Sam Elliott strappa i temi gay in “The Power of the Dog”

L’icona del cinema western Sam Elliott sta arrostendo online dopo che “The Power of the Dog” di Jane Campion, 12 volte nominata all’Oscar, è stato offerto per l’inclusione in “Allusions to Homosexuality” e altri argomenti LGBT.

L’attore di “1883” ha suscitato un’onda d’urto sorprendente durante la sua recente apparizione nel “WTF Podcast” di Marc Maron, Lo riporta il settimanale di intrattenimento.

“Vuoi parlare di quel pezzo di merda?” La star 77enne di “Tombstone” è svenuta quando gli è stato chiesto dei suoi pensieri sulla provocazione Netflix Il film, che si contende l’Oscar al miglior film e al miglior regista.

Per cominciare, il tanto acclamato “The Power of the Dog” vede Benedict Cumberbatch nei panni di un agricoltore gay chiuso nel 1925 nel Montana che abusa della sorella e del figlio della sua nuova moglie.

Corrono tutti in classe e senza magliette”, ha detto Sam Elliott.
Emerson Miller

Tuttavia, Elliott era scontento dei personaggi del film, che li paragonavano ai ballerini di Chippendale “che indossano papillon e non molto altro”.

“Ecco come apparivano tutti quei cowboy in quel film”, ha detto il candidato all’Oscar. “Corrono tutti in classe e senza magliette. Ci sono tutti questi riferimenti all’omosessualità in tutto il film di F-King”.

A quel punto, Maron dice a Elliot che questi temi sono “di cosa parla il film”, a quel punto l’attore di “Road House” ha raddoppiato i suoi appunti.

“Dov’è l’Occidente in questo western?” chiese Elliot. «Voglio dire, Cumberbatch non è mai uscito dai King’s Knights.

“Aveva due paia di stagioni – un paio di lana e un paio di pelle. E tutto il tempo – il re veniva da qualche parte – non andava mai a cavallo, forse una volta – entrava nel f–King House, e salì alla f–le scale del re, e se ne andò sdraiato a letto nelle sue classi e suonando il banjo, disse: “È tipo, che caz–k è?”

READ  L'elenco dei compleanni famosi di oggi, 21 marzo 2021, include le celebrità Rosie O'Donnell e Gary Oldman
Kirsten Dunst dentro "forza del cane."
Kirsten Dunst ne “Il potere di un cane”.
AP

Il narratore Big Lebowski ha aggiunto che, nonostante fosse un “regista brillante”, Campion, nato in Nuova Zelanda, non era qualificato per dirigere una scena di un film nel Montana all’inizio del 1900.

“Adoro il suo lavoro precedente, ma cosa sa questa donna dal basso, la Nuova Zelanda, del West americano?” Elliot era infuriata e ha ulteriormente criticato la sua decisione di sparare a West nella sua terra natale.

“Sono appena arrivato dal Texas, dove sono stato in giro con le famiglie, non con gli uomini, ma con le famiglie”, ha continuato Elliott, cercando di sostenere la sua tesi secondo cui ha completamente erroneamente giudicato lo stile di vita dei cowboy.

“Le famiglie grandi, lunghe, estese e multigenerazionali che si guadagnavano da vivere e le loro vite ruotavano attorno ai cowboy”, ha detto l’attore. «E ragazzo, quando l’hai visto il re? [movie], ho pensato, cos’è f – – k? Dove siamo oggi in questo mondo? “

Jesse Plemons dentro "forza del cane."
Jesse Plemons in “Dog Power”.
Kirsty Griffin
“Dov’è l’Occidente in questo western?” chiese Elliot. “Voglio dire, Cumberbatch non è mai stato fuori dalle lezioni di King.”
Kirsty Griffin
Benedict Cumberbatch interpreta un allevatore sessualmente in conflitto nel film anti-occidentale nominato all'Oscar.
Cumberbatch interpreta un allevatore sessualmente in conflitto nel film anti-occidentale nominato all’Oscar.
Kirsty Griffin

Basti dire che i commenti di Elliott non si sono trovati bene con i successi progressisti sui social media, con un tweet, “Holy’s… non mi piace molto Sam Elliott ora.”

Hanno aggiunto: “Questo qualcuno sta cercando a malapena di nasconderlo dall’omofobia, dalla misoginia e dalla xenofobia”.

“appena dentro! Sam Elliott rafforza il messaggio completo del film con l’occasionale approvazione di Power of the Dog”, altri libri. “E cioè che la cultura del cowboy non è cambiata un po’ ed è ancora piena di mascolinità/omofobia tossica”.

“Amo Sam Elliott, ma forse qualcuno deve ricordargli che è un attore di Sacramento che vive a Malibu, non un vero cowboy”, Critico deriso.

READ  10 cose da fare questa settimana: Ski Shamrock, check-in antistress, altro | CU Boulder oggi

Un appassionato di cinema ha trovato ipocrite le sue critiche al luogo delle riprese del film in Nuova Zelanda Perché il pubblico americano ama gli spaghetti western Film di cowboy a basso budget girati in Italia negli anni ’60 e ’70.

Chiese un altro Perché Elliott odiava i temi LGBTQ di “Dog” quando apparentemente amava “Brokeback Mountain” di Ang Lee del 2005, un altro rivoluzionario film di cowboy pieno di temi gay. In un’intervista del 2006 con lo scrittore di intrattenimento Scott Holleran, L’attore – che ha recitato in “The Hulk” di Lee – lo ha definito un “bel film”, anche se ha insistito sul fatto che poiché trattava di “pastori di pecore, non pastori di bestiame”, non era un film western.

Sam Elliott punisce la candidata all'Oscar Jane Campion "potere del cane" per lui "allusioni all'omosessualità," È chiamato "Un pezzo di s - t."
Sam Elliott sta punendo il film candidato all’Oscar di Jane Campion “The Power of a Dog” per “le sue allusioni all’omosessualità”, definendolo un “pezzo di perdita”.
Greg Doherty / Getty Images

“Riguardava l’omosessualità in modo così interessante – hanno superato il limite – ma Catherine e io l’abbiamo guardato e abbiamo pensato: ‘Qual è il grosso problema?’ ” ” Ha aggiunto.

Quando gli è stato chiesto se pensa che ciò denigri il cowboy, Elliott ha risposto: “Non penso che sia anti-cowboy. Ho un grande rispetto per Ang come regista”.

Sam Elliott ha detto che il film distorce la vita dei cowboy.
Elliott ha detto che il film travisa la vita dei cowboy.
Argilla Enos

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x