Trump usa ‘Gloria’ e Umberto Tozzi si arrabbia


ESTERI





Trump usa 'Gloria' e Umberto Tozzi si arrabbia


Donald Trump usa ‘Gloria’ e Umberto Tozzi si arrabbia. Mercoledì 6 gennaio, nel comizio che ha preceduto l’assalto al Congresso, gli altoparlanti hanno diffuso le note della canzone incisa dall’artista italiano nel 1979. A Washington, prima dell’intervento di Trump dal palco, è stata proposta la cover cantata da Laura Branigan. Il brano, registrato nel 1982, è arrivato al secondo posto nella Hot Billboard 100 ed è rimasto per 36 settimane in classifica: un record per una cantante solista.


Tozzi, però, non gradisce che la canzone venga accostata ad una giornata di violenza e caos. “Mi hanno mostrato un video in cui una delle mie canzoni più famose e a cui tengo di più è stata usata in azioni di inaudita violenza da Donald Trump e dal suo staff -dice in un video su Twitter-. Io sono notoriamente un artista e una persona che nel pubblico e nel privato ha sempre preferito l’amore alla violenza. Nelle mie canzoni e anche in Gloria canto la bellezza della vita, per questo mi dissocio e in qualità di autore sono pronto a difendere le origini e i principi di questa canzone”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


READ  TCL 20 5G e TCL 20 SE sono i nuovi smartphone economici per l'intrattenimento

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x