Lo svizzero Nemo vince il 68° Eurovision Song Contest dopo che l’evento è stato rovinato dalle proteste contro la guerra di Gaza

Lo svizzero Nemo vince il 68° Eurovision Song Contest dopo che l’evento è stato rovinato dalle proteste contro la guerra di Gaza

Malmö (Svezia) – Il cantante svizzero Nemo ha conquistato il 68esimo posto gara musicale Eurovision domenica mattina presto con “The Code”, un’ode rap operistica al viaggio del cantante verso l’abbraccio di un’identità non di genere.

Il concorrente svizzero ha battuto il rocker croato Pepe Lasagna conquistando il titolo vincendo il maggior numero di punti da una combinazione di giudici nazionali e spettatori di tutto il mondo. Nemo, 24 anni, è il primo vincitore non binario del concorso da tempo considerato un rifugio sicuro dalla comunità LGBT. Nemo è anche il primo vincitore svizzero dal 1988, quando la cantante canadese Celine Dion gareggiava sotto la bandiera svizzera.

“Grazie mille”, ha detto Nemo dopo l’annuncio del risultato della finale di sabato, poco dopo mezzanotte. “Spero che questo concorso mantenga le sue promesse e continui a difendere la pace e la dignità per ogni persona”.

In una conferenza stampa dopo la vittoria, Nemo ha espresso il suo orgoglio nell’accettare il trofeo “per le persone che osano essere se stesse e per le persone che hanno bisogno di essere ascoltate e comprese. Abbiamo bisogno di più compassione, abbiamo bisogno di più compassione. “

La vittoria di Nemo nella città svedese di Malmö è arrivata dopo un anno turbolento nella competizione pop continentale, che ha visto grandi proteste di piazza contro di lei. Condividi Israele Che tende Una festa musicale di benessere Nella disordinata pentola a pressione che la sopraffaceva La guerra a Gaza.

Ore prima della partita finale, il concorrente olandese Jost Klein È stato espulso dalla competizione a causa di un alterco nel backstage su cui stava indagando la polizia.

Nemo – nome completo Nemo Mettler – ha battuto i finalisti provenienti da altri 24 paesi, i quali si sono esibiti davanti a un pubblico dal vivo di migliaia e circa 180 milioni di persone. Spettatori in tutto il mondo. Ogni concorrente aveva tre minuti per mixare brani orecchiabili e… Uno spettacolo accattivante A spettacoli capaci di conquistare il cuore dei telespettatori. Gli stili musicali spaziavano dal rock, alla disco, alla techno e al rap, e talvolta erano una miscela di più di uno stile.

READ  Melania Trump fa una rara e ironica apparizione pubblica

Il cantante israeliano Eden Golan, che ha trascorso la settimana dell’Eurovision a Malmö sotto stretta sicurezza, è salito sul palco di fronte a un muro di suoni – fischi mescolati ad applausi – per eseguire la potente canzone “Hurricane”. Golan ha scalato la classifica durante la settimana, nonostante le proteste scatenate dalla sua apparizione, e ha concluso al quinto posto dietro Nemo, Baby Lasagna, Duo ucraino Alyona Alyona, Jerry Hill e il cantante francese Slimane.

Gli organizzatori dell’Eurovision hanno ordinato che il titolo originale della sua canzone “October Rain” fosse cambiato, un evidente riferimento all’attacco di Hamas del 7 ottobre che uccise circa 1.200 persone in Israele e scatenò la guerra a Gaza.

Lo spettacolo era tipicamente eclettico all’Eurovision, dall’ibrido zombie-pop di 5Miinust x Puuluup in Estonia al folk-pop di Marina Sati in Grecia e Ladaneva in Armenia e la sciocca nostalgia degli anni ’90 per il finlandese Windows95man, che se ne andò dal gigante palcoscenico. Egg indossa pochissimi vestiti.

Il britannico Olly Alexander ha cantato un’allegra canzone dance, “Dizzy”, mentre il goth irlandese Bambi Thug ha evocato un demone sul palco e ha portato il suo allenatore di urla a Malmö. Nebulosa spagnola Rivendica coraggiosamente il termine usato come insulto alle donne in “Zora”.

