― Advertisement ―

spot_img
HomeTop News"Non preoccuparti per la tua università"

“Non preoccuparti per la tua università”

Ci sono molte provocazioni da parte degli economisti Stefano Zamani Alla Sala Montelupo di Domagnano. Si parla de’Confine Chi Uniskononell’incontro voluto da Associazione Sammarinese – Italia H Un’agenzia per ogni sviluppatoreFotocamera commerciale. Promuovendo la speranza del confronto attraverso il quale si possa dialogare professionalmente e creare Opportunità di crescita Per El Bessie.

In particolare per i rapporti bilaterali tra San Marino e Italia, Zamani partecipa al suo intervento, se necessario cooperazione, Non collaboriamo da soli, ma condividiamo una visione del mondo; La strategia di cooperazione lo confermerà Reciprocità “Non osare perdere – il dado in economia – e iniziare senza cambiamenti”.

Il professor Ilinka Boy Ona Una serie di cose La repubblica deve essere profonda e necessita di un gruppo di membri del governo; L’ambasciatore, i capi dei sindacati, delle associazioni e dei dipartimenti circostanti. inizio Combattere la cultura della produzione, per distribuire la conoscenza, a tutti i livelli, ai partecipanti dal basso: studenti, scuola, gusti. “Non preoccuparti per la tua università“Dice Rivolto i Samarinese.

Questa sala fungerà da catalizzatore per grandi progetti che offrono servizi condivisi a realtà editoriali, aziendali e terziarie. In un muro si riporta, sulla base dell’adesione, il principio dell’esercizio della libertà: “Insieme per Co-programmazione e programmazionePortale ad esempio dell’Università di Bologna in cui è apparso Tecnopolo,Primo in Europa e.l Piano strategico a Rimini Ha salvato la città dall’incantesimo della magia.

Ti suggerisco di trovare la tua serenità Aggregazione nella competizione internazionale Ed è in pratica Modello di democrazia deliberativa. “Saristi innanzitutto“, stuzzica Zamagni, Mentre si attiva un forum della società civile, il cittadino deve comunicare e essere coinvolto.

READ  L'Italia festeggia i 100 anni dalla nascita di Pasolini

Ultimo consiglio, questo è “Non lasciarti confondere dalla difficoltà‘. Una visione positiva e futura che copre tutto il tempo dell’intervento. “Provocazione positiva”, dice il Segretario agli Interni Gian Nicola Bertida lui registrato come “dominio capofamiliare” a partire dal 900, servì da modello di democrazia deliberativa.

Serata che si è conclusa con la consulenza di un professore autenticato Onorario Sociale Associazione Italiana Sammarinese a cura del Presidente Elisabetta Rigi Iwaniko.