Un nuovo studio mostra il potenziale di recupero nei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche

Un nuovo studio mostra il potenziale di recupero nei pazienti con lesioni cerebrali traumatiche

UN Nuovo studio Nel Giornale di neurotrauma hanno scoperto che più del 30% dei pazienti con lesione cerebrale traumatica (TBI) il cui trattamento di sostentamento vitale (WLST) non è stato interrotto ha recuperato almeno un’indipendenza parziale.

La morte o una disabilità grave sono un risultato comune quando la probabilità di WLST è alta, hanno avvertito Jelena Bowden, MD, del Massachusetts Hospital e della Harvard Medical School, e coautori. Gli autori hanno studiato la possibilità di sopravvivenza e di recupero dell’indipendenza dopo un trauma cranico acuto nei pazienti deceduti dopo il WLST. Hanno confrontato i pazienti con trauma cranico acuto deceduti dopo il WLST con quelli con trauma cranico acuto per i quali il WLST non era stato ritirato.

“I nostri risultati supportano le recenti richieste di un approccio cautelativo al WLST precoce dopo un grave trauma cranico e suggeriscono che la vita in stato vegetativo o con disabilità meno grave non è un risultato comune, anche dopo lesioni molto gravi”, hanno affermato i ricercatori.

“Congratulazioni al dottor Bowden e ai suoi colleghi per questa comunicazione attentamente dettagliata. I loro risultati hanno importanti implicazioni per la pratica della medicina di terapia intensiva in tutto il mondo. Tutti coloro che sono coinvolti nella cura di pazienti con lesioni cerebrali traumatiche acute “gravi” dovrebbero leggere attentamente questo articolo. ” dice David L. Brody, MD, PhD, redattore capo Giornale di neurotrauma.

maggiori informazioni:
William R. Sanders et al., Potenziale di recupero nei pazienti deceduti dopo la sospensione del trattamento di sostentamento vitale: un’analisi del punteggio di propensione TRACK-TBI, Giornale di neurotrauma (2024). doi: 10.1089/neu.2024.0014

READ  I pianeti simili alla Terra diventano improvvisamente più probabili dopo la scoperta del telescopio Webb

Informazioni sulla rivista:
Giornale di neurotrauma


Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

| La Tribuna | 2021 Tutti i diritti riservati

Read also x