Gruppi di sinistra in Italia chiedono il ritorno sicuro dell'attivista antifascista incarcerato in Ungheria: People's Dispatch

Gruppi di sinistra in Italia chiedono il ritorno sicuro dell'attivista antifascista incarcerato in Ungheria: People's Dispatch

Elara Salis (limitata) è stata presentata alla corte ungherese. Immagine: circoncisione femminile

Gruppi di sinistra in Italia hanno chiesto al governo italiano di adottare misure concrete per garantire la sicurezza di Ilaria Sales, l'attivista antifascista italiana che è stata imprigionata in Ungheria per quasi un anno. L'insegnante di scuola, 39 anni, è stato arrestato l'11 febbraio 2023 e deve affrontare tre capi d'accusa di tentata aggressione ed è anche accusato di appartenere a un'organizzazione di estrema sinistra. È stata arrestata dopo una contromanifestazione antifascista davanti a un raduno neonazista a Budapest nel 2023.

Salles è comparso davanti al Tribunale di primo grado in Ungheria il 29 gennaio in manette e catene, suscitando una diffusa indignazione in Italia e in tutta Europa. Giorni dopo, il 31 gennaio, il quotidiano italiano pubblicò Repubblica Una lettera scritta da Salis è stata pubblicata nell'ottobre 2023 in cui denunciava il trattamento disumano e le condizioni orribili a cui è stata sottoposta durante il periodo trascorso in una prigione ungherese, durato quasi un anno.

Ha scritto nella lettera che le è stato impedito di contattare la sua famiglia per i primi sei mesi e che durante il suo periodo in prigione le sono stati sistematicamente negati i servizi di traduzione e interpretazione da parte delle autorità in aspetti chiave dei suoi procedimenti legali. Le è stato anche vietato di frequentare i corsi di lingua ungherese. Le è stato anche negato l’accesso a cure mediche adeguate. Per quanto riguarda le sue condizioni fisiche, ha descritto spazi sporchi e sovraffollati con ratti, scarafaggi e cimici e le è permesso uscire dalla cella solo per un'ora al giorno.

READ  Licenza del Gruppo Intesi per il rilascio di un'identità digitale in Italia

Gruppi come l'Unione popolare (UP) e il Partito della ricostruzione comunista (RPC) Potter al PopoloIl Fronte della Gioventù Comunista (FGC), il Partito Comunista Italiano (PCI) e altri hanno espresso la loro solidarietà a Ilaria Sales e hanno condannato il trattamento subito dalle autorità ungheresi. Hanno inoltre condannato la crudeltà del governo italiano di estrema destra guidato da Giorgia Meloni per non aver fornito il sostegno necessario a Sales. I gruppi hanno chiesto al governo italiano di agire immediatamente per riportarla in Italia.

In risposta alle pressioni internazionali e locali, anche da parte di partiti di opposizione non di sinistra come: Movimento Cinque StelleMeloni Ha chiamato il leader ungherese dell’estrema destra Viktor Orbán il 30 gennaio, il giorno dopo che erano emerse le foto di Salles incatenato in tribunale, esortandolo a intervenire nel caso a nome della cittadina italiana per difendere i suoi diritti fondamentali. Nel frattempo, il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani ha respinto le pressioni sul governo e ha affermato che il caso giudiziario non dovrebbe trasformarsi in uno spettacolo politico. Il vice primo ministro italiano Matteo Salvini ha addirittura criticato Ilaria Salles per aver partecipato a una marcia antifascista in opposizione alla “Giornata dell'Onore” dei neonazisti a Budapest l'11 febbraio 2023.

Il 9 febbraio, un rappresentante di Potter al Popolo Raccontare Invia popoli“Ilaria Salles è detenuta in un carcere ungherese di massima sicurezza da quasi un anno, sottoposta a trattamenti inumani e degradanti e rischia una pena detentiva di 24 anni. I suoi diritti alla difesa e al giusto processo sono stati gravemente violati, e le sue condizioni carcerarie non soddisfano gli standard minimi”. Standard di legittimità.

READ  L'Italia vince l'Eurovision Songcontest, mentre l'Olanda è al 23 ° posto

Proseguono: “Il governo italiano e le autorità diplomatiche sono intervenuti tardi e non con sufficiente decisione. Chiediamo che Salles, che si è dichiarato non colpevole ed è in attesa di processo, venga rilasciato o almeno posto agli arresti domiciliari in Italia, una possibilità prevista dalla legge europea, ma che finora appare ancora inverosimile.

Potter al Popolo e il Fronte dei Giovani Comunisti (FGC). Criticare L'ipocrisia di Antonio Tajani che chiedeva una soluzione giuridica del caso Ilaria Salles Fu anche Tajani a chiedere all'Unione Europea di porre fine ai rapporti commerciali con l'India in seguito all'incidente del febbraio 2012 quando due marò italiani furono arrestati in India per aver sparato a due indiani pescatori. Nel febbraio 2012.

L’antifascismo non è un reato

Salis è stato arrestato durante le commemorazioni fasciste del “Giorno d'Onore” nel febbraio 2023. Gruppi neonazisti provenienti dall'Ungheria e da altre parti d'Europa si incontrano ogni anno a Budapest nella seconda settimana di febbraio per commemorare un “Giorno d'Onore” che commemora i nazisti assassinati durante il Assedio di Budapest da parte dell'esercito sovietico nel 1945.

Parallelamente alle commemorazioni neonaziste, anche gruppi antifascisti in Ungheria e all'estero si stanno radunando in città per organizzare contromanifestazioni contro il fascismo e tentativi di riscrivere la storia e celebrare i nazisti. I progressisti in Ungheria hanno accusato il governo di Viktor Orban e le autorità di polizia di sostenere segretamente tali eventi neonazisti che glorificano i criminali di guerra nazisti e i loro collaboratori.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x