Vanderbilt Immersion evidenzia i vantaggi del viaggio Italia-Israele

Vanderbilt Immersion evidenzia i vantaggi del viaggio Italia-Israele

Più di 20 studenti di ingegneria della Vanderbilt hanno recentemente visitato l’Italia durante le vacanze di primavera non solo per vedere alcune strutture famose, ma anche per apprendere l’ingegneria dietro il Pantheon e le porte veneziane all’avanguardia in modo da poter applicare tale conoscenza ai propri futuri progetti di ingegneria.

Gli studenti si trovano davanti al Pantheon di Roma. (Università di Vanderbilt)

Il viaggio faceva parte della lezione inaugurale tenuta questo semestre presso Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale. Il programma mirava a fornire ai 22 studenti una comprensione più profonda dell’ingegneria dietro alcune strutture italiane, come l’antico Pantheon e il progetto MOSE progettato per proteggere Venezia dalle inondazioni. Il progetto MOSE è un sistema integrato costituito da file di paratoie mobili che sfruttano la pressione dell’aria per tenere sotto controllo il livello dell’acqua.

Come parte dei compiti in classe, gli studenti hanno lavorato in gruppi per progettare chiuse e costruire e testare prototipi di cupole di cemento sulla base dei loro studi su come è stato costruito il Pantheon. Originariamente la classe doveva contenere 15 studenti, ma gli insegnanti hanno aumentato il numero a causa dell’interesse.

“Volevamo aiutare gli studenti a comprendere la storia e la bellezza dell’ingegneria strutturale nella speranza che possano lavorare meglio con gli architetti per realizzare edifici belli e strutturalmente solidi nella loro carriera”, ha affermato Lori Troxel, professoressa di ingegneria civile. Ingegneria ambientale e docente di classe.

Leggi la storia completa qui

I recenti viaggi in Italia e Israele guidati da Troxel esemplificano l’impegno a integrare l’apprendimento esperienziale nell’esperienza studentesca di Vanderbilt.

Alcuni studenti di entrambi i viaggi guidati da Troxel hanno utilizzato le vacanze di primavera per partecipare a un’opportunità di apprendimento esperienziale attraverso requisiti di titolo accademico chiamata Immersion Vanderbilt.

READ  L'azienda italiana Estrema ha promesso un'auto super elettrica con 2.040 CV

Immersion Vanderbilt è stato creato per fornire agli studenti nuovi modi per sviluppare migliori capacità di pensiero critico e una maggiore capacità di navigare in un mondo in cambiamento. Il programma ha indirizzato gli studenti verso l’opportunità di viaggiare consentendo a Troxell di insegnare fuori dalle mura di un’aula tradizionale.

“Il programma Immersion Vanderbilt incoraggia i docenti a portare gli studenti in giro per il mondo per vedere in prima persona l’impatto della progettazione ingegneristica”, ha affermato Troxel. “Ci ricorda che Vanderbilt apprezza le esperienze al di fuori della classe”.

“Il programma Immersion Vanderbilt aiuta a rafforzare l’idea che l’apprendimento esperienziale aggiunge vantaggi significativi alla teoria e alla progettazione apprese in classe”, ha aggiunto.

Ad esempio, gli studenti che hanno viaggiato in Italia con Troxel hanno acquisito conoscenze di prima mano che li aiuteranno nella loro futura carriera. Molti degli studenti in viaggio aspirano a diventare ingegneri civili e progetteranno protezioni per le città che devono adattarsi ai cambiamenti climatici. Alcuni studenti hanno incorporato il tempo trascorso in Italia nei loro progetti di design.

Troxel ha affermato che vedere il sistema di protezione dalle inondazioni MOSE a Venezia ha aiutato gli studenti a comprendere non solo l’importanza di proteggere le città, ma quanto sia difficile. Ha notato che gli studenti che si sono recati in Israele hanno visto come un paese con pochissime risorse idriche sia riuscito a diventare ricco d’acqua attraverso la desalinizzazione e il riutilizzo dell’acqua.

“Le esperienze coinvolgenti aiutano gli studenti a rendersi conto che possono usare la loro creatività e capacità ingegneristiche per offrire una vita migliore alle persone in tutto il mondo”, ha affermato Troxel.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x