L’Italia accetta di collaborare con l’Albania per dare rifugio ai migranti durante le procedure di asilo

L’Italia accetta di collaborare con l’Albania per dare rifugio ai migranti durante le procedure di asilo

Roma-

Mercoledì la Camera bassa del Parlamento italiano ha approvato un nuovo accordo del governo con l’Albania per ospitare i migranti mentre le loro richieste di asilo vengono esaminate, una pietra angolare degli sforzi del Primo Ministro Giorgia Meloni per condividere il peso della migrazione con il resto d’Europa.

La proposta, approvata con 155 voti favorevoli, 115 contrari e due astensioni alla Camera dei Rappresentanti, passa ora al Senato, dove anche le forze di destra della Meloni hanno un'ampia maggioranza.

Meloni e il primo ministro albanese Edi Rama hanno annunciato lo scorso novembre l’iniziativa pionieristica, in base alla quale l’Albania ospiterà fino a 36.000 migranti per un anno in due centri mentre l’Italia accelera le loro richieste di asilo.

L’Italia cerca da tempo iniziative concrete di solidarietà da parte dei paesi dell’UE per aiutarla ad affrontare le decine di migliaia di migranti che arrivano ogni anno. L’Albania spera di aderire al blocco e l’Italia è stata un forte sostenitore della sua candidatura.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha sostenuto l’accordo come un’iniziativa importante e il risultato di una riflessione “fuori dagli schemi” necessaria per affrontare la questione migratoria. Ma i gruppi per i diritti umani hanno espresso preoccupazione per il fatto che l’Italia stia esternalizzando i suoi obblighi internazionali. L'opposizione di centrosinistra italiana ha descritto l'accordo come un costoso esercizio di propaganda in vista delle elezioni europee di quest'anno e un vergognoso tentativo di trasformare l'Albania nella “Guantanamo” italiana.

La Corte Costituzionale albanese a dicembre ha sospeso la ratifica dell'accordo in attesa di una revisione della sua costituzionalità, ma Rama si è detto fiducioso che la corte non riscontrerà alcuna violazione.

READ  "Non preoccuparti per la tua università"

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x