Bastianini guida la Ducati 1-2-3-4 nelle FP2

Bajnaya è entrato nella sessione pomeridiana di 45 minuti e ha preso una penalità di tre posizioni per la gara di domenica dopo aver bloccato Alex Marquez e Bastianini nelle FP1.

La giornata del pilota Factory Ducati non avrebbe potuto essere più semplice, visto che è caduto rapidamente alla curva 13 di destra a meno di 15 minuti dall’inizio della sessione mentre era su un giro lanciato.

Bagnaia è riuscito a rientrare in sessione poco dopo, ma gli è stato negato il primo posto nelle FP2 da Bastianini per 0,114 secondi poiché la coppia è rimasta indietro negli ultimi giri.

Johann Zarco di Pramac ha stabilito il ritmo iniziale per la gara Ducati con il tempo di 1 minuto e 33.135 secondi, ma è caduto subito alla prima curva perdendo l’anteriore a causa della frenata.

Il pilota della Ducati VR46 Marco Pizzecki ha preso il comando poco dopo con 1m32.759, prima che il leader del campionato Fabio Quartararo andasse più veloce che poteva sulla sua Yamaha con 1m32.264.

Quartararo migliorerà il suo tempo sul giro a 1’32.210 a meno di mezz’ora dalla fine della sessione, con il suo ex compagno di squadra Maverick Vinales in Aprilia che lo ha eliminato dopo 10 minuti.

Vinales ha continuato una serie di giri più veloci, prendendo il primo da Quartararo con 1m32.111 prima di scendere sotto 1m32 con 1m31.882 successivo.

Quartararo avrebbe ottenuto un’ultima pugnalata per aprire la strada con 1m31.878, ma non ha potuto impedirsi di tornare al quinto posto sotto la bandiera a scacchi da una flotta di Ducati.

READ  Cassandra Gwiecki guida il softball di Temple City alla vittoria in campionato contro San Marino - Whittier Daily News

Fabio Quartararo, Factory Yamaha Racing

Foto di: Gold and Goose / foto di sport motoristici

Bagnaia ha illuminato le schermate dei tempi nell’ultimo giro, mentre Bastianini sul Desmosedici di un anno lo ha messo in ombra.

Il primo è stato più veloce con 1’31.631, ma solo per pochi secondi, dato che Bastianini è andato avanti con 1’31.517.

Jack Miller della Ducati del team gemello ufficiale della Ducati è balzato al terzo posto in ritardo davanti a Zarco, mentre Vinales era sesto dietro Quartararo.

Alex Espargaro è arrivato settimo su Aprilia secondo da Jorge Martin e Pizzici e dalla Yamaha di Franco Morbidelli, che ha ottenuto la sua prima vittoria in moto a Misano nel 2020.

Paul Espargaro è stato il primo Honda a finire 11° davanti al duo KTM Miguel Oliveira e Brad Bender, il primo caduto alla curva 10 alla fine.

Alex Rains li rintraccia, mentre il pilota Suzuki cade nelle FP2. Mentre è scivolato dalla sua GSX-RR alla penultima curva, lo spagnolo è stato visto arrabbiato con le guardie mentre portavano via la sua moto condannata.

Kazuki Watanabe, la variante Suzuki di Joan Mir, è riuscito a raggiungere la soglia del 105% nelle FP2 con 1’36.019 secondi per completare un campo di 25 passeggeri, anche se era a 4,5 secondi dal ritmo.

Watanabe ha sconvolto anche Bagnaia al termine delle FP2 dopo che il pilota Ducati è stato costretto alla curva 1 per aver afferrato il rookie troppo velocemente in frenata.

Il GP di San Marino 2022 MotoGP MotoGP proseguirà sabato alle 8:55 GMT con le FP3.

READ  La spagnola Everwood Capital acquista un progetto solare da 66 MW in Italia

MotoGP GP di San Marino – Risultati FP2:

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x