Toronto emette un allarme dopo il picco di overdose

Toronto emette un allarme dopo il picco di overdose

La Toronto Public Health ha emesso un avviso di un forte aumento dei decessi per overdose da oppioidi in città dal 31 agosto.

Toronto Public Health (TPH) afferma che 11 persone sono morte per uso eccessivo di oppioidi tra il 31 agosto e il 6 settembre, che secondo l’agenzia sanitaria è il doppio della media settimanale della città.

TPH afferma che ci sono state recenti segnalazioni di fentanil rosso e verde collegati a overdose nella comunità e in luoghi di consumo controllati, sebbene informazioni specifiche su questi farmaci non siano ancora disponibili. Il servizio di screening antidroga della città, secondo un comunicato stampa della Toronto Public Health, continua a trovare altri potenti oppioidi e benzodiazepine nei campioni che si prevede siano fentanil.

“Le overdose si stanno verificando in diversi quartieri della città”, si legge nel comunicato.

L’allarme arriva nel bel mezzo di quella che la città aveva precedentemente definito “crisi da tossicità da farmaci”, con “tassi di mortalità allarmanti e impatti devastanti sulla comunità”. I dati della città indicano un aumento del 100% dei decessi correlati agli oppioidi tra il 2019 e il 2021, l’anno più recente per il quale sono disponibili statistiche.

Secondo la città, l’avvelenamento da farmaci è la principale causa di morte tra le persone senza dimora, con quasi la metà dei decessi tra i residenti senza casa a Toronto nel 2022 attribuibili all’avvelenamento da farmaci.

“Tutti i livelli di governo devono continuare a unirsi attraverso azioni e investimenti per affrontare questo urgente problema di salute pubblica”, ha affermato il sindaco Olivia Chao in un comunicato stampa in occasione della Giornata di sensibilizzazione sull’overdose a fine agosto.

READ  Prevedere i cambiamenti nel microbioma oceanico | Microbiologia della natura

jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '117341078420651', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); };

var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=117341078420651', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x