― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldBiden ospita i leader delle isole del Pacifico nell’offensiva di fascino degli...

Biden ospita i leader delle isole del Pacifico nell’offensiva di fascino degli Stati Uniti contro la Cina

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parla al 46esimo gala annuale del Congressional Hispanic Caucus Institute a Washington, negli Stati Uniti, il 21 settembre 2023.

Kevin Lamarque | Reuters

Il presidente Joe Biden ospiterà questa settimana un secondo vertice con i leader delle isole del Pacifico, parte di un’offensiva di fascino degli Stati Uniti per prevenire ulteriori incursioni cinesi in una regione strategica che Washington considera da tempo come il suo cortile.

Durante l’incontro di tre giorni, gli Stati Uniti annunceranno il riconoscimento diplomatico di due isole del Pacifico, prometteranno nuovi fondi per le infrastrutture – inclusa una migliore connettività Internet tramite cavi sottomarini – e onoreranno i leader regionali durante una partita di football americano.

Biden ha tenuto un vertice inaugurale con gli isolani alla Casa Bianca un anno fa e avrebbe dovuto incontrarli di nuovo in Papua Nuova Guinea a maggio. Questo piano è stato annullato quando la crisi del tetto del debito statunitense ha costretto Biden a interrompere il suo viaggio in Asia.

In un vertice dello scorso anno con 14 nazioni insulari del Pacifico, l’amministrazione Biden si è impegnata ad aiutare gli isolani a respingere la “coercizione economica” della Cina e ha rilasciato una dichiarazione congiunta volta a rafforzare la loro partnership, affermando che condividono una visione per una regione “dove la democrazia sarà capace di fiorire.” “

La Casa Bianca ha affermato che gli sforzi di quest’anno si concentreranno su priorità tra cui il cambiamento climatico, la crescita economica, lo sviluppo sostenibile, la salute pubblica e la lotta alla pesca illegale.

Durante il vertice gli Stati Uniti riconosceranno formalmente anche le Isole Cook e un’altra piccola nazione, Niue.

READ  Il Comitato Nazionale Repubblicano si riunisce in privato dopo aver richiamato il candidato di Trump

I leader si incontreranno domenica a Baltimora con una nave della Guardia costiera in porto e saranno informati sulla lotta contro la pesca illegale dal comandante della Guardia costiera, ha detto un funzionario.

I leader saranno presenti anche alla partita di football di domenica tra Baltimore Ravens e Indianapolis Colts. Decine di giocatori della NFL provengono dall’eredità delle isole del Pacifico.

Il primo ministro delle Isole Salomone Manasseh Sogavare, che ha lavorato per approfondire le relazioni del suo Paese con la Cina, non parteciperà al vertice. Un alto funzionario dell’amministrazione Biden ha affermato che gli Stati Uniti sono “delusi” dalla decisione di Sogavare.

Sembra che Washington non abbia fatto progressi per quanto riguarda le offerte di importanti finanziamenti per le infrastrutture e l’ampliamento degli aiuti alle Isole Salomone. Sogavare ha visitato la Cina a luglio e ha annunciato un accordo condizionato con Pechino basato su un accordo di sicurezza firmato lo scorso anno.

La Casa Bianca ha affermato che nel 2022 gli Stati Uniti investiranno più di 810 milioni di dollari in programmi ampliati per assistere le isole del Pacifico.

Sebbene gli Stati Uniti abbiano aperto nuove ambasciate e uffici USAID nella regione dal vertice dello scorso anno, il Congresso deve ancora approvare i fondi, ha affermato Meg Keane, direttrice dei programmi per le Isole del Pacifico presso il Lowy Institute australiano.

Ha aggiunto che le nazioni delle isole del Pacifico “accolgono con favore il nuovo impegno degli Stati Uniti nella regione, ma non vogliono che i conflitti geopolitici portino a un’escalation della militarizzazione”.

Anche il primo ministro di Vanuatu Sato Kilman non parteciperà al vertice, ha detto a Reuters il suo ufficio.

READ  Il Minnesota riceve ulteriori finanziamenti per indagare su MMIW, mossa attesa da tempo, dicono gli attivisti locali

I legislatori hanno eletto Kelman due settimane fa per sostituire Ismail Kalsakau, che ha perso un voto di sfiducia su misure tra cui la firma di un accordo di sicurezza con l’Australia, alleato degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti stanno ancora negoziando per aprire un’ambasciata a Vanuatu, ma non hanno aumentato significativamente il loro impegno con il Paese, che considera la Cina il suo maggiore creditore estero. Il mese scorso, la Cina ha inviato esperti di polizia a Vanuatu e ha firmato un accordo di polizia.

Un alto funzionario dell’amministrazione Biden ha detto che gli Stati Uniti sono sulla buona strada per aprire un’ambasciata a Vanuatu entro l’inizio del prossimo anno e che altri funzionari di Vanuatu parteciperanno al vertice.

Le Fiji hanno accolto con favore una più forte presenza regionale degli Stati Uniti per rendere il Pacifico “più sicuro”, ma Kiribati, una delle nazioni insulari più remote del Pacifico, che si trova a 2.500 miglia (4.000 chilometri) a sud-ovest delle Hawaii, ha dichiarato che quest’anno prevede di modernizzarsi un sistema prebellico.Il globalismo. Due piste di atterraggio con assistenza cinese.

Washington ha rinnovato quest’anno gli accordi con Palau e la Micronesia che gli danno accesso militare esclusivo alle parti strategiche del Pacifico, ma deve ancora farlo con le Isole Marshall, che vogliono più soldi per far fronte all’eredità dei massicci test nucleari statunitensi negli anni ’40 e Anni ’40. Anni ’50.

Un funzionario dell’amministrazione Biden si è detto fiducioso nella conclusione di un accordo con le Isole Marshall.