Due adolescenti condannati a 18 mesi di carcere per aver rubato una moto italiana ai Mondiali di pista UCI di ottobre

Un tribunale venerdì sera ha condannato due adolescenti a 18 mesi di reclusione per il furto di 22 moto della nazionale italiana di atletica leggera.

Gli uomini condannati per il loro ruolo nella rapina, avvenuta durante i Mondiali di pista UCI di ottobre a Roubaix, sono stati identificati come Franco T. , un diciottenne francese, e Valerigo H., un italiano di 19 anni.

I due facevano parte di una banda che ha fatto irruzione in un minibus parcheggiato nell’hotel della squadra italiana la notte del 22 ottobre, due giorni prima della fine dei Mondiali di pista. Nonostante la sicurezza dell’hotel, che la delegazione italiana ha scelto deliberatamente per un parcheggio privato e sorvegliato, i ladri hanno rotto attrezzature per un valore fino a 500.000 sterline.

Quattro delle biciclette Pinarello rubate erano appositamente placcate in oro, guidate dalla squadra di inseguimento maschile vincitrice del mondo e olimpica, affrontata da Filippo Gana, del valore di £ 25.000 ciascuna, mentre molte presentavano manubri in titanio stampati in 3D da soli del valore di £ 8.500.

La polizia rumena ha scoperto il carico meno di una settimana dopo come parte di una campagna antidroga su larga scala. La polizia ha arrestato i criminali, che erano in procinto di vendere biciclette, durante un raid in 14 proprietà nella contea di Francia che ha rivelato anche furti di TV, telefoni cellulari, droga e circa 2.300 sterline in contanti. Come parte di questo processo, 20 persone sono state inizialmente arrestate e quattro sono state detenute.

Secondo Le Journal de Saône-et-LoireGli investigatori francesi sono riusciti a identificare le impronte digitali di Franco T. , mentre i tabulati telefonici sono stati rintracciati in due case a Lille dove la polizia ha trovato pacchi coloratissimi della squadra italiana, un camion utilizzato nel furto con scasso, e una caffettiera identica a quella rubata dal camion della squadra. Gli avvocati degli accusati hanno affermato che erano “dilettanti” e “capri espiatori” che erano stati persuasi a scaricare e depositare biciclette da una banda criminale più organizzata e professionale.

READ  Ministro degli Esteri italiano: Le sfide e le azioni unilaterali contro Cipro sono inaccettabili

Nonostante il furto, l’Italia è stata in grado di continuare a correre durante l’ultimo fine settimana dei Mondiali Roubaix mentre le moto rimanenti della squadra sono state riposte in pista. La vittoria di Elia Viviani nella corsa a eliminazione, due giorni dopo il furto con scasso, ha coronato una settimana di successo anche se dirompente per la squadra, lasciando Rubiks con quattro ori, tre argenti e tre bronzi.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x