Martin ha completato un fine settimana perfetto a Misano per colmare il divario sui leader Bagnaia

Martin ha completato un fine settimana perfetto a Misano per colmare il divario sui leader Bagnaia

Jorge Martin dalla Spagna e Prema Pramac Racing. (Foto di Emanuele Ciancaglini/Studio Ciancafoto/Getty Images)

  • Domenica Jorge Martin ha vinto la gara della MotoGP di San Marino sul circuito di Misano.
  • La vittoria di Martin ha colmato il divario di punti con il leader del campionato Francesco Bagnaia.
  • Brad Bender si è ripreso da una caduta chiudendo 14° e rimanendo quarto in classifica.
  • Per ulteriori notizie sportive visitare la prima pagina di News24 Sport.

Jorge Martin ha colmato il divario sul leader del campionato Francesco Bagnaia dopo aver vinto domenica la MotoGP di San Marino completando un weekend perfetto a Misano.

Lo spagnolo Martin è ora a 36 punti dal campione del mondo Bagnaia dopo aver ottenuto la sua terza vittoria in un Gran Premio della sua carriera, partendo dalla pole position e con più di un secondo di vantaggio su Marco Pizzicchi.

sta leggendo | Nessun ferito grave dopo l'incidente di Bagnaia e Bender nella “pazza” MotoGP spagnola.

Il 25enne ha ottenuto il maggior numero di punti dopo aver vinto anche lo sprint di sabato, ma l'infortunato Bagnaia ha limitato i danni alla sua leadership generale con un impressionante terzo posto che ha deliziato i tifosi della squadra di casa sulla pista italiana.

Martin era partito dalla pole dopo aver anche infranto il record sul giro di quasi mezzo secondo nelle qualifiche di sabato mattina, ma ha detto che non pensava di vincere il suo primo titolo mondiale con il team Ducati Pramac.

“Vincere tutti i punti disponibili è sorprendente”, ha detto Martin ai giornalisti.

READ  Duvan Zapata al Newcastle United: il colombiano è già stato informato della sua prossima mossa da Tino Asprilla

“Voglio solo vincere delle gare. Non sono un pilota ufficiale e non è mio compito vincere il campionato. Il mio giorno arriverà quando sarò un pilota ufficiale.”

Bagnaia e il pilota della VR46 Bezzecchi soffrivano dopo aver subito due brutti incidenti al MotoGP di Catalunya lo scorso fine settimana.

Bagnaia della Ducati è volato giù dalla moto ad alta velocità al Montmelo ed è stato poi investito da Brad Bender, mentre Pizzicchi ha dovuto fare i conti con un infortunio alla mano sinistra riportato in uno scontro con più moto in Spagna.

Ma Bagnaia eccelleva con gli antidolorifici e, dopo quella che è stata una delle migliori gare della sua carriera, ha detto che sarebbe tornato al suo meglio nel primo campionato indiano di MotoGP nel giro di due settimane.

“Sarebbe stato facile arrendersi, ma oggi siamo riusciti a fare una bella gara”, ha detto Bagnaia.

“Credo che raggiungerò l'India al 100% della mia migliore condizione. Perché il problema più grande al ginocchio è l'ematoma e sta per uscire. Quindi non avrò più problemi a fare pressione sulla gamba,” ha aggiunto.

Anche Bezzecchi ha costruito un vantaggio su Bagnaia ed è ora a 65 punti dal leader con un'altra prestazione che ha ricevuto elogi dai tifosi accorsi in pista dopo la gara.

Bagnaia e Bezzecchi colpiscono

“Anche se l'infortunio non è pazzesco, mi dà molto sollievo. Non so perché. È stato difficile”, ha detto Pizzicchi.

“Questo è il massimo che posso fare, quindi dovrei essere molto felice”.

Bagnaia ha rapidamente superato Pizzicchi, e quando i primi tre hanno volato attraverso il fumo rosso che si alzava sulla pista dai razzi dei tifosi della Ducati, lui era nascosto dietro Martin.

READ  Il piano del Manchester United di Jadon Sancho comporta rischi costosi - George Smith

Bezzecchi è passato al secondo posto dopo la curva di Quercia al sesto giro, ma Bagnaia ha risposto quasi immediatamente per riconquistare la posizione dietro Martin.

Martin ha approfittato degli infortuni dei suoi principali rivali per il titolo a 10 giri dalla fine e ad un certo punto ha esteso il suo vantaggio a due secondi e mezzo.

Alla fine Bagnaia ha ceduto al dolore e alla pressione di Pizzicchi cedendo il secondo posto al connazionale.

Con le prime due posizioni assicurate, tutti gli occhi erano puntati su un'affascinante battaglia per il podio tra Bagnaia e Dani Pedrosa.

Il pilota di riserva della KTM Pedrosa ha spinto Bagnaia fino in fondo, arrivando a due centesimi di secondo dal suo rivale ma senza riuscire a superare l'imponente difesa dell'italiano.

Nel frattempo, Binder si è ripreso dalla caduta nella gara di domenica e ha concluso al 14° posto, conquistando sette punti nel complesso del fine settimana. Resta al quarto posto nella classifica di campionato, anche se è a 110 punti da Bagnaia e 45 punti da Pizzici, terzo.

In precedenza, David Alonso aveva vinto la gara della Moto 3 dopo un'entusiasmante lotta nell'ultimo giro con Jaume Masia e Diniz Onco, mentre il trio gareggiava per il primo posto nelle ultime tre curve.

Alonso è a 46 punti dal leader del campionato Daniel Holgado, che ha concluso la gara a più di 11 secondi dal comando al 16° posto, e ha visto il suo vantaggio in campionato ridotto a soli quattro punti davanti al giapponese Ayumu Sasaki.

Pedro Acosta ha vinto la Moto2 estendendo il suo vantaggio in testa alla classifica generale a 34 punti su Tony Arbolino.

READ  Il secondo giorno degli US Open - Cyprus News Agency

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x