― Advertisement ―

spot_img
HomeEconomyL'Italia intende uscire dall'accordo della Belt and Road della Cina mentre le...

L’Italia intende uscire dall’accordo della Belt and Road della Cina mentre le relazioni si deteriorano

(Bloomberg) — L’Italia ha comunicato agli Stati Uniti che intende recedere da un controverso accordo di investimento con la Cina entro la fine dell’anno.

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

distribuzione

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha rassicurato il presidente della Camera degli Stati Uniti Kevin McCarthy durante un incontro a Roma la scorsa settimana che, sebbene non sia stata presa alcuna decisione definitiva, il suo governo preferirebbe uscire dal suo ruolo nella massiccia iniziativa cinese Belt and Road, secondo i presenti. nelle conversazioni.

L’Italia ha aderito all’iniziativa per le infrastrutture nel 2019 quando Giuseppe Conte era primo ministro, diventando l’unico paese del G7 a far parte dell’accordo. La partecipazione si rinnoverà automaticamente nel 2024 a meno che Roma non esca effettivamente dall’accordo.

L’Italia, come la maggior parte dell’Europa, è intrappolata tra le crescenti tensioni tra Washington e Pechino, che sono state esacerbate dal continuo sostegno di Pechino alla Russia. I paesi europei stanno lottando per bilanciare il desiderio di impegnarsi con la Cina nel commercio e negli investimenti mentre respingono le accuse di coercizione economica.

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Un portavoce della Meloni ha rifiutato di commentare. L’ufficio di McCarthy non ha risposto alle richieste di commento.

Il ministero degli Esteri cinese ha sottolineato che i due paesi hanno assistito a una “fruttuosa cooperazione” nel commercio, nella produzione e nell’energia pulita sin dalla firma dell’accordo.

READ  Gli italiani tornano sulla Terra nella loro versione della 'Grande Rassegna'

“Le due parti dovrebbero sfruttare maggiormente il potenziale di cooperazione della Belt and Road Initiative e intensificare la cooperazione reciprocamente vantaggiosa in tutti i campi”, ha detto mercoledì il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ai giornalisti durante una regolare conferenza stampa.

Le persone, che hanno chiesto di non essere identificate perché le discussioni sono private, hanno detto che gli Stati Uniti hanno fatto pressioni su Roma affinché prendesse una posizione pubblica sulla questione, abbandonando l’accordo.

I consiglieri diplomatici della Meloni stanno ancora discutendo sui dettagli e sui tempi della decisione, temendo ritorsioni economiche da parte della Cina, e probabilmente non verrà annunciato nulla prima dell’inizio del vertice dei leader del G-7 a Hiroshima, in Giappone, il 19 maggio, secondo il People . .

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

La possibile mossa è strettamente correlata alla posizione della Meloni sugli investimenti cinesi in Italia e, in particolare, sull’imminente opzione sull’uso del potere esecutivo per limitare l’influenza della cinese Sinochem Holdings Corp., il maggiore azionista del produttore di pneumatici Pirelli & C. SpA, diceva la gente. Questa decisione è stata rinviata alla fine di maggio.

Bloomberg ha riferito il mese scorso che i funzionari italiani stanno discutendo una serie di opzioni nell’ambito dei colloqui con gli investitori Pirelli sulla struttura proprietaria della società. Una persona ha aggiunto che il governo potrebbe assumere una posizione più neutrale sul ruolo di Sinochem come parte della decisione globale sull’uscita della Belt and Road.

La Belt and Road Initiative cinese ha finanziato 900 miliardi di dollari in progetti infrastrutturali a livello globale.

READ  Rilascio dei dati sul clima degli investimenti per il 2022

— Con l’assistenza di Eric Wasson e Lucille Liu.

(Aggiornamenti con commenti del Ministero degli Affari Esteri cinese).