Resa dei conti del poker al Cremlino per l’offerta gratuita di scambio di prigionieri negli Stati Uniti alla star del basket Britney Grenier

Il Cremlino ha avvertito giovedì che un potenziale accordo di scambio di prigionieri con gli Stati Uniti che coinvolge la star dell’NBA Britney Grenier deve essere negoziato in silenzio senza clamore.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato mercoledì che Washington aveva offerto alla Russia un accordo che avrebbe riportato Greiner a casa e un altro americano incarcerato, Paul Whelan. Una persona che ha familiarità con la questione ha detto che il governo degli Stati Uniti aveva proposto di scambiare il trafficante d’armi russo condannato Viktor Bout per Whelan e Greiner.

Alla domanda sull’offerta americana, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha risposto che lo scambio di prigionieri è solitamente negoziato in segreto dietro le quinte.

“Sappiamo che tali questioni vengono discusse senza divulgare tali informazioni”, ha detto Peskov ai giornalisti durante una teleconferenza. “Di solito, il pubblico lo sa quando gli accordi vengono effettivamente applicati”.

Ha confermato che “nessun accordo è stato finalizzato” e ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha affermato in una dichiarazione separata che funzionari russi e statunitensi hanno condotto trattative su un possibile scambio di prigionieri e “finora non è stato raggiunto alcun risultato concreto”.

“Partiamo dal presupposto che gli interessi di entrambe le parti debbano essere presi in considerazione durante i negoziati”, ha affermato Zakharova.

I commenti di Blinken hanno segnato la prima volta che il governo degli Stati Uniti ha rivelato pubblicamente qualsiasi azione concreta intrapresa per garantire il rilascio di Greiner. La due volte medaglia d’oro olimpica e atleta Phoenix Mercury della WNBA è stata arrestata in un aeroporto di Mosca a metà febbraio quando gli ispettori hanno trovato cartucce di vaporizzatori contenenti olio di cannabis nel suo bagaglio.

READ  L'ex presidente ucraino definisce Putin un "criminale di guerra", afferma che l'Ucraina continuerà a combattere

Guarda | L’America rivela le mosse per restituire un giocatore di basket incarcerato:

La Casa Bianca offre alla Russia un accordo per liberare la star del basket Britney Grenier

L’amministrazione Biden afferma di aver fatto una “sostanziale offerta” per rimpatriare due detenuti americani dalla Russia, inclusa la star del basket Britney Grenier.

In una netta inversione della politica precedente, Blinken ha affermato di aspettarsi di parlare con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov per discutere l’accordo sui prigionieri proposto e altre questioni. Questa sarà la loro prima telefonata da prima che la Russia inviasse le sue truppe in Ucraina.

Per anni, la Russia ha espresso interesse per il rilascio del trafficante d’armi russo Bot, che un tempo era soprannominato “Il mercante di morte”. È stato condannato a 25 anni di carcere nel 2012 per aver complottato per vendere illegalmente armi per milioni di dollari.

Il processo antidroga di Greiner è iniziato in un tribunale fuori Mosca questo mese e mercoledì ha testimoniato di non sapere come sono finite le cartucce nella sua borsa, ma ha una raccomandazione del medico di usare la cannabis per trattare il dolore correlato al lavoro.

La 31enne si è dichiarata colpevole ma ha detto di non avere intenzioni criminali di portare le cartucce in Russia ed è stata frettolosamente imballata per il suo ritorno a giocare in un campionato di basket russo durante la fine della stagione WNBA. Rischia fino a 10 anni di carcere se condannata per trasporto di droga.

Greiner ha testimoniato mercoledì che un interprete ha tradotto una parte di ciò che è stato detto mentre era detenuta all’aeroporto di Mosca e che i funzionari le hanno chiesto di firmare i documenti, ma “nessuno me lo ha spiegato”.

READ  La condanna dell'ex capo della Banca Vaticana per appropriazione indebita | Notizie di corruzione

Greiner ha anche affermato che, oltre alla scarsa traduzione, non ha ricevuto alcuna spiegazione dei suoi diritti o contatti con un avvocato durante le prime ore della sua detenzione. Ha detto di aver usato un’app di traduzione sul suo telefono per comunicare con l’ufficiale doganale.

Il suo arresto è avvenuto in un momento di accresciute tensioni tra Mosca e Washington prima che la Russia inviasse truppe in Ucraina il 24 febbraio. Cinque mesi dopo l’arresto di Grenier ha suscitato intense critiche tra i suoi colleghi e sostenitori negli Stati Uniti.

L’amministrazione Biden ha subito pressioni politiche per rilasciare Greiner e altri americani che gli Stati Uniti hanno dichiarato “ingiustamente detenuti”, una designazione che i funzionari russi hanno respinto con veemenza.

Whelan, un dirigente della sicurezza aziendale del Michigan, è stato condannato a 16 anni di carcere per spionaggio nel 2020. Lui e la sua famiglia hanno sostenuto con veemenza la sua innocenza. Il governo degli Stati Uniti ha denunciato le accuse come false.

Washington ha resistito a lungo a uno scambio di prigionieri, temendo che incoraggerebbe la presa di ulteriori ostaggi e rafforzerebbe la falsa equivalenza tra un americano ingiustamente detenuto e uno straniero considerato giustamente condannato.

Ma ad aprile, il governo ha raggiunto un accordo per scambiare il veterano dei marine Trevor Reid con il pilota russo incarcerato Konstantin Yaroshenko.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x