Winnipeg ha consentito ai dipendenti di utilizzare le sue palestre durante il codice rosso

WINNIPEG – La città di Winnipeg ha consentito ai suoi dipendenti di utilizzare palestre e centri fitness presso le sue strutture tra le restrizioni rosse dovute a governi esenti in ordini sanitari.

La città di Winnipeg ha confermato martedì sera a CTV News che le strutture per il fitness presso le stazioni del servizio paramedico antincendio di Winnipeg e delle stazioni del servizio di polizia di Winnipeg, insieme ad altre sei strutture, sono state aperte e gestite per i dipendenti della città solo con limiti di capacità ridotti.

La città ha detto che questi centri sono stati utilizzati principalmente dai primi soccorritori che lavorano su o vicino agli edifici.

In base agli attuali ordini sanitari in vigore a Manitoba dal 12 novembre, tutte le strutture sportive o ricreative al coperto, comprese le palestre e le strutture per il fitness, devono essere chiuse. Sebbene alcune restrizioni dovrebbero essere allentate quando gli ordini sanitari scadranno venerdì, la provincia ha detto che le palestre e i centri fitness rimarranno chiusi per il momento.

Sebbene a Winnipeg non sia stato concesso un permesso specifico per gestire palestre al coperto, gli ordini sanitari che richiedono la chiusura di palestre e centri fitness non si applicano a nessun livello di governo, ha affermato il dottor Brent Rossen, capo funzionario della sanità pubblica della contea.

“Ci aspettiamo che i governi siano in grado di regolamentare, e quindi non diremo ai governi come operare”, ha detto Rosen. “Se ritengono di avere una capacità limitata e gestiscono queste palestre per i loro dipendenti per determinati motivi, non lo regoliamo”.

Se le palestre e i centri fitness fossero autorizzati ad aprire in tutta Manitoba, il numero di casi potrebbe aumentare, ha detto Rosen.

READ  Gli scienziati hanno scoperto le sostanze chimiche necessarie per la vita su Venere

Ha detto di essere a conoscenza del fatto che gli ispettori sanitari hanno visitato alcune delle palestre che operano presso le strutture di Winnipeg e le hanno trovate al sicuro.

Transcona Con. Sean Nasson ha fischiato sui social media per la città che gestisce i centri fitness durante le restrizioni rosse.

“Mi sento molto deluso da me stesso per il fatto di essere così distratto dal lavorare al municipio che non ho sollevato la questione prima di quando ho capito oggi che la città non era coperta dalle regole generali stabilite dalla contea”, ha detto Nasson in una dichiarazione a CTV News.

“Anche se non sono stato in grado di accedere alla palestra in qualsiasi momento durante le restrizioni di Code Red, dobbiamo rispettare gli ordini di boicottaggio e allinearci con i molti che hanno dovuto chiudere le loro attività a causa di questo periodo senza precedenti”.

Un portavoce della città ha detto a CTV News che la città non era nemmeno a conoscenza fino ad oggi che sarebbe stato autorizzato a gestire i suoi centri fitness solo perché è un governo municipale.

“Diversi mesi fa, abbiamo chiesto chiarimenti ai funzionari della sanità pubblica della contea sul fatto che le strutture per il fitness all’interno dei luoghi di lavoro civili che sono accessibili solo ai dipendenti della città e ai dipendenti della città possano rimanere aperte”, ha detto il portavoce in una nota.

“Il distretto ci ha informato che queste strutture possono effettivamente continuare a funzionare a condizione che i limiti di capacità dichiarati e le linee guida materiali siano mantenuti e rispettati”.

Nonostante l’esenzione, hanno detto che la città avrebbe immediatamente chiuso i centri fitness per i suoi dipendenti.

READ  Come visualizzare la Lyrid Meteor Shower a Vancouver

I centri fitness del servizio paramedico dei vigili del fuoco di Winnipeg e le stazioni del servizio di polizia di Winnipeg continueranno a funzionare perché “gli standard di fitness obbligatori sono un requisito per i lavori di primo soccorso”.

“Continueremo a incoraggiare i nostri dipendenti a esplorare modi alternativi per mantenere la loro salute fisica aderendo alle linee guida di salute pubblica”, hanno detto.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x