Un tribunale italiano assolve Maradona dalle accuse di evasione fiscale anni dopo la sua morte

Un tribunale italiano assolve Maradona dalle accuse di evasione fiscale anni dopo la sua morte

Roma: la Corte Suprema italiana ha assolto la defunta leggenda del calcio argentino Diego Maradona dalle accuse di evasione fiscale, ponendo fine a una battaglia legale durata 30 anni tra l'ex attaccante del Napoli e le autorità fiscali.

Maradona, noto come “El Pibe de Oro” o “Il piede d'oro”, è stato accusato di aver utilizzato società per procura in Liechtenstein per evitare spese legali quando ha ricevuto pagamenti tra il 1985 e il 1990 dal Napoli per i suoi diritti di immagine personale.

L'avvocato di Maradona, Angelo Pisani, ha detto alla Reuters: “La questione è chiusa e posso dire chiaramente e senza tema di smentita che Maradona non è mai stato un evasore fiscale”.

Un documento giudiziario pubblicato mercoledì e visionato da Reuters mostra che la Corte di Cassazione di Roma ha annullato una sentenza del 2018 a metà dicembre.

Maradona è morto nel novembre 2020 a seguito di un infarto. I tifosi del Napoli e della Nazionale argentina lo veneravano come il “Dio del calcio”.

Le indagini sui pagamenti delle tasse del giocatore iniziarono all'inizio degli anni '90 e portarono ad accuse per un valore di 37 milioni di euro (40,38 milioni di dollari) e alla confisca di alcuni effetti personali del giocatore durante i suoi soggiorni in Italia.

Pisani ha aggiunto che la sentenza definitiva “rende giustizia ai tifosi e ai valori dello sport, ma soprattutto alla memoria di Maradona”.

“Sta mettendo una pietra tombale sulla persecuzione che ha subito per 30 anni”, ha detto.

“…Gli eredi ora hanno il diritto legale di chiedere un risarcimento”, ha detto Pisani. “Spero che lo usino in memoria del loro padre.”

READ  Il centrocampista irlandese Gary Ringrose sta "progredendo bene" in vista della sfida con l'Italia

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x