Il Canada smetterà di finanziare progetti di combustibili fossili all’estero entro la fine del 2022

Il nostro pianeta sta cambiando. Così è la nostra stampa. Questa storia fa parte dell’iniziativa CBC News intitolata Il nostro pianeta che cambia Per mostrare e spiegare gli effetti del cambiamento climatico e cosa si sta facendo al riguardo.


Il governo federale ha annunciato giovedì mattina che taglierà i sussidi che aiutano le compagnie petrolifere e del gas naturale a operare ed espandersi al di fuori del paese entro la fine del prossimo anno.

Gli Stati Uniti, la Nuova Zelanda e il Costa Rica sono tra i 24 paesi che hanno firmato la dichiarazione internazionale.

I paesi promettono denaro per sviluppare energia pulita.

Se ogni paese implementasse il cambiamento, hanno detto i funzionari, la politica potrebbe spostare circa 15 miliardi di dollari americani (18,6 miliardi di dollari canadesi) all’anno in denaro pubblico dai combustibili fossili all’energia pulita.

Il ministro delle risorse naturali Jonathan Wilkinson ha dichiarato: “Siamo in una crisi climatica. Dobbiamo ridurre urgentemente le emissioni in ogni settore dell’economia, in tutto il mondo. Questo è ovviamente vero per il settore energetico come lo è per tutti i settori del economia.” detto durante l’annuncio.

“La firma del Canada è significativa. Siamo uno dei maggiori produttori di energia al mondo”.

Il ministro delle risorse naturali Jonathan Wilkinson ha dichiarato che il Canada porrà fine al sostegno finanziario alle compagnie petrolifere e del gas naturale per operare a livello internazionale entro la fine del 2022. (Kyle Bucks/CBC)

In un’intervista mercoledì sera, Wilkinson ha affermato che il governo ha preso posizione per porre fine ai sussidi petroliferi, e questo è il primo passo in questo processo.

“Durante la campagna elettorale, il Partito Liberale non si è attenuto a una data specifica, ma ha eliminato gradualmente anche quella a livello locale. È qualcosa su cui lavoreremo”, ha affermato.

  • Hai domande su COP26, scienza del clima, politica o politica? Scrivici: ask@cbc.ca. Il tuo contributo aiuta a informare la nostra copertura.

Giappone, Corea e Cina, che secondo i gruppi ambientalisti sono i principali fornitori di finanziamenti pubblici internazionali per i combustibili fossili, non facevano parte dell’impegno di giovedì.

Sono finiti anche i sussidi per le centrali a carbone all’estero

La scorsa settimana, il Canada e altre nazioni del G20 hanno fatto un annuncio simile per porre fine al sostegno finanziario per le centrali elettriche a carbone all’estero.

“Dal punto di vista di noi e dei nostri numerosi partner CSO, è un giorno piuttosto storico”, ha detto Richard Florison, presidente dell’International Institute for Sustainable Development di Winnipeg, durante l’annuncio di giovedì.

“A seguito di una raffica di impegni sul carbone, anche dalla Cina e da altri negli ultimi mesi, questa dichiarazione e l’azione di oggi chiariscono che non solo è necessaria un’azione urgente per garantire che possiamo porre fine ai finanziamenti pubblici per i combustibili fossili, ma possiamo effettivamente fa in modo che succeda.”

L’annuncio del finanziamento internazionale interesserà Export Development Canada (EDC), una consociata di Crown che fornisce una varietà di supporto finanziario per aiutare le aziende a operare a livello internazionale.

“Il nostro sostegno per il settore petrolifero e del gas in generale è diminuito del 35 percento negli ultimi tre anni, da $ 12,5 Business da 1 miliardo di dollari agevolato nel 2018 a 8,1 miliardi di dollari nel 2020”

“Il nostro fatturato nel settore del petrolio e del gas ha continuato a diminuire quest’anno, con $ 2,7 miliardi messi a disposizione del settore del petrolio e del gas al 30 giugno 2021”.

READ  Il re Abdullah di Giordania afferma di sopprimere la sedizione | Notizie di politica

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x