I droni autonomi imparano a trovare siti di impatto meteorico “nascosti”

Facile da trovare di grandi dimensioni meteoriti (o i loro crateri) una volta raggiunta la Terra, ma quelli più piccoli vengono spesso trascurati: meno del 2% di essi è stato recuperato dagli scienziati. Tuttavia, presto potrebbe essere solo l’invio di un bot per eseguire il lavoro. universo oggi Rapporti posseduto da ricercatori Avanzate Il sistema con droni autonomi utilizza l’apprendimento automatico per trovare meteoriti più piccoli nei siti di impatto che sono “nascosti” (anche se gli osservatori seguono le cadute) o semplicemente inaccessibili.

La tecnologia utilizza una combinazione di reti neurali convoluzionali per identificare i meteoriti sulla base di immagini di addestramento, sia da immagini online che da istantanee di messa in scena dalla collezione del team. Questo aiuta l’IA a distinguere le rocce spaziali dalle pietre ordinarie, anche con una varietà di forme e condizioni del terreno.

I risultati sono impeccabili. Mentre un drone sperimentale ha individuato correttamente i meteoriti impiantati, c’erano anche alcuni falsi positivi. Potrebbe volerci del tempo prima che i velivoli robotici siano abbastanza affidabili da fornire risultati accurati da soli.

Le implicazioni per la scienza spaziale sono importanti se la tecnologia si dimostra accurata. Aiuterà gli scienziati a scoprire meteoriti che sono troppo piccoli o troppo lontani per essere trovati e possibilmente recuperati. Questo, a sua volta, può aiutare a identificare le fonti di meteoriti e identificare le formazioni rocciose. In poche parole, i droni possono colmare le lacune nella comprensione dell’umanità dei detriti cosmici che atterrano alle nostre porte.

READ  Video: una palla di fuoco blu vista in tutto il Canada occidentale era un frammento di cometa, affermano gli scienziati

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x