Le e-mail aziendali sono state rese pubbliche nel caso di diffamazione di Dominion Voting

Le e-mail aziendali sono state rese pubbliche nel caso di diffamazione di Dominion Voting

Un avvocato accusato di accesso illegale alle macchine per il voto nel Michigan dopo le elezioni del 2020 è stato arrestato lunedì dopo un'udienza in un caso separato presso il tribunale federale di Washington, DC.

Stephanie Lambert è stata arrestata dagli US Marshals dopo un'udienza sulle possibili sanzioni contro di lei per aver pubblicato e-mail segrete da Dominion Voting Systems, bersaglio di teorie cospirative sulla perdita dell'ex presidente Donald Trump alle elezioni del 2020. Lambert ha ottenuto le e-mail di Dominion in rappresentanza di Patrick Byrne, un importante finanziatore dei teorici della cospirazione elettorale che è stato citato in giudizio da Dominion per diffamazione.

L'ufficio del maresciallo americano ha dichiarato in un comunicato che Lambert è stato arrestato “con l'accusa locale”. Un giudice del Michigan all’inizio di questo mese ha emesso un mandato di arresto nei confronti di Lambert dopo che lei aveva saltato un’udienza nel suo caso, dove era stata accusata di quattro reati per aver avuto accesso alle macchine per il voto in cerca di prove di una teoria del complotto anti-Trump. Lambert aveva già intentato una causa, senza successo, per ribaltare la sconfitta di Trump nel Michigan.

Lunedì scorso, Lambert ha ammesso di aver passato i documenti di Dominion Voting Systems alle “forze dell’ordine”. Ha quindi allegato al suo fascicolo nel Michigan una dichiarazione giurata contenente alcune e-mail trapelate e firmata da Dar Leff, uno sceriffo della contea nel Michigan settentrionale che ha indagato su false accuse di frode elettorale diffusa nelle elezioni del 2020. Il resto dei documenti è stato pubblicato su un account chiamato Leaf su X, la piattaforma social ufficialmente conosciuta come Twitter.

READ  La Corte Suprema degli Stati Uniti apre la strada all'estradizione di coloro che sono accusati di complotto contro Ghosn | Notizie sui tribunali

LEAF non ha risposto alle richieste di commento. L'avvocato di Lambert, Daniel Hartman, non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

Byrne ha scritto in un messaggio di testo che non sapeva se Lambert fosse stata arrestata, “ma se fosse stata arrestata, la rispetto di più e lei potrebbe aumentare la sua tariffa nei miei confronti”.

Lambert ha affermato che i documenti della Dominion ottenuti durante la scoperta erano prove di “crimini” e dovevano essere divulgati.

Byrne ha scritto su X che Lambert “ha firmato un accordo di non divulgazione, ma ha trovato prove di un crimine in corso e lo ha denunciato alle forze dell'ordine. Se avesse trovato una testa mozzata nella cassetta del ritrovamento, avrebbe avuto il dovere di denunciarlo”. anche alle forze dell’ordine”.

Venerdì Dominion ha presentato una mozione per chiedere il licenziamento di Lambert dal caso Byrne per aver violato l'ordine protettivo emesso dal giudice distrettuale statunitense Muksila A. Upadhyaya sui documenti del caso. Ha detto che le rivelazioni di Lampert hanno innescato una nuova ondata di minacce nei confronti della società, che è stata al centro di elaborate teorie cospirative sulla perdita di Trump.

“Queste azioni dovrebbero scioccare la coscienza”, ha scritto Dominion nella sua mozione per squalificare Lambert. “Ciò riflette un completo disprezzo per gli ordini di questo tribunale, per non parlare della sicurezza dei dipendenti della Dominion.”

Upadhyaya ha detto durante l'udienza di lunedì di aver programmato un'udienza successiva per determinare se le sanzioni contro Lambert o la sua rimozione dal caso siano appropriate.

Dominion ha intentato diverse cause legali per diffamazione contro coloro che diffondono teorie del complotto e incolpano le sue attrezzature elettorali per la perdita di Trump nel 2020. Fox News ha risolto il più importante di questi casi per 787 milioni di dollari l'anno scorso.

READ  Meteo invernale: la tempesta inonda la Florida prima di dirigersi verso la costa

La causa di Dominion contro Byrne è una delle tante che la società ha intentato contro importanti negazionisti elettorali, tra cui il fondatore di MyPillow Mike Lindell e l'avvocato Sidney Powell.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x