― Advertisement ―

spot_img

Fornisce un pronto soccorso virtuale presso il Lewisporte Health Center

I servizi sanitari di Terranova e Labrador informano il pubblico delle seguenti modifiche temporanee alla disponibilità dei servizi di emergenza presso la clinica fuori...
HomescienceRestare a lungo nel condizionatore? Ecco i rischi

Restare a lungo nel condizionatore? Ecco i rischi

L’aria condizionata può essere un’ottima cosa quando fuori fa caldo, in senso letterale e figurato. Ma possono esserci degli svantaggi nel rimanere troppo a lungo in un ambiente climatizzato, soprattutto se i suoi effetti sull’aria non sono chiari.

Potresti esserti sentito a tuo agio passando da una doccia calda e umida a entrare in una stanza con aria condizionata. Può sembrare una grande scoperta in una commedia romantica quando due persone si rendono conto di essere fatte l'una per l'altra. Pensare, dormire, muoversi e fare qualsiasi cosa può essere molto più semplice quando non sudi copiosamente e non ti senti come una patata nel microonde. Trovarsi in un ambiente a bassa temperatura può ridurre il rischio di problemi legati al calore come disidratazione e ictus. Inoltre, l’aria condizionata può migliorare la qualità dell’aria interna filtrando vari allergeni, inquinanti, insetti e altri organismi. Inoltre, una minore umidità può ridurre il rischio di formazione di muffe e danni ai tuoi articoli.

Tuttavia, non sempre tutti gli arcobaleni e gli unicorni sono dotati di aria condizionata. Uno dei pericoli dell’aria condizionata è che può rendere l’aria troppo secca. I thailandesi possono seccare gli occhi, la pelle e forse le vie respiratorie. Pertanto, è una buona idea assicurarsi di rimanere adeguatamente idratati e idratati durante la permanenza in aree climatizzate per lunghi periodi di tempo.

Un altro rischio è rappresentato da una ventilazione insufficiente quando l'aria viene ricircolata senza essere reintegrata con nuova aria fresca. Ciò può portare a un accumulo di contaminanti interni provenienti dai vari apparecchi e apparecchiature utilizzati. Ad esempio, il funzionamento di una stampante laser può disperdere particelle di inchiostro nell'aria che potresti finire per inalare se non c'è un'adeguata ventilazione nella stanza. Allo stesso modo, se qualcuno porta nell’area un agente patogeno infettivo come il SARS-CoV-2, la stanza con aria condizionata potrebbe non avere una ventilazione sufficiente per evitare che rimanga bloccata per prendere in prestito le parole cantate da The Supremes e Kim Wilde.

Pertanto, prestare attenzione alla quantità di ventilazione presente nella stanza. Controlla se il condizionatore d'aria sta semplicemente ricircolando la stessa aria o fornendo anche ventilazione. Controllare se anche il condizionatore filtra l'aria. In caso contrario, prendi in considerazione l'installazione o l'utilizzo di un dispositivo dotato di filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air) in grado di rimuovere almeno il 99,97% di polvere, polline, muffe, batteri e qualsiasi particella sospesa nell'aria di dimensioni fino a 0,3 micron (μm). . Potrebbe anche essere utile aprire periodicamente le finestre per ventilare la stanza.

Il terzo potenziale pericolo è il condizionatore stesso. Non tutti i condizionatori sono uguali. Possono variare notevolmente nel design, nella qualità e nell'età. Quando il tuo condizionatore d'aria non viene mantenuto pulito, muffa e altri detriti possono accumularsi nel dispositivo, trasformandolo in una di quelle macchine nebbiose che potresti vedere ad un concerto, tranne che non puoi vedere la nebbia e tutte le cose brutte al suo interno. Esso. Un condizionatore d’aria mal progettato o molto vecchio può emettere nell’aria tutti i tipi di altri inquinanti. Quindi, fai attenzione agli apparecchi che potrebbero danneggiare la tua aria, puliscili regolarmente e sostituiscili se necessario.

Infine, soggiornando tutto il giorno in camere climatizzate, potreste perdere tutto ciò che la natura ha da offrire. A meno che tu non viva all'interno del Caesars Superdome di New Orleans, le aree interne potrebbero non offrirti spazio sufficiente per rimanere fisicamente attivo. Stare in casa non ti darà i benefici dell'esposizione al sole – sì, il sole non è poi così male – come stimolare la produzione di vitamina D e regolare il ciclo sonno-veglia. Poi ci sono tutti i benefici per la salute mentale derivanti dallo stare fuori ed essere esposti alla natura.

Quindi, prima che diventi troppo caldo da gestire, impara come climatizzare le tue aree interne. Anche quando fuori fa caldo, cerca di trovare modi per stare fuori qua e là purché prendi precauzioni.

READ  La NASA ha realizzato un poster per il prossimo equipaggio della stazione spaziale con gravità antica