navalny e io continueremo a lottare per il nostro Paese”, ha detto, trattenendo le lacrime.

“Voglio vivere in una Russia libera. Voglio costruire una Russia libera”, ha detto Navalnaya.

“Vi esorto a starmi accanto”, ha detto. “Vi chiedo di condividere la mia rabbia. Rabbia, rabbia e odio verso coloro che hanno osato uccidere il nostro futuro.”

Navalny è morto venerdì all’età di 47 anni nella colonia carceraria di alta sicurezza IK-3 a Kharp, una città a nord del circolo polare artico a circa 1.900 chilometri (1.200 miglia) a nord-est di Mosca, dove stava scontando una pena di 19 anni. le accuse. Dall'estremismo.

Le circostanze della morte del leader dell'opposizione restano misteriose. Mosca dice che Navalny si è sentito male ed è svenuto dopo aver camminato, e gli sforzi dei paramedici non sono riusciti a rianimarlo.

Tre giorni dopo la sua morte, alla famiglia di Navalny non è stato permesso di vedere il suo corpo.

READ  Il vicino fa il dito medio alla mamma di Virginia durante l'intervista a Fox News sulla teoria critica della razza

Sabato la colonia carceraria ha informato la madre di Navani che il corpo di suo figlio si trovava in un obitorio nella città di Salekhard, vicino alla prigione. Dopo una visita della famiglia lì, la portavoce della famiglia di Navalny, Kira Yarmysh, ha detto che il corpo non era all'obitorio.

Lunedì le autorità russe hanno informato la madre e l'avvocato di Navalny che le indagini sulla sua morte erano state “estese” a tempo indeterminato, ha scritto Yarmysh sui social media, aggiungendo che la causa della morte rimane “sconosciuta”.

Navalnaya ha accusato le autorità russe di aver nascosto il corpo di Navalny e di aver aspettato che le tracce dell'agente nervino Novichok scomparissero dal suo corpo.

Il media indipendente Mediazone ha ottenuto filmati che mostrano quattro veicoli, compresi quelli del servizio carcerario, che attraversano l'unica strada che collega Labetnanji, vicino alla prigione, con Salekhard. Secondo i media, l'insolito convoglio indicava che il corpo di Navalny sarebbe stato trasportato a Salechard.

La mancanza di chiarezza sulla morte dell'attivista dell'opposizione – che sembrava sano e stava scherzando con un giudice appena un giorno prima della sua morte – ha portato molti leader occidentali, tra cui il presidente americano Joe Biden, ad addossarsi la responsabilità della sua morte. Metterlo in.

READ  Condominio distrutto da un incendio a Castlegar

Il capo della politica estera dell'Unione Europea, Josep Borrell, ha dichiarato lunedì che Putin sarà ritenuto responsabile della morte di Navalny, e si aspetta che gli Stati membri dell'UE propongano nuove sanzioni sui direttamente responsabili del trattamento di Navalny, compresi i funzionari del sistema carcerario russo.

In una riunione dei ministri degli Esteri dell'UE a Bruxelles, il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha detto che i diplomatici “avvieranno ulteriori misure sanzionatorie” per la morte di Navalny.

Lunedì il Cremlino ha definito “crudeli” le accuse occidentali sul coinvolgimento di Mosca nella morte di Navalny e ha affermato che “sono state prese tutte le misure necessarie”.

“In condizioni in cui non ci sono informazioni, riteniamo assolutamente inaccettabile fare dichiarazioni così francamente scortesi”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Navalny, ex avvocato, è salito alla ribalta nella sua campagna contro la corruzione. Era noto per i suoi discorsi infuocati durante le proteste pubbliche e in tribunale e per le dettagliate indagini video condotte dalla sua squadra sulla corruzione statale.

Dopo la notizia della sua morte, migliaia di persone hanno sfidato le temperature invernali in Russia per onorarlo. Secondo il gruppo per i diritti OVD-Info, più di 360 persone sono state arrestate in 39 città, mentre deponevano fiori ai memoriali delle vittime della repressione politica e ai memoriali dedicati.

L'organizzazione per i diritti umani ha lanciato una petizione chiedendo al comitato investigativo di consegnare il corpo di Navalny alla sua famiglia. Più di 50mila persone hanno firmato il documento.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x