L’Irlanda ringrazia poca pietà mentre le pance si avvicinano al decollo

Mentre i nostri ragazzi si sono scontrati con l’Ungheria martedì sera, dopo aver vinto una partita di fila, per alcuni di noi il dolore di andare con un gol ad Andorra giovedì sera non è diminuito del tutto. È il momento di David Gualtieri.

Per quelli troppo giovani da ricordare, come Gavin Bazunu e Troy Parrott, la coppia è nata quasi un decennio dopo quella fatidica serata, Davide è stato il giovane che ha aspettato ben 8,3 secondi affinché San Marino segnasse contro l’Inghilterra nelle qualificazioni ai Mondiali del 1993 .

Il fatto che l’Inghilterra abbia vinto la partita per 7-1 è stato in gran parte dimenticato, la vergogna di concedere a San Marino di sempre, figuriamoci dopo 8,3 secondi, una vergogna nella loro storia calcistica.

Il gol di Andorra era in qualche modo simile, il fatto che i nostri ragazzi abbiano vinto per quattro a uno alla fine generalmente ignorato, la parte amante del calcio della nazione ha risposto con una parola per concedere quel gol: “Murto”.

Questo, ovviamente, ha portato Peter Collins e Richie Sadler a essere un po’ corti quando si è trattato di riassumere il post-partita, e Peter ha paragonato la vittoria, ad esempio, alla sconfitta degli italiani al Giants Stadium (stiamo assolutamente esagerando qui, non ha detto niente del genere), Ritchie è completamente abbattuto, sostenendo che l’Irlanda era solo in prima linea, quando un gruppo di giocatori del “Campionato di Andorra e della quarta divisione spagnola” è diventato “talento” nelle fasi finali del incontro.

È stato uno scambio caldo e delizioso, ma nessun seguito, la coppia ha negato la mossa sinistra per lasciarli raffreddare e Daraj Maloney, Lisa Fallon e Kevin Doyle hanno preso il comando della partita dell’Ungheria.

READ  Morbidelli vince la MotoGP di San Marino e Binder 12 su SA

Oppure potrebbe essere semplicemente RTÉ che dice a Peter e Ritchie: “Ragazzi, non c’è modo di farvi fare un’altra amichevole in Irlanda alla fine della stagione, quindi andate a South William Street e rilassatevi”.

Kev e Lisa erano più tolleranti nell’esibirsi contro Andorra rispetto a Richie, e Lisa ha notato che tali squadre ti avrebbero “succhiato la vita”, che era certamente come si sentivano coloro che hanno guardato la partita, mentre Kev ci ha ricordato che era un “falso astro pitch” e un “volo in autobus per cinque ore” per raggiungere il luogo, quindi non è stato sorprendente che l’Irlanda abbia giocato la vita di un dodo.

Riscaldamento

Quanto è diversa questa sfida? Bene, dopo essere stato sorteggiato nel gruppo di Euro 2021 con Francia, Germania e Portogallo, l’Ungheria ha chiaramente deciso di volere un’ultima partita amichevole contro una squadra che pensavano di poter schiacciare, soprattutto con solo le spiagge in mente, solo per provarci . Sollevarne qualcuno prima, forse, di essere annientato dai tre avversari del gruppo.

Notizie di squadra. Come ci aspettavamo, l’Ungheria ha iniziato con Gulacsi, Kecskes, Orban, Bolla, Kleinheisler, Nagy, Schafer, Fiola, Varga, due Szalais e George Hamilton sul punto di perdere i denti quando ha letto i loro nomi. Kenny Cunningham, in questo preciso momento, ha scelto di rimanere in silenzio fino a quando non è apparsa la squadra irlandese, e poi ha proceduto a chiamare Gavin Fella tutto tranne Bazunu – Banuzu, Banizu, Bunizo, quel genere di cose.

È una questione di età, o passi mezza serata su Wikipedia a cercare i ragazzi della nostra squadra in questi giorni, e una buona parte di loro è un po’ fuori dal comune, quindi il giovane David Gualtieri potrebbe essere la loro nonna?

READ  Salah combatte Kane per la Scarpa d'Oro

Non importa quando giochi. L’Irlanda si è messa in ginocchio, l’Ungheria no, optando invece per indicare lo stemma FIFA del “rispetto” sulle proprie maglie, l’affollato Szoza Ferenc Stadium scegliendo di non rispettare da lontano il gesto dei giocatori irlandesi, fischiando invece il loro pegyus . Questo è diventato un ragazzo frustrato.

il gioco? Non c’è molto da dire, davvero, è molto simile all’amichevole di fine stagione tra Ungheria e Irlanda che ci aspettavamo. Ma 0-0, sarebbe bello.

“Il nostro stomaco era a terra”, ha detto Kev delle prime fasi del regno di Stephen Kenny, quindi è stato abbastanza felice che Andorra abbia vinto e l’Ungheria abbia pareggiato, il che ha segnato una buona conclusione di un periodo difficile. Gli stomaci non sono abbastanza alti, ma stanno per decollare.

Tempo di vacanze, e nessuno ne merita uno più di Stephen Kenny. Poiché la maggior parte di noi ha bisogno di Wikipedia per selezionare una parte del nostro team, ha guadagnato la nostra pazienza.

felici vacanze.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x