United Cup: Iga Swiatek cerca la prestazione completa

La numero 1 al mondo “stressata” Iga Swiatek sta cercando maggiore costanza in vista degli Australian Open di questo mese dopo aver impiegato più tempo del previsto per detronizzare Martina Trevisan nella finale di FA Cup di mercoledì.

Con la sua squadra polacca in svantaggio per 1-0 dopo che l’italiano Lorenzo Musetti ha battuto Daniel Michalski alla Bat Rafter Arena, la Swiatk ha risposto al Trevisan 6-2, 6-4.

Tuttavia, la partita finì per essere molto più difficile per Swiatek di quanto suggerito dalla linea di punteggio.

Dopo aver superato il primo set in soli 34 minuti, la Swiatek ha ammesso di aver avuto difficoltà a finire la gara visto che la numero 27 del mondo Trevisan – incoraggiata dagli applausi di “Italia” dalla folla – ha trovato un nuovo livello.

La lotta e la determinazione di Trevisan hanno fatto sì che il secondo set durasse 77 minuti, con Swiatek costretto a salvare tre palle break e in uno scambio finale durato 18 tiri al servizio per il match.

“È stato estenuante”, ha detto la 21enne stella polacca, che ha chiuso la partita con 32 errori non forzati, di cui 23 nel secondo set.

Per Swiatek, che all’inizio di questa settimana dopo aver battuto la superstar svizzera Belinda Bencic ha ammesso di essere una “perfezionista”, non era abbastanza.

“Per la mia prossima partita, il mio obiettivo sarà essere più costante e mantenere lo stesso livello di tennis fino alla fine:” ha detto.

“(Ma) sono così felice che anche se Martina è tornata e ha giocato davvero un buon secondo set, sono riuscito a finirlo.[abbastanza felice che anche se Martina è tornata e ha giocato davvero bene il secondo set sono riuscito a finirlo][prettyhappythateventhoughMartinacamebackandplayedareallygoodsecondsetIwasabletofinishit

READ  L'Inghilterra esce dal Mondiale e San Marino entra nella storia

Anche Martina ha avuto le sue possibilità e io sentivo di poterle dare tutto perché ero io davanti.

“Non so come facciate quando guardate il tennis, ma è stata dura.

“Sono contento che siamo qui – oggi è un giorno molto speciale.”

In precedenza, l’Italia era andata in vantaggio per 1-0 quando Musetti aveva battuto il numero 23 del mondo Michalski 6-1, 6-1 in soli 57 minuti.

Poi il mismatch è stato evidente fin dall’inizio, con Michalski classificato 237 posizioni sotto il suo avversario, surclassato dal ben superiore Musetti, che ha perso appena tre punti al servizio durante l’intero match.

“Il servizio è stato davvero buono, ma in ogni colpo ho avuto un ottimo feeling”, ha detto Musetti.

“Oggi mi muovevo molto velocemente con i piedi. Questa è una parte essenziale del mio gioco, e oggi ero in fiamme da quel lato (del mio gioco), quindi ho potuto gestire il gioco in modo positivo”.

Musetti ha anche affermato di avere “sentimenti positivi” per l’anno a venire, con i suoi obiettivi tra cui entrare nella top ten mondiale.

“La scorsa stagione è stata una grande esperienza per me perché ho vinto il mio primo titolo – mi sento bene”, ha detto.

Leggi argomenti correlati:Brisbane

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x