L’isterectomia precoce aumenta il rischio di malattie cardiovascolari | Le ultime novità per medici, infermieri e farmacisti

L’isterectomia precoce aumenta il rischio di malattie cardiovascolari |  Le ultime novità per medici, infermieri e farmacisti

Sottoporsi a isterectomia precoce sembra mettere le donne ad aumentato rischio di malattie cardiovascolari (CVD), in particolare ictus, come riportato in uno studio.

Per lo studio sono state valutate un totale di 135.575 donne di età compresa tra 40 e 49 anni. I ricercatori hanno eseguito punteggi di corrispondenza della propensione in base a covariate come età, stato socioeconomico, regione, indice di comorbidità di Charlson, ipertensione, diabete, dislipidemia, menopausa, terapia ormonale della menopausa e chirurgia annessiale.

Dopo l’abbinamento, sono state incluse per l’analisi un totale di 55.539 coppie (età media 45 anni) nei gruppi isterectomia e non isterectomia. L’endpoint primario era la malattia cardiovascolare incidente, che era l’infarto del miocardio, la rivascolarizzazione dell’arteria coronaria e l’ictus.

Su un follow-up medio di 7,9 anni complessivi, i tassi di malattie cardiovascolari erano 115 per 100.000 anni-persona per il gruppo isterectomia e 96 per 100.000 anni-persona per il gruppo isterectomia. Un’analisi multivariata di Cox ha mostrato che l’isterectomia era associata a un aumento del 25% del rischio di malattie cardiovascolari (rapporto di rischio [HR]1,25, intervallo di confidenza del 95%. [CI]1.09 – 1.44).

Quando sono stati analizzati i singoli componenti, è stato osservato solo un rischio più elevato di ictus nel gruppo di isterectomia (HR, 1,31, 95% CI, 1,12-1,53).

Infine, in un’analisi che escludeva le donne sottoposte a ovariectomia, l’isterectomia ha mostrato un’associazione coerente con il rischio cardiovascolare (HR, 1,24, 95% CI, 1,06-1,44).

READ  Oltre il locale: un'eclissi solare è causata da una notevole coincidenza celeste di magnitudo e distanza

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x