Coronavirus: Melbourne, Australia, si prepara al quarto blocco man mano che l’ammasso cresce

CANBERRA, Australia – Giovedì la seconda città australiana entrerà nel suo quarto blocco, poiché cresce la preoccupazione per la rapida diffusione dell’infezione da un tipo di coronavirus.

La chiusura di Melbourne e del resto del Victoria per sette giorni arriva dopo che il numero di contagi in un nuovo gruppo in città è salito a 26, compreso uno che era in terapia intensiva. Altre 10.000 persone hanno un certo grado di contatto con quelle già infette.

“A meno che qualcosa non cambi, diventerà sempre più fuori controllo”, ha detto il primo ministro del Victoria ad interim, James Merlino.

Il governo federale ha dichiarato Melbourne un hotspot, fornendo alla città ulteriori risorse federali. Il primo ministro Scott Morrison ha detto che 218 militari a Victoria stavano aiutando con l’epidemia e che ne sarebbero stati inviati altri se Merlino avesse richiesto.

Anche a Victoria sono state inviate ulteriori dosi di vaccino. Solo 3,9 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate alla popolazione australiana di 26 milioni.

Il ministro della Sanità Greg Hunt ha descritto la chiusura, che inizia a mezzanotte, come “estremamente deplorevole, ma sono necessarie restrizioni nelle circostanze attuali”.

Le persone potranno uscire di casa solo per acquistare cibo e materiali di base, fornire o ricevere cure, praticare sport, lavorare o studiare se non possono farlo da casa e farsi vaccinare. Le maschere saranno obbligatorie all’interno e all’esterno.

Caffè e ristoranti potranno servire solo da asporto e le scuole saranno chiuse. Gli eventi sportivi professionistici continueranno a Melbourne, ma senza folla.

L’ufficiale medico capo Paul Kelly ha detto che la variabile è la stessa di quella identificata in India che è stata classificata dall’Organizzazione mondiale della sanità come la variante di preoccupazione. Era più trasmissibile di alcune varianti.

READ  Online o di persona: le scuole pubbliche nell'area di Waterloo vogliono prendere una decisione sul prossimo anno scolastico

Gli stati dell’Australia occidentale e dell’Australia meridionale limitano i viaggi da Victoria e la Nuova Zelanda ha sospeso i viaggi senza quarantena a Melbourne.

Il nuovo cluster di Melbourne è stato trovato dopo che un viaggiatore indiano è stato infettato durante la quarantena di un hotel nello stato del South Australia all’inizio di questo mese. Il viaggiatore non è stato diagnosticato fino a quando non è tornato a casa da Adelaide a Melbourne.

La città di 5 milioni di abitanti è diventata il peggior hot spot in Australia l’anno scorso. L’infezione ha raggiunto il picco di 725 nuovi casi in un solo giorno ad agosto, in un momento in cui la diffusione della comunità è stata praticamente spazzata via in altre parti del paese.

Questo arresto è durato 111 giorni. Il terzo blocco di cinque giorni a febbraio era dovuto a un gruppo di 13 casi collegati alla quarantena in un hotel vicino all’aeroporto di Melbourne.

Lo stato del Victoria rappresenta 820 dei 910 decessi per Coronavirus in Australia.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x