Gli astronomi trovano il jet cosmico più distante che esplode da un buco nero nello spazio profondo

Impressione artistica del quasar P172 + 18, che contiene un buco nero 300 volte la massa del sole.

ESO / CE. Coltelli per cereali

Quando guardiamo lo spazio, guardiamo indietro nel tempo. Se fissi la luna, vedi la sfera com’era circa 1,3 secondi fa. Stai puntando il tuo telescopio verso Marte? Lo vedi com’era circa 20 minuti fa. Questo è il tempo impiegato dalla luce per viaggiare su quelle vaste distanze attraverso il sistema solare. Con un telescopio abbastanza grande, puoi vedere la luce dai primi momenti dell’universo, circa 13 miliardi di anni fa.

Guardando un angolo lontano dello spazio nel 2015 usando i telescopi alle Hawaii, gli astronomi hanno trovato un oggetto luminoso e distante poiché l’età dell’universo era solo di circa 780 milioni di anni. E quello è stato un record. Le osservazioni successive hanno confermato di aver scoperto un enorme getto di materiale proveniente da un buco nero supermassiccio vissuto durante la prima era dell’universo.

in uno studio, Pubblicato lunedì su The Astrophysical Journal, I ricercatori hanno dettagliato l’aereo e la metà interstellare situata a circa 13 miliardi di anni luce dalla Terra. Ufficialmente, il quasar si chiama PSO J172.3556 + 18.7734, ma per fortuna gli scienziati lo hanno chiamato P172 + 18.

Facciamo un passo indietro, però. Il quasar è un buco nero supermassiccio distante e luminoso al centro di antiche galassie. Mentre i buchi neri stessi sono invisibili, quelli nel nucleo dei quasar sono così massicci che trascinano il gas ei detriti che orbitano intorno a loro molto rapidamente in quello che è noto come disco di accrescimento, riscaldando la materia e rilasciando enormi quantità di energia. Questo lo rende incredibilmente luminoso. I quasar sono stati rilevati e sono migliaia di volte più luminosi della Via Lattea.

Mentre le illustrazioni dei quasar sono spesso impressionanti (come quelle mostrate sopra), gli scienziati le vedono solo come una puntura di luce larga pochi pixel sulle letture dei dati del telescopio.

Questo particolare quasar è da record a causa del flusso cosmico, che sta esplodendo perpendicolarmente al disco di accrescimento. Ha solo circa 1000 anni. I getti cosmici sono materiale ultraveloce rilasciato dal centro della galassia e rilasciano molta energia sotto forma di onde radio quando interagiscono con il gas della galassia. Gli astronomi classificano questi tipi di quasar come “radio rumorosi” e credono che i getti possano aiutare la crescita dei buchi neri e potrebbero svolgere un ruolo nel modo in cui la formazione e l’evoluzione delle galassie.

nrao21df03-vlba-close

Questa foto allungata del P172 + 18 mostra l’interno dell’aereo

Momjian et al., NRAO / AUI / NSF

“I getti hanno un ruolo nel regolare la formazione stellare e la crescita delle galassie che li ospitano, quindi questa scoperta è importante per comprendere questi processi nell’universo primordiale”, Ha detto Chris CarrelliÈ un astronomo presso il National Astronomical Radio Observatory e coautore dello studio.

Ma solo il 10% circa dei quasar emette suoni radio e questi quasar, a circa 13 miliardi di anni luce di distanza, sono i più lontani mai trovati.

P172 + 18 non è il più lontano Quasar Tuttavia, non l’ho mai trovato. Questo record appartiene a J0313-1806, che ospita Gli scienziati hanno scoperto il più antico buco nero supermassiccio fino ad oggi Si trova a circa 13,03 miliardi di anni luce dalla Terra. Scoperto con l’Atacama Large Millimeter / Sub-Millimeter Array, è particolarmente abile nell’individuare fenomeni cosmici molto antichi e molto distanti. Quando la prossima generazione della NASA Il James Webb Space Telescope sarà lanciato entro la fine dell’anno, Dovrebbe anche aiutare a esplorare ulteriormente l’universo primordiale.

È quasi certo che i record continueranno a vacillare.

“Questa scoperta mi rende ottimista e penso – e spero – che il record di distanza sarà presto superato”, ha detto Eduardo Paniados, astronomo dell’Istituto tedesco Max Planck per l’astronomia.

Continua Calendario spaziale 2021 per CNET Per restare al passo con le ultime novità spaziali di quest’anno. Puoi persino aggiungerlo al tuo Google Calendar.


Ora gioca:
Guarda questo:

Come i buchi neri inghiottono la luce, distorcono lo spazio-tempo e spengono …


6:32

READ  Gli esseri umani iniziano a scaricare rifiuti su Marte: rapporto

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x