L’ambasciatore del Myanmar nel Regno Unito ha chiuso l’ambasciata di Londra in quello che sembrava essere un “colpo di stato” del suo vice

L’ambasciatore del Myanmar nel Regno Unito ha detto a Reuters che gli è stato negato l’ingresso all’ambasciata di Londra mercoledì, e fonti hanno detto che il suo vice lo ha chiuso fuori dall’edificio e ha assunto per conto dei militari.

I militari hanno preso il potere in Myanmar con un colpo di stato a febbraio e hanno represso i manifestanti a favore della democrazia.

L’ambasciatore Kyaw Zuar Min si è separato dalla giunta al potere nelle ultime settimane, chiedendo il rilascio del leader civile detenuto Aung San Suu Kyi.

“Sono stato rimosso da me”, ha detto a Reuters fuori dall’ambasciata nel centro di Londra.

“È una specie di colpo di stato nel centro di Londra … puoi vedere che stanno occupando un edificio”, ha detto, notando che stava parlando al Ministero degli esteri britannico della situazione.

Guarda | L’ambasciatore è rimasto in piedi in strada:

L’ambasciatore del Myanmar nel Regno Unito, Kyaw Zuar Min, è stato chiuso mercoledì dall’ambasciata a Londra dal suo vice. 0:42

Quattro fonti diplomatiche che hanno familiarità con la questione hanno affermato che il vice ambasciatore Chet Win aveva assunto l’incarico di affari e che lui e l’addetto militare avevano sigillato l’ambasciatore fuori dall’edificio.

I visitatori di Kyaw Min hanno parlato accanto all’ambasciata, mentre la polizia faceva la guardia. Parla con i manifestanti in strada fuori.

“Siamo a conoscenza di una protesta in corso davanti all’ambasciata del Myanmar a Mayfair, Londra. Gli ufficiali dell’ordine pubblico stanno assistendo. Non ci sono stati arresti”, ha detto la polizia in un comunicato.

Il mese scorso, l’ambasciatore Kyawu Min ha chiesto il rilascio di Suu Kyi e ha estromesso il presidente Win Myint, elogiando il suo “coraggio” dal ministro degli esteri britannico Dominic Raab.

READ  Il partito del cancelliere tedesco Angela Merkel sceglie un nuovo leader

“Questo è un edificio e non ho bisogno di entrare. Ecco perché sto aspettando qui”, hanno detto a Reuters i visitatori di Kyaw Min.

Il Regno Unito ha imposto sanzioni

La Gran Bretagna ha imposto sanzioni all’esercito del Myanmar e ad alcuni dei suoi interessi commerciali all’indomani del colpo di stato e ha chiesto il ripristino della democrazia.

Funzionari britannici stavano parlando con rappresentanti di entrambe le parti e con la polizia, con l’obiettivo di risolvere rapidamente e con calma la situazione di stallo all’ambasciata.

Un portavoce del ministero degli Esteri britannico ha dichiarato in un comunicato: “Stiamo cercando ulteriori informazioni a seguito di un incidente avvenuto presso l’ambasciata del Myanmar a Londra”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x