Nemo era il favorito della competizione, insieme a Pepe Lasagna, la cui canzone “Rim Tim Tagi Dim” è una canzone rock che affronta il tema dei giovani croati che lasciano il paese in cerca di una vita migliore.

La competizione è tornata in Svezia, paese d’origine La vincitrice dell’anno scorso, Lauren, mezzo secolo dopo che gli ABBA vinsero l’Eurovision con la canzone “Waterloo” – il momento più iconico dell’Eurovision. Gli ABBA non sono apparsi di persona a Malmö, anche se sono apparsi gli “ABBA-tars” digitali dello spettacolo teatrale “ABBA Voyage”.

READ  La polizia ha detto che l'amato cucciolo di pellicano è stato salvato e mangiato da sua madre

Tre ex vincitrici dell’Eurovision – Charlotte Pirelli, Carola e Conchita Forrest – hanno eseguito “Waterloo” in suo onore.

Sebbene lo slogan dell’Eurovision sia “La musica ci unisce”, l’evento di quest’anno si è rivelato divisivo. Proteste e opposizioni hanno messo in ombra la competizione che è diventata Celebrazione del campo I gusti musicali diversi – e talvolta confusi – dell’Europa e un forum per l’inclusività e la diversità.

Migliaia di manifestanti filo-palestinesi hanno manifestato per la seconda volta in una settimana sabato nella terza città più grande della Svezia, che ha una grande popolazione musulmana, per chiedere il boicottaggio di Israele e un cessate il fuoco nella guerra di Gaza durata sette mesi che ha portato al cessate il fuoco. Secondo il Ministero della Sanità, nei territori controllati da Hamas sono stati uccisi quasi 35.000 palestinesi.

Diverse centinaia di persone si sono radunate fuori dallo stadio di Malmö prima della finale, gridando “vergogna” ai fan della musica in arrivo e affrontando la polizia che bloccava loro la strada. L’attivista climatica Greta Thunberg era tra le persone scortate dalla polizia.

La European Broadcasting Union, organizzatrice del concorso, ha dichiarato che Klein, l’artista olandese, è stato espulso dal concorso dopo che un membro dello staff di produzione ha presentato una denuncia. Il 26enne cantante e rapper olandese è stato uno dei preferiti dagli scommettitori e dai fan con la sua canzone “Europapa”.

L’emittente olandese AVROTROS, una delle dozzine di emittenti pubbliche che collettivamente finanziano e trasmettono la competizione, ha detto che quando Klein è sceso dal palco dopo la semifinale di giovedì, è stato filmato senza il suo consenso e a sua volta ha fatto un “gesto minaccioso” verso la telecamera.

READ  Aquamation: l'alternativa alla cremazione scelta da Desmond Tutu

L’emittente ha detto che Klein non ha toccato la telecamera o l’operatore e ha descritto la sua espulsione come “sproporzionata”.

Tensioni e nervi erano evidenti nelle ore precedenti la finale. Diversi artisti erano assenti dall’ingresso degli artisti in stile olimpico all’inizio della prova finale, anche se sono apparsi tutti nella finale.

Molti concorrenti hanno fatto riferimento alla pace o all’amore alla fine delle loro esibizioni, incluso il francese Slimane, che ha detto: “La musica ci unisce per l’amore e la pace”.

Nimmo ha detto che l’esperienza dell’Eurovision è stata “davvero intensa e non solo divertente fino in fondo”.

“C’erano molte cose che non sembravano riguardare solo l’amore e la solitudine, e questo è ciò che mi ha reso davvero triste”, ha detto Nimmo. “Spero davvero che l’Eurovision possa continuare e che voi possiate continuare a difendere la pace e l’amore in futuro. Penso che questo abbia ancora bisogno di molto lavoro.”

___

Hilary Fox a Malmö, Jari Tanner a Helsinki e Jan M. Olsen a Copenhagen, Danimarca, hanno contribuito a questo rapporto.

___

Una versione precedente di questa storia è stata corretta per mostrare che l’ortografia dell’emittente olandese è AVROTROS, non AVROTOS.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x