― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldReazioni mondiali alla morte del presidente iraniano Ebrahim Raisi Notizie di...

Reazioni mondiali alla morte del presidente iraniano Ebrahim Raisi Notizie di politica

I leader mondiali hanno espresso le loro condoglianze per la morte del presidente iraniano Ebrahim Raisi in un incidente in elicottero.

Le squadre di soccorso hanno iniziato a cercare Raisi domenica pomeriggio dopo che il suo aereo, che trasportava anche altri nove funzionari, tra cui il ministro degli Esteri Hossein Amir Abdollahian, è scomparso nella regione montuosa nordoccidentale dell'Iran, vicino al confine con l'Azerbaigian.

Lunedì mattina gli operatori umanitari hanno ritrovato l'elicottero scomparso. La televisione di stato ha riferito che il corpo del presidente e quelli delle altre persone a bordo dell'aereo sono stati identificati.

Ecco alcune reazioni alla morte del presidente da tutto il mondo:

Cina

Il presidente Xi Jinping ha descritto la “tragica morte” di Raisi come “una grande perdita per il popolo iraniano e il popolo cinese ha perso un buon amico”, secondo il ministero degli Esteri cinese.

Egitto

Una dichiarazione del presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi afferma: “Il presidente della Repubblica araba d'Egitto… chiede che la misericordia di Dio Onnipotente si posi sul defunto presidente iraniano e sui defunti, e ispira alle loro famiglie pazienza e conforto”. , esprimendo la loro solidarietà”. La Repubblica Araba d’Egitto è al fianco della leadership e del popolo iraniano in questo terribile incidente”.

Unione Europea

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha espresso le sue “sincera condoglianze” al blocco per la morte di Raisi, Amirpoolahian e degli altri funzionari iraniani morti nell'incidente.

Anche Josep Borrell, responsabile della politica estera dell'Unione europea, ha espresso le sue condoglianze.

“L'Unione europea esprime la sua solidarietà alle famiglie di tutte le vittime e ai cittadini iraniani colpiti”, ha affermato in una nota.

agitazione

Il gruppo palestinese ha espresso “profondo cordoglio e solidarietà a Khamenei, al governo e al popolo iraniano per questa terribile perdita”.

Ha elogiato Raisi e Amirabilahian per il loro sostegno alla Palestina contro Israele, ed ha espresso fiducia che “le istituzioni profonde dell’Iran” supereranno “le ripercussioni di questa grande perdita”.

Hizb allah

L’Iran Support Group in Libano ha elogiato la lotta dei martiri nel difendere i problemi della nazione e nel servire l’Iran, chiedendo a Dio di inondarli della Sua vasta misericordia, proteggere Khamenei e dare all’Iran la capacità di superare la prova con perseveranza e perseveranza. Determinazione.

India

Il primo ministro Narendra Modi si è detto “profondamente rattristato e scioccato” dalla morte di Raisi.

READ  Alcuni sono arrabbiati a Cipro per la scelta della canzone "satanica" di Eurovision.

“Il suo contributo al rafforzamento delle relazioni bilaterali tra India e Iran sarà sempre ricordato. Le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia e al popolo iraniano. “L’India sta al fianco dell’Iran in questo momento di dolore”.

Iraq

Il primo ministro sciita Al-Sudani ha dichiarato in una nota: “Esprimiamo la nostra solidarietà al fraterno popolo iraniano e ai funzionari della Repubblica islamica durante questa dolorosa tragedia”.

Italia

In un'intervista a Canale 5, il premier Giorgia Meloni ha detto di vedere “in queste ore che le autorità iraniane stanno attribuendo l'ipotesi dell'incidente e non a teorie del complotto”.

Ha detto: “Non vedo alcun cambiamento nel sistema interno dell'Iran. Siamo in costante contatto con i nostri alleati europei e il G7 perché stiamo parlando di un incidente che si inserisce in un quadro regionale particolarmente complesso”.

Ha aggiunto: “Spero che la futura leadership iraniana voglia impegnarsi per raggiungere stabilità e calma nella regione”.

Giappone

Il portavoce del governo giapponese, Yoshimasa Hayashi, ha affermato che il suo Paese esprime le sue più sincere condoglianze al governo e al popolo iraniano per la morte del presidente Raisi e del ministro degli Esteri.

Giordania

Il re giordano Abdullah II, in un post sulla piattaforma social Accompagnandoli.”

“Che Dio abbia pietà di tutti loro” ha aggiunto: “Siamo solidali con i nostri fratelli in Iran in questa difficile circostanza”.

Malaysia

Il primo ministro Anwar Ibrahim si è detto “profondamente rattristato” da questa notizia, sottolineando di essere “onorato” di aver incontrato Raisi lo scorso novembre.

“La sua dedizione alla giustizia, alla pace e all’edificazione della nazione [the Islamic community] È stato davvero stimolante. Ci siamo impegnati a rafforzare le relazioni tra Malesia e Iran e a lavorare insieme per il miglioramento dei nostri due popoli e del mondo musulmano. “La nostra promessa sarà mantenuta”, ha detto Ibrahim.

Pakistan

Il primo ministro Shehbaz Sharif ha dichiarato una giornata di lutto in Pakistan.

“Possano le anime dei martiri riposare nella pace celeste. La grande nazione iraniana supererà questa tragedia con il consueto coraggio.

READ  Il giudice respinge l'ultimo tentativo di Trump di nascondere le dichiarazioni dei redditi al comitato della Camera | Donald Trump

Papa Francesco

Lunedì Papa Francesco ha inviato le sue condoglianze al leader supremo iraniano, l'Ayatollah Ali Khamenei, dopo la morte del presidente Ebrahim Raisi in un incidente in elicottero.

“Invio le mie condoglianze per la morte del presidente Ebrahim Raisi, del ministro degli Esteri Hossein Amir Abdollahian e di tutti coloro che sono morti ieri in un incidente in elicottero”, ha scritto il papa, 87 anni, in un telegramma scritto in inglese e indirizzato a Khamenei.

“Affido le anime dei defunti alla misericordia di Dio Onnipotente e, con le preghiere per coloro che piangono la loro perdita, in particolare le loro famiglie, invio un’assicurazione di vicinanza spirituale alla nazione in questo momento difficile”.

Lo Stato del Qatar

L'emiro del Paese, Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani, ha espresso le sue condoglianze al popolo iraniano.

“Chiediamo a Dio Onnipotente misericordia e perdono [those killed] Possano le loro famiglie avere pazienza e conforto. Apparteniamo ad Allah e a Lui ritorneremo”, ha scritto su X.

Russia

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha espresso le sue condoglianze per la morte di due alti funzionari che ha definito “amici fidati” della Russia.

“Il loro ruolo nel rafforzare la cooperazione reciprocamente vantaggiosa russo-iraniana e il partenariato basato sulla fiducia è inestimabile”, ha affermato Lavrov.

Ha aggiunto: “Estendiamo le nostre sincere condoglianze alle famiglie e agli amici delle vittime, così come a tutto il popolo iraniano amichevole. I nostri pensieri e i nostri cuori sono con voi in questo triste momento”.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, a destra, con il suo omologo iraniano Hossein Amiraballahian, a Mosca, il 29 marzo 2023 [Yury Kochetkov/Pool via AP]

Il presidente Vladimir Putin si è unito a Lavrov nell'offrire le sue condoglianze a Teheran.

“Il mio presidente è stato un politico eccezionale che ha dedicato tutta la sua vita al servizio della sua patria”, ha detto Putin in una lettera a Khamenei pubblicata sul sito web del Cremlino.

Ha aggiunto: “Da vero amico della Russia, ha dato un inestimabile contributo personale allo sviluppo delle relazioni di buon vicinato tra i nostri due paesi, e ha compiuto grandi sforzi per elevarli al livello di partenariato strategico”.

Sudan

Il capo del Consiglio sovrano sudanese, Abdel Fattah Al-Burhan, ha espresso, in una nota, “le sue sincere condoglianze e simpatia all’amichevole popolo iraniano”.

Ha invitato Dio Onnipotente ad avere pietà del presidente e dei suoi compagni e a dare alle loro famiglie pazienza e conforto, esprimendo la solidarietà del governo e del popolo del Sudan con la leadership e il popolo iraniani in questa grande afflizione. La dichiarazione ha aggiunto.

READ  L'imprenditrice Hala Tomasdóttir si prepara a diventare il prossimo presidente dell'Islanda | Notizie sulle elezioni

Siria

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha affermato la solidarietà della Siria con la Repubblica islamica dell'Iran e con le famiglie delle vittime.

Al-Assad ha aggiunto che la Siria ha lavorato con il defunto presidente per garantire che le relazioni strategiche tra Siria e Iran rimanessero prospere, ricordando l'importante visita dei due presidenti in Siria come parte del rafforzamento delle relazioni a beneficio dei due paesi.

tacchino

Il ministro degli Esteri Hakan Fidan ha espresso le sue condoglianze e ha affermato che Ankara è in contatto con l'Iran da quando ha appreso dell'incidente domenica.

Ha detto in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo pakistano Ishaq Dar a Islamabad che le istituzioni competenti in Turchia, tra cui il Ministero della Difesa e l’Autorità per la gestione dei disastri, hanno fatto del loro meglio “ma sfortunatamente non siamo stati in grado di ricevere buone notizie”. .

Venezuela

“Sono profondamente addolorato perché vorrei salutare una persona esemplare, un leader mondiale eccezionale come nostro fratello Ibrahim è, e sarà sempre, un essere umano eccellente, difensore della sovranità del suo popolo e amico incondizionato di il nostro Paese.” Lo ha affermato il presidente venezuelano Nicolas Maduro in una dichiarazione sulla piattaforma social X.

Houthi nello Yemen

Muhammad Ali Al-Houthi, capo del Comitato rivoluzionario supremo Houthi, ha espresso le sue “sincera condoglianze” al popolo iraniano e alle famiglie dei funzionari morti nell'incidente.

Al-Houthi ha aggiunto di credere che l'Iran continuerà ad “aderire alla leadership leale del suo popolo, a Dio piacendo”.

Gli Emirati Arabi Uniti

“I nostri cuori sono con voi in questo momento difficile”.

stato unito

Il Dipartimento di Stato americano ha espresso le sue “condoglianze ufficiali” per la morte di Raisi e di altri funzionari in un incidente in elicottero.

“Mentre l'Iran sceglie un nuovo presidente, riaffermiamo il nostro sostegno al popolo iraniano e alla sua lotta per i diritti umani e le libertà fondamentali”, ha detto in una nota il portavoce del ministero Matthew Miller.

Nel frattempo, il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha detto di non avere idea del motivo per cui l'elicottero si è schiantato.

“Non riesco a indovinare il motivo”, ha detto ai giornalisti.