L’Italia è la vita ideale per investitori, privati ​​con patrimoni elevati e family office?

L’Italia è la vita ideale per investitori, privati ​​con patrimoni elevati e family office?

Nel mondo frenetico di oggi, in cui le famiglie sono sparse in tutto il mondo e le imprese operano in più aree geografiche, è aumentata la domanda di soluzioni fiscali e di strutturazione patrimoniale flessibili e innovative.

Molti paesi hanno identificato questo cambiamento e hanno iniziato a offrire incentivi finanziari per soddisfare questa domanda. Alcuni paesi hanno anche la fortuna di avere altri fattori che attraggono investitori stranieri, come governi stabili, assistenza sanitaria e diversi fattori legati allo stile di vita e alla qualità della vita.

Tuttavia, ci sono anche fattori che spingono le persone benestanti a lasciare i paesi. Alcuni esempi recenti includono l’attuale nuova tassa norvegese sulla ricchezza e sull’uscita o semplicemente l’elevato carico fiscale sostenuto da altri paesi europei come la Francia, dove hanno un’elevata imposta di successione.

Al di fuori dell’Unione Europea, molti cittadini stranieri stanno cercando modi per entrare nell’Unione Europea. Con paesi come il Portogallo che hanno interrotto il loro programma di investimenti tradizionalmente favorito, è sorta una nuova domanda. E l'ultimo annuncio a riguardo Il partito laburista del Regno Unito sta valutando la possibilità di modificarlo Il sistema fiscale per i non residenti nel Regno Unito

In Italia o non in Italia

Oggi molti giovani imprenditori e investitori guardano il mondo in modo diverso, non solo dal punto di vista della massimizzazione della ricchezza e dei paradisi fiscali, ma anche dal punto di vista della valutazione dello stile di vita, dei fattori sociali e dell’assistenza sanitaria. L'attrattiva esercitata dall'Italia sugli individui con patrimoni elevati e sui family office include il suo meraviglioso paesaggio, l'ottimo cibo, la moda e il ricco tessuto culturale. Tuttavia, si estende anche oltre.

L’Italia offre diverse vie fiscali per l’ingresso, da un programma di attrazione della conoscenza per competenze elevate a visti per investitori, trasferimenti di ricchezza o programmi non nazionali. Per gli individui con un patrimonio netto elevato che desiderano trasferirsi, esiste una flat tax sui redditi esteri per i nuovi residenti di 100.000 euro all’anno, uno schema progettato per attrarre le persone che cercano di migliorare la propria esposizione fiscale godendo al tempo stesso dei vantaggi della residenza europea. Questi vantaggi, uniti alle normative che facilitano regali e donazioni, rendono l’Italia una giurisdizione attraente per la regolamentazione della ricchezza.

Dott. Andrea Carassini, che presiede Scheda SIM per family office aziendale, “Si viene in Italia per vivere”, dice un multifamily office italiano. “Altre giurisdizioni sono come prigioni sicure dove dormi ma ti svegli e vuoi andare altrove”. Carrassini sottolinea il duplice fascino di avere molti segni di stabilità, tra cui il L'impegno del Paese Nel rispetto dei titoli di Stato, dell'eccellente sistema sanitario pubblico e dell'appeal dell'Italia come “paradiso fiscale sicuro e interno”.

Marco Messina, giovane avvocato specializzato in clientela privata presso lo Studio Tributario e Societario Deloitte, è d'accordo: “Stiamo assistendo a un aumento della migrazione della ricchezza che segue la tendenza globale di persone benestanti che si spostano verso diverse giurisdizioni per ragioni personali, aziendali e geopolitiche.“.

Secondo Messina, alcune UNWI applicano il regime privato non solo per gli aspetti fiscali regolari ma anche come forma di pianificazione patrimoniale e successoria per i propri figli. Il programma copre anche le imposte sulle successioni e sulle donazioni sui beni esteri, che in ogni caso ammontano solo al 4% per i contribuenti ordinari. Messina ritiene che ciò renda l’Italia un paradiso fiscale per le imposte di successione. Inoltre, molti family office stanno cercando di riorganizzare le imprese familiari in Italia; Fatti salvi requisiti specifici, i figli possono acquisire le attività dei genitori in totale esenzione fiscale.

È tutta la dolce vita?

Nel frattempo, solo alcune persone condividono le belle prospettive dell’Italia, altri credono che un’elevata qualità della vita comporti sfide, tra cui un ambiente imprenditoriale complesso e una potenziale mancanza di talenti in futuro.

Articoli e discussioni recenti evidenziati Un netto afflusso di giovani qualificati all’estero, e l’Italia ha uno dei più alti tassi di turnover governativo nel G8, sostenendo che ciò dimostra che l’ambiente italiano è politicamente instabile.

Questo punto di vista contrastante sottolinea la necessità di valutare il paesaggio complessivo quando si sceglie un habitat. Quando si cercano alternative, l’Italia si scontra subito con la vicina Svizzera. Essendo principalmente di lingua italiana, Lugano è in gran parte costruita attorno alle esigenze di gestione patrimoniale degli italiani che desiderano una base svizzera per la loro ricchezza.

Date le sfide esistenti, sorge la domanda: come può l’Italia aumentare la propria attrattiva come potenziale centro per i family office? Migliorare la stabilità politica, aumentare l’alfabetizzazione finanziaria e alleggerire l’onere finanziario sulle imprese potrebbe aumentare significativamente l’attrattiva dell’Italia. Gli sforzi per aprirsi maggiormente ai mercati internazionali, semplificare il sistema fiscale e promuovere un ambiente più favorevole alle imprese sono passi fondamentali per rendere l’Italia un’opzione più praticabile e, secondo Ernesto Lanzillo, capo della società di private equity Deloitte DCM, questo è attualmente “L'interazione La collaborazione tra imprese private ed enti pubblici locali e centrali è un elemento su cui l'Italia sta lavorando per responsabilizzare gli imprenditori e rendere il Paese più attrattivo.

Prima di dire “Arrivederci”, c'è molto da considerare

La decisione di costituire un family office o una struttura patrimoniale in Italia è multiforme. Scegliere l’Italia come patria della ricchezza non è una decisione valida per tutti, ma piuttosto una scelta strategica che deve tenere conto dei vantaggi finanziari, del contesto imprenditoriale, delle preferenze politiche e dello stile di vita prima di valutare le preferenze regionali tra Roma per la sua storia e Milano per il suo. Design e moda oppure Puglia per l'enogastronomia. Resta la domanda se l’Italia sia “La Dolce Vita”.

Seguimi Twitter O LinkedIn. pagando per me sito web.

READ  Le gondole rimangono bloccate mentre i canali di Venezia si prosciugano

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x