Una “tempesta di calore” si estende all’Europa meridionale, secondo gli allarmi sanitari

Una “tempesta di calore” si estende all’Europa meridionale, secondo gli allarmi sanitari

ROMA, 16 luglio (Reuters) – Domenica l’Italia ha emesso allerta rossa per il caldo in 16 città, e i meteorologi hanno avvertito che le temperature raggiungeranno livelli record in tutta l’Europa meridionale nei prossimi giorni.

Spagna, Italia e Grecia hanno già sperimentato temperature soffocanti per diversi giorni, danneggiando l’agricoltura e lasciando i turisti a cercare ombra.

Ma un nuovo anticiclone chiamato Caronte, che nella mitologia greca era il traghettatore dei morti, è entrato domenica nella regione dal Nord Africa e potrebbe aumentare le temperature sopra i 45°C (113°F) in alcune parti dell’Italia all’inizio di questa settimana.

“Dobbiamo prepararci a una violenta tempesta di calore che coprirà il Paese giorno dopo giorno”, ha avvertito domenica il servizio meteorologico italiano Meteo.it.

“In alcuni luoghi, i vecchi record di calore verranno infranti”.

La Grecia venerdì ha chiuso l’antica Acropoli durante la parte più calda della giornata per proteggere i turisti.

Il ministro della Salute italiano Orazio Schillaci ha affermato che le persone dovrebbero aver cura di visitare le famose rovine di Roma.

“Andare al Colosseo quando ci sono 43 gradi Celsius (109,4 Fahrenheit) non è consigliabile, soprattutto per gli anziani”, ha detto domenica al quotidiano Il Messaggero, aggiungendo che le persone dovrebbero rimanere in casa tra le 11:00 e le 18:00.

asciugatura

Oltre alla capitale italiana, sono stati emessi allarmi sanitari dalla città centrale di Firenze a Palermo in Sicilia e Bari nel sud-est della penisola, mentre le temperature hanno iniziato a salire più a nord.

“Non è normale. Non ricordo un caldo così intenso, soprattutto in questo periodo dell’anno”, ha detto Federico Prati mentre faceva il bagno nel Lago di Garda.

READ  Le famiglie di Sandy Hook rifiutano l'offerta di risarcimento di Alex Jones

In Spagna, i meteorologi hanno avvertito del pericolo di incendi boschivi e hanno affermato che non sarà facile dormire tutta la notte, poiché è improbabile che le temperature scendano sotto i 25°C (77°F) in tutto il paese.

I meteorologi si aspettavano che l’ondata di caldo si intensificasse da lunedì, con temperature che raggiungeranno i 44 gradi Celsius (111,2 Fahrenheit) nella valle del Guadalquivir vicino a Siviglia, nel sud del paese.

Nel frattempo, le autorità dell’isola spagnola di La Palma, nelle Isole Canarie, hanno dichiarato che almeno 4.000 persone sono state evacuate a causa di un incendio boschivo fuori controllo a seguito dell’ondata di caldo.

I meteorologi hanno affermato che la temperatura più alta registrata in Europa di 48,8 gradi Celsius (119,8 Fahrenheit), registrata in Sicilia due anni fa, potrebbe essere superata nei prossimi giorni, in particolare sull’isola italiana della Sardegna.

L’ondata di caldo si è diffusa attraverso il Mediterraneo in Israele, dove sabato il primo ministro Benjamin Netanyahu è stato ricoverato in ospedale per vertigini e apparente disidratazione. Domenica è stato dimesso dall’ospedale.

Ha detto: “Chiedo a tutti voi di passare meno tempo al sole, bere più acqua e spero che tutti noi abbiamo una buona nuova settimana”.

Anche gli Stati Uniti erano nella morsa delle alte temperature, con quasi un quarto della popolazione sotto allerta di caldo estremo, dal nord-ovest del Pacifico, giù attraverso la California, attraverso il sud-ovest e nel profondo sud e in Florida.

Reportage aggiuntivo di Crispan Palmer a Roma, Alex Fraser a Lake Garda e Graham Kelly a Barcellona Montaggio di David Goodman e Frances Kerry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  L'uccisione di una persona in una sparatoria all'Omaha Mall spinge gli acquirenti a scappare

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x