RTL Today – Selezionato: la commedia di Mads Mikkelsen selezionata per gli Oscar internazionali

Tra i vincitori dell’Oscar nella lista dei migliori film stranieri annunciati martedì ci sono la commedia di Mads Mikkelsen dalla Danimarca, un dramma musicale Netflix dal Messico e un’anziana storia d’amore gay dalla Francia.

Quindici concorrenti per l’International Academy Award for Fictional Film sono stati selezionati tra 93 candidature ammissibili e saranno ristretti a cinque candidati il ​​mese prossimo, prima della cerimonia degli Academy Awards ad aprile.

La tragica commedia danese “Another Round” con Mikkelsen, ex cattivo di James Bond, nei panni di un alcolizzato di mezza età giura di ubriacarsi ogni giorno, come parte di un fasullo esperimento scientifico a cui partecipano tre dei suoi colleghi insegnanti.

Il film, che ha ricevuto una nomination ai Golden Globe la scorsa settimana, ha fatto il suo debutto al Toronto Film Festival lo scorso anno e “Hollywood Reporter” lo ha definito “un tributo all’amicizia, alla famiglia e all’edonismo pashanali con moderazione”.

Sarà in concorrenza con il teen drama messicano “I’m No Longer Here”, ambientato nelle colorate tradizioni musicali dell’America Latina in Cumbia, e “Two of Us” in Francia, che parla di una coppia di donne in pensione che hanno mantenuto il loro segreto d’amore da decenni. .

L’anno scorso, il premio Oscar internazionale è andato al film sudcoreano “Parasite”, che è diventato il primo vincitore a segnare anche il miglior film in assoluto.

Il paese non è riuscito a entrare nella rosa dei candidati per questa versione, poiché l’Asia orientale ha rappresentato l’acclamato dramma familiare taiwanese “A Sun” e la saga di bullismo delle scuole superiori di Hong Kong “Better Days”.

Ma il distributore “Parasite” Nyon spera di ripetere la gloria con “Night of Kings” in Costa d’Avorio, una storia misteriosa raccontata tra le mura della famigerata prigione di Maca nel Paese africano.

READ  Mozart vs. Salieri: un'opera giovanile metteva in mostra il talento dei compositori

“La Llorona”, un romanzo politico moderno di una storia folcloristica horror ambientata tra spietati leader militari e tribù indigene, spera di diventare il primo film nominato dal Guatemala.

Anche la Romania e la Tunisia – mai nominate prima – hanno tagliato le candidature.

Spettacoli dalla Bosnia-Erzegovina, Cile, Repubblica Ceca, Iran, Norvegia e Russia completano l’elenco dei lungometraggi internazionali.

La presentazione italiana di Notorno non compare nella rosa dei candidati internazionali, anche se nessun paese ha vinto più Oscar in questa categoria della terra di Federico Fellini.

Ma “Notorno”, sulla gente comune in fuga dai conflitti devastanti in Medio Oriente, ha presentato invece il miglior documentario sulla rosa dei candidati agli Oscar – svelato martedì -.

Il documentario sulla disabilità della casa di produzione Obama “Crip Camp”, così come il film sull’ospedale epidemiologico di Wuhan “76 Days”, il film politico per adolescenti del Texas “Boise State” e il film sul sistema carcerario “Time”.

Gli Oscar di quest’anno, ritardati dalla pandemia, si terranno il 25 aprile.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x