Il Canada mira a impedire a Chelsea Manning di entrare nel paese

L’ex analista dell’intelligence militare Chelsea Manning parla alla stampa prima della sua apparizione al gran giurì su WikiLeaks, ad Alexandria, in Virginia, il 16 maggio 2019. I funzionari di Ottawa stanno cercando di vietarle definitivamente l’ingresso in Canada.

Eric Bardat/AFP/Getty Images

Un decennio dopo che Chelsea Manning ha rivelato i segreti di stato degli Stati Uniti sulle guerre in Afghanistan e Iraq, i funzionari di Ottawa stanno cercando di impedirle permanentemente di entrare in Canada.

Un’udienza in tribunale per determinare l’ammissibilità della signora Manning – la sua capacità legale di entrare in Canada – è prevista per il 7 ottobre.

Nel 2013, un giudice degli Stati Uniti ha ordinato all’ex soldato dell’esercito degli Stati Uniti di scontare 35 anni di carcere dopo averla giudicata colpevole di aver fornito a WikiLeaks centinaia di migliaia di documenti sensibili militari e diplomatici statunitensi. Questa frase è stata in seguito annacquata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

La storia continua sotto l’annuncio

Ora, l’Immigration and Refugee Board (IRB) del Canada, un tribunale amministrativo che decide chi può entrare in Canada, sta per riconsiderare il caso. I funzionari federali si stanno preparando a sostenere che i crimini passati della signora Manning la rendono troppo pericolosa per poter entrare nel paese. La posizione del governo è che dovrebbe essere bandito sulla base di reati gravi. Migliaia di persone vengono allontanate dal confine canadese per ragioni simili ogni anno.

Chelsea Manning ha detto che le è stato negato l’ingresso in Canada a causa della sua fedina penale

Ma gli avvocati che hanno lavorato a Montreal per conto della signora Manning descrivono il suo caso come nient’altro che burocrazia. Sostengono nei promemoria pre-audizione che il tentativo del governo di bloccare “uno dei più noti informatori della storia recente” offenderebbe le libertà costituzionali e giornalistiche in Canada.

READ  MyPillow e il CEO Mike Lindell hanno affrontato una causa da 1,3 miliardi di dollari

Le questioni legali riguardanti la capacità della signora Manning di attraversare il confine canadese non sono state risolte dal 2017. Quell’anno, le guardie della CBSA l’hanno respinta all’incrocio. Il governo federale le ha poi permesso di entrare in Canada per alcuni giorni nel 2018, senza prendere una decisione formale sulla sua ammissione.

Da allora, gli avvocati della signora Manning hanno combattuto per un’udienza di ammissibilità, a cui ha diritto in base alle leggi sull’immigrazione. Dopo anni di ritardi, l’udienza si svolgerà ora ad ottobre.

Le note di pre-udienza presentate ad agosto all’Immigration and Refugee Board dagli avvocati canadesi Joshua Bloom e Lex Gill hanno difeso il caso affinché il Canada apra le sue porte alla signora Manning.

I loro file ricordano gli eventi del 2010, quando era nell’esercito privato dispiegato all’estero come analista militare, con ampio accesso ai database del governo degli Stati Uniti. “Il suo lavoro includeva la revisione dell’intelligence sulle attività sul campo in Iraq e in Afghanistan”, affermano i documenti, aggiungendo che “gradualmente è diventata incapace di ignorare la devastazione che le forze statunitensi stavano infliggendo ai civili iracheni e afgani”.

La resa della signora Manning a WikiLeaks è stata a sua volta consegnata a organizzazioni di notizie globali, che hanno utilizzato la divulgazione di informazioni per evidenziare casi di vittime civili illegali causate da coalizioni militari guidate dagli Stati Uniti.

La storia continua sotto l’annuncio

Ha anche consegnato centinaia di migliaia di documenti governativi che sono ancora rilevanti oggi. Ad esempio, anni prima che i talebani prendessero il controllo dell’Afghanistan quest’estate, la signora Manning ha rivelato rapporti statunitensi su come lo sforzo bellico contro di loro fosse vacillato. Parte del materiale ha evidenziato come i funzionari statunitensi temessero che i funzionari pakistani avrebbero segretamente sostenuto gli estremisti insorti.

READ  Gli attacchi aerei israeliani colpiscono Gaza per la seconda volta dal cessate il fuoco | Notizie di Gaza

WikiLeaks ha anche rivelato documenti che mostravano come erano i leader delle forze canadesi Lottando per ottenere un corridore Le fazioni afghane e pakistane collaboreranno per affrontare i combattenti talebani. Il Canada ha perso 158 soldati nello sforzo della coalizione in Afghanistan prima di ritirare le sue forze nel 2014.

I cablogrammi diplomatici rivelati dalla signora Manning hanno esposto i calcoli politici riguardanti le alleanze di sicurezza del Canada. Uno ha mostrato che l’ex primo ministro Paul Martin era preoccupato che la decisione del suo partito di rimanere fuori dall’invasione dell’Iraq guidata dagli Stati Uniti nel 2003 potesse impedire agli americani del Canada di condividere l’intelligence. Altri documenti descrivono come diplomatici e investigatori negli Stati Uniti hanno rintracciato le accuse Clienti cinesi e iraniani in Canada.

Se uno straniero venuto in Canada all’estero viene condannato per reati che avrebbero potuto comportare una pena detentiva canadese di 10 anni o più, le guardie di frontiera possono considerarlo inammissibile. Le statistiche mostrano che tali considerazioni hanno spinto l’agenzia a respingere fino a 4.000 persone ogni anno. Questi viaggiatori contrassegnati dalla bandiera rossa di solito tornano nei loro paesi di origine e rinunciano al diritto alle audizioni.

La storia continua sotto l’annuncio

Ma la signora Manning ha esercitato per anni pressioni sul governo affinché inviasse il suo caso all’Ufficio immigrazione e rifugiati. Gli avvocati che agiscono per suo conto accusano la CBSA di non aver rispettato i suoi obblighi legali di deferire il caso al tribunale per l’immigrazione. Dicono nei documenti che l’udienza di quest’autunno si è svolta solo dopo aver ripetutamente sollecitato l’agenzia di frontiera a dare seguito. “Sono passati tre anni e mezzo senza che il tribunale abbia mai inviato questo caso”, si legge in una copia di una lettera inviata dal team legale della signora Manning alla Canada Border Services Agency a marzo.

READ  Pence contraddice Trump il 6 gennaio, chiama il piano per annullare l'annuncio delle elezioni del 2020 "non americano"

“La Canada Border Services Agency (CBSA) non è in grado di parlare delle specifiche di questo caso per motivi di privacy”, ha detto in una e-mail la portavoce dell’agenzia Jacqueline Kalin.

Le domande al Consiglio per l’immigrazione e i rifugiati per conto della signora Manning affermano che i documenti da lei divulgati “avevano un profondo significato storico e hanno svolto un ruolo fondamentale nel trasformare la comprensione pubblica della cosiddetta guerra al terrore”.

L’anno scorso, ha trascorso diversi mesi in prigione negli Stati Uniti dopo aver respinto un mandato di comparizione per testimoniare nelle questioni legali in corso relative a WikiLeaks.

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange è stato arrestato in Gran Bretagna nel 2019 e ora rischia l’estradizione verso i pubblici ministeri statunitensi, dove avrebbe richiesto e pubblicato volumi di segreti di stato emanati illegalmente dalla signora Manning. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha dichiarato in una dichiarazione del 2019 che le divulgazioni del 2010 includevano “quasi 90.000 rapporti su attività significative legate alla guerra in Afghanistan, 400.000 rapporti su attività significative legate alla guerra in Iraq e 800 briefing sulle valutazioni dei detenuti”. Guantanamo Bay, e 250.000 telegrammi dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti…”

Le nostre newsletter sugli aggiornamenti mattutini e serali sono state scritte dagli editori di Globe, fornendo un riassunto conciso dei principali titoli della giornata. Registrati oggi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x