Il ciclista canadese Michael Woods spera di correre al Tour de France prima delle Olimpiadi di Tokyo

Il canadese Michael Woods dice che spera di competere al Tour de France in vista delle Olimpiadi di Tokyo questa estate.

“Certamente penso che la grande domanda (che) ruota intorno alle Olimpiadi sia la quarantena”, ha detto Woods ai giornalisti durante la conferenza stampa virtuale per le squadre di “Israel Start-Up Nation” lunedì a Girona, in Spagna.

“Se c’è una quarantena, dovremo ripensare un po ‘al Tour de France. Ma per ora penso che il Tour de France sia il modo migliore per prepararsi alle Olimpiadi, soprattutto per me. Vado sempre bene dopo un grande tour (evento) quindi spero davvero Per fare il tour in preparazione ai Giochi Olimpici “.

Il tour è previsto dal 26 giugno al 18 luglio. La corsa su strada olimpica maschile è prevista per il 24 luglio.

Nonostante due costole rotte in un incidente, Woods è arrivato 32 ° nel 2019 al suo debutto al Tour de France. Non ha gareggiato nell’edizione 2020.

Il 34enne di Ottawa, che ora è a casa in Andorra con sua moglie e sua figlia, ha lasciato la squadra di ciclismo EF Pro alla fine del 2020 per unirsi alla Israel Start-Up Nation, di proprietà di un canadese-israeliano. L’uomo d’affari Sylvan Adams.

Ci sono molti contenuti canadesi nel team. Il roster di WorldTour include anche Alex Cataford di Ottawa e Guillaume Boivin e James Piccoli di Montreal. Ci sono altri tre canadesi nel roster di sviluppo del team.

Paulo Saldanha da Montreal sta lavorando come performance manager del team.

Anche il ciclista britannico Chris Fromm, che ha vinto sette tornei del Grand Tour, incluse quattro versioni del Tour de France, si è unito alla Israel Start-Up Nation con l’irlandese Dan Martin che lo ha tenuto fuori dalla rosa del 2020.

READ  I pregiudizi che ci fanno declassare i deboli

Woods, che dice che il suo intero programma dipende dalle Olimpiadi, prevede di iniziare la competizione alla fine di febbraio. Il suo programma finora include gli spettacoli italiani di Terino-Adriatico (10-16 marzo), la Vuelta al Pais Vasco spagnola (5-10 aprile) e i classici delle Ardenne ad aprile.

Indica le tre gare delle Ardenne – l’Amstel Gold Race (18 aprile nei Paesi Bassi), La Fleche Wallonne (21 aprile, Belgio) e Liegi-Bastogne-Liegi (25 aprile, Belgio) – come obiettivo secondario dietro le Olimpiadi.

Woods è arrivato 55 ° in una gara su strada alle Olimpiadi di Rio 2016, ma per molti versi è stato un miracolo che abbia mai gareggiato.

Woods si è rotto due volte nella corsa alle Olimpiadi di Rio, rompendosi una mano in tre punti a Liegi-Baston-Liegi e subendo una frattura parziale del femore sinistro durante il tour della Polonia.

Nonostante la strada rocciosa per Rio, dove è stato gettato nel bel mezzo della gara, dice che le Olimpiadi sono state comunque indimenticabili.

“Rio è stata una grande esperienza per me”, ha detto. “Era un po ‘come un obiettivo di vita che è stato raggiunto. Ci sono stati alcuni momenti in quelle Olimpiadi in cui ho dovuto stressarmi, momenti in cui non credevo di essere lì, non potevo credere di averlo fatto pensare a da dove venivo”.

Ex velocista di fascia media, Woods è arrivato tardi al ciclismo dopo una serie di infortuni al piede che hanno posto fine alla sua carriera di corridore nel 2011.

Passando alla moto, Saldanha ha notato il suo talento inimitabile, spingendolo a lasciare il suo lavoro quotidiano di cassiere di banca per dedicarsi allo sport. All’inizio Adams lo ha aiutato a finanziarlo, e dopo averlo acquistato nel team israeliano, ha detto che aveva un lavoro che lo aspettava una volta che la nuova squadra si fosse avviata.

READ  Come visualizzare Brentford (h) - notizie

Woods dice che la sua esperienza olimpica si è rivelata un’ispirazione.

“Durante il viaggio in aereo dopo essere tornato a casa, in Spagna, ho iniziato a rendermi conto che forse avrei fissato degli standard molto bassi – forse non avrei dovuto solo provare a fare le Olimpiadi, ma in realtà provare a fare qualcosa di più grande. Anche se ho finito solo 55 °, lo sono Sapevo – soprattutto a causa del mio infortunio, ma anche di quello che avevo fatto prima e di quello che ho fatto dopo – che ero in grado di fare qualcosa di più grande.

“Ha acceso un fuoco dentro di me, e questo mi ha fatto concentrare maggiormente sul tentativo di vincere e vincere una medaglia in queste prossime partite”.

Woods ha subito un intervento chirurgico dopo la gara della Vuelta lo scorso autunno per rimuovere le viti dal femore destro, che si era rotto in un incidente di marzo nella gara Parigi-Nizza. Ha ancora uno spillo lungo il femore.

La ripresa in bicicletta di Woods include una vittoria nella gara di un giorno Milano-Torino 2019, una vittoria di tappa nel 2018 e la Vuelta spagnola 2020, una medaglia di bronzo nella corsa su strada ai Campionati del Mondo 2018, il secondo posto nel 2018 Liegi – Bastogne-Liegi e il terzo posto a Fleche Wallonne per il 2020.

Caricamento in corso…

Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…

Segui NeilMDavidson su Twitter

Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press il 18 gennaio 2021

READ  Il sorteggio della Champions League si sposta da Atene alla Svizzera | notizie di calcio

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x