― Advertisement ―

spot_img
HomeTechApple si impegna a effettuare ordini di chipset TSMC per la serie...

Apple si impegna a effettuare ordini di chipset TSMC per la serie iPhone 16 nel 2024 · TechNode

Apple è destinata a diventare il più grande cliente di TSMC per il suo processo N3E, con l’intenzione di incorporare la tecnologia aggiornata dei chip da 3 nm nei prossimi modelli di iPhone 16 il prossimo anno, ha rivelato Apple. Tempi digitali Il 13 ottobre. Il rapporto rileva inoltre che le vendite di chip a 3 nm dovrebbero rappresentare tra il 4% e il 6% dei ricavi di TSMC nel 2023, per un totale di 3,4 miliardi di dollari.

Perchè importa: Lo sviluppo di chip avanzati comporta costi significativi, soprattutto nelle fasi iniziali in cui la tecnologia di processo a 3 nm è ancora in fase di maturazione e i tassi di produzione sono bassi. Mentre la maggior parte delle aziende non può permettersi gli elevati costi di produzione dei chip a 3 nm di TSMC, Apple si distingue per la sua capacità di portare avanti la tecnologia avanzata dei chip di TSMC.

dettagli: TSMC mira a incrementare la produzione di massa di chip da 3 nm di seconda generazione (processo N3E) nel 2024 e la serie iPhone 16 sarà il primo smartphone a utilizzare la tecnologia N3E, secondo il rapporto esclusivo. Tempi digitali un report.

  • Il nodo da 3 nm di seconda generazione di TSMC, N3E, offre una maggiore convenienza e un throughput più elevato rispetto al suo predecessore, N3, che era presente nel chip A17 Pro per i modelli iPhone 15 Pro di Apple lanciati a settembre 2023. Il processo N3E è specificamente progettato per migliorare le prestazioni chip e ridurre il consumo energetico nei dispositivi.
  • TSMC ha avviato la produzione su larga scala dell’N3E, con l’intenzione di sostituire completamente l’N3 con la versione aggiornata entro il 2024, secondo informazioni privilegiate di DigiTimes. Tutti i principali produttori di chip, ad eccezione di Samsung, sono pronti ad adottare la seconda generazione N3E. TSMC ha ricevuto ordini da diversi clienti e Apple era il più grande tra questi.
  • Si prevede che TSMC trarrà dal 4% al 6% dei suoi ricavi totali nel 2023 dalla produzione a 3 nm, principalmente a causa dei grandi ordini da parte di Apple per i chip N3 che alimentano i modelli iPhone 15 Pro. Si prevede che quest’anno gli ordini Apple da soli rappresenteranno fino a 3,4 miliardi di dollari nelle vendite di TSMC.
  • Jeff BooLui, un analista che segue le aziende della catena di fornitura di Apple, afferma che tutti e quattro i modelli di iPhone 16 saranno dotati di chipset con marchio A18. Ha affermato che il processore A17 Pro nei modelli iPhone 15 Pro è un design di transizione e tutti i prossimi modelli di iPhone 16 includeranno il chipset A18, sfruttando la tecnologia TSMC N3E.
READ  Apple TV 4K può utilizzare HDMI eARC per riprodurre qualsiasi audio TV su HomePod

Contesti: A luglio, TSMC ha dovuto affrontare sfide in termini di efficienza con il suo nuovo processo di produzione a 3 nm, raggiungendo un tasso di produzione di solo il 55%, ben al di sotto dello standard previsto. Dato il basso rendimento, Apple ha scelto di pagare per i lotti di chip idonei piuttosto che stipulare un accordo a tariffa fissa con TSMC.

  • Secondo le previsioni, TSMC migliorerà la densità dei transistor della famiglia N3 con l’N3P dopo l’N3E. TSMC. N3P, un nodo di elaborazione avanzato, consentirà ai progettisti di chip di migliorare le prestazioni del 5% senza aumentare le perdite o, in alternativa, di ottenere una riduzione del consumo energetico dal 5% al ​​10% mantenendo la stessa velocità.

Jessie Wu è una giornalista tecnologica con sede a Shanghai. Copre il settore dell’elettronica di consumo, dei semiconduttori e dei giochi per TechNode. Contattatela via e-mail: jessie.wu@technode.com. Altro da Jessie Wu