Nuovo arresto con l’accusa di droga. Spedizioni punitive per chi non ha pagato e consegnato durante il periodo di blocco

RomaÈ stato arrestato con l’accusa di droga Fratelli Marco e Gabriel Bianchi A partire dal ArtinaGià indagato per omicidio Willie Monteiro. sono Carabinieri del comando provinciale Roma Eseguono in carcere un provvedimento di custodia cautelare, emesso dal giudice istruttore del tribunale di Villetre su richiesta del pubblico ministero locale, nei confronti di 6 persone accusate, di varia qualità, di detenzione e vendita di stupefacenti e tentata estorsione. Le accuse ai fratelli Bianchi includevano anche l’effettuazione di accuse punitive nei confronti di chi non pagava la droga e la consegna alla droga anche durante Chiusura completa. In particolare, gli acquirenti erano particolarmente spaventati dai due se non pagati.

Premio Messaggero Giovani Direttore Giulio Cesare Paola Senesi: “Con la lettura capiremo meglio i bambini”

Medaglia d’oro al valor civico Loli Monteiro Duarte consegnata ieri alla famiglia con il Governatore di Frosinone

Fratelli bianchi

Tra i beneficiari della sentenza stipulante l’arresto vi sono anche i fratelli Bianchi, attualmente detenuti in carcere, dove le indagini sull’omicidio di Willy Monteiro Duarte, avvenuto in Collivero Lo scorso 6 settembre.

Il risparmio di oggi nasce da un’indagine dei Carabinieri sul nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Velletri, che ha permesso di accertare l’esistenza di un’organizzazione che vendeva droga nei comuni di Velletri, Lariano, Artena e limitrofi.

Indagini

Durante le indagini sono state ottenute prove sui ruoli che l’arrestato aveva svolto nell’attuazione dell’attività illegale, è stato ricostruito il metodo di lavoro del gruppo ed è stato confermato che i sospettati facevano regolarmente ricorso ad atti di violenza e minacce per intimidire coloro che non si erano abbonati e costringendoli a pagare le quote concordate per l’acquisto del medicinale .

READ  Refiloe Jane: la superstar della banana brilla mentre il Milan sconfigge San Marino

Campagne disciplinari contro chi non ha pagato

Si sarebbero presi un vero compito di coordinare l’attività di movimentazione, dando precise indicazioni ai vari complici, i fratelli Bianchi, in la prigione Uccidere Willie Monteiro, E tra i sei arrestati in un’operazione antidroga condotta dai Carabinieri nei Castelli Romani. Questo era ciò che avrebbero confermato gli investigatori. Dalle indagini è emerso anche che tutti gli acquirenti sapevano di dover pagare nei tempi e nei modi prescritti e tutti erano consapevoli che, altrimenti, avrebbero potuto essere esposti a una vera e propria “accusa punitiva”. Alcuni membri del gruppo erano esperti di arti marziali e hanno anche partecipato a competizioni nazionali.

Commercianti e acquirenti usavano un linguaggio codificato concordato, in cui la droga veniva invocata in vari modi (caffè, camicie, aperitivo, chiavi, cd di Gomorra). Le consegne venivano effettuate “in mobilità”, cioè concordando di volta in volta luoghi, tempi e modalità sempre diversi. Il circuito è stato così ben collaudato che nonostante il “fermo” le consegne avvengono ancora, approfittando delle poche occasioni in cui è stata consentita la circolazione nella zona. Secondo gli inquirenti, il giro d’affari garantito dall’attività illegale è stato significativo: i detenuti hanno utilizzato auto di grandi dimensioni, abiti firmati e orologi di valore, e hanno documentato ogni notte trascorsa nella più famosa “movida” dei Castelli Romani “foto e video postati sui social network.

video

video

Ultimo aggiornamento: 12:55


© Riproduzione riservata

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x