Come le sanzioni economiche colpiscono la Russia

I cittadini russi stanno già subendo gli effetti punitivi delle sanzioni economiche imposte dalle potenze occidentali all’invasione dell’Ucraina ed è probabile che la situazione finanziaria della maggior parte delle persone si deteriori.

Un pannello elettronico mostra i tassi di cambio dell’euro e del dollaro USA rispetto al rublo russo a Mosca, in Russia. (Foto: Ramil Sitdikov/Sputnik via AP)

Il rublo ora vale meno di un centesimo e l’economia sta oscillando con la Russia Previsto per impostazione predefinita su miliardi di dollari di debito estero. compagnie multinazionali In tutti i settori si stanno ritirando dal Paese, portando con sé i loro prodotti, servizi e posti di lavoro.

“Chiunque sia coinvolto nel sistema bancario, che rappresenta la stragrande maggioranza della popolazione, lo sente in un modo o nell’altro”, ha affermato il professore di finanza di Wharton. Nikolai Rusanov Dice. “È così che si sentono tutti gli strati della società, forse in modi diversi”.

I paesi del G7 di Stati Uniti, Canada, Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Giappone guidano almeno altri 20 paesi in una posizione Sanzioni economiche e controlli sulle esportazioni senza precedenti Sulla Russia sulla scia del conflitto non provocato tra il presidente Vladimir Putin e l’Ucraina. Dopo settimane di ammassamento di truppe lungo il confine, Putin ha ordinato l’invasione il 24 febbraio.

Rusanov ha affermato che i cittadini russi stanno assistendo a una forte erosione del loro potere d’acquisto a causa del deprezzamento del rublo. A loro è vietato prelevare valuta forte superiore a $ 10.000 a causa delle normative di emergenza imposte dalla Banca centrale russa e non possono più utilizzare carte bancarie emesse da Visa o Mastercard, che hanno interrotto le operazioni nel Paese. E la carenza di prodotti ha cominciato ad apparire nei negozi che vanno dai supermercati ai beni di lusso.

READ  L'Italia blocca lo yacht di lusso presumibilmente legato a Vladimir Putin

“La scomparsa delle merci dai negozi, così come l’aumento dei prezzi, lo renderanno molto problematico a breve termine”, afferma Rusanov. “A lungo termine, la domanda è se anche i posti di lavoro inizieranno a scomparire”.

Continua a leggere Conoscenza alla Wharton.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